Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

L'INVERNO 19-20: come sarà? Le proiezioni e il parere di MeteoLive...

Ogni anno di questi tempi è quasi obbligatorio provare a dare un'indicazione di massima sull'inverno che verrà per soddisfare la curiosità quasi morbosa dei lettori appassionati.

Editoriali - 28 Ottobre 2019, ore 10.32

L'inverno potrebbe essere diverso rispetto a quello degli ultimi anni? Farà freddo? Ci sarà la neve? Se lo chiedono tutti fin dal mese di agosto, in spiaggia, nelle classiche discussioni sotto l'ombrellone.

Ci sono indubbiamente segnali che fanno pensare ad una stagione un po' diversa rispetto a quelle scialbe (salvo per rari episodi e per alcune regioni) delle ultime annate.
 
I segnali arrivano dall'onda pacifica: in pratica i movimenti delle "onde" in seno alle correnti in quota che partono dal grande ovest americano influenzano in maniera spesso determinante quanto poi accade anche sul Continente europeo. 

Questo sistema collegato di onde, per come è iniziata la stagione, fa pensare che le correnti perturbate atlantiche possano raggiungere più facilmente il nostro territorio rispetto agli ultimi trimestri freddi, andando a determinare precipitazioni più abbondanti, che in quota assumerebbero carattere nevoso.

Infatti la mappa riassuntiva che vi proponiamo rispetto alle anomalie pressorie relative al mese di dicembre mette in luce un'Europa centrale e parte di quella mediterranea coinvolte da forte negatività, cioè da pressioni più basse del normale e di conseguenza da temperature alla media quota, più basse anche di 2-3°C rispetto alla norma.

Questo potrebbe avere conseguenze anche sul nostro settentrione e su parte del centro, mentre al sud si rimarrebbe su valori prossimi alla norma. Ecco le due mappe (carta anomalie pressorie a 5500m e carta delle anomalie termiche previste a 1500m per il mese di dicembre):

Per gennaio questa linea di tendenza andrebbe a riproporsi, segnalando anche l'interazione con aria fredda di matrice artica continentale su diverse aree d'Europa, vediamo allora la previsione dell'anomalia pressoria per gennaio 2020 a 5500m e poi quella relativa all'anomalia termica per lo stesso mese alla quota di 1500m:

Un po' confuso risulta invece ancora il mese di febbraio, che vede l'anomalia pressoria in quota arretrare in Atlantico, un'alta pressione di blocco posizionarsi sull'est europeo e l'Italia probabilmente interessata da flussi umidi e da precipitazioni, ma non da freddo. Non mancherebbero le nevicate ma solo sulle Alpi. Ecco anche qui le due mappe:

Naturalmente si tratta di PREVISIONI SPERIMENTALI, utili per disegnare vaghe linee di tendenza sulla posizione delle figure bariche, non devono essere prese alla lettera.

Inoltre da metà dicembre c'è da capire come si comporterà il VORTICE POLARE e soprattutto la sua corrente a getto, la vera regista del tempo. Se dovesse "impazzire" nuovamente come avvenuto negli ultimi anni, tutta questa previsione andrebbe rivista. Seguite pertanto i nostri costanti aggiornamenti!

 

 


Autore : Alessio Grosso

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum