Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

L'eccessiva copertura mediatica nuoce al settore meteo

Ogni singolo evento atmosferico si trasforma in qualcosa di catastrofico, che dona una percezione distorta della realtà.

Editoriali - 29 Luglio 2014, ore 11.19

Le stesse immagini di pozzanghere, sottopassi allagati, fulmini che si abbattono sulla spiaggia, ripresentate più volte nelle varie edizioni del telegiornale, l'uso ossessivo di termini quali super nubifragi, bombe d'acqua, super maltempo e trombe d'aria, ha un effetto certamente scoraggiante in chi ascolta e deve mettersi in viaggio per le vacanze.

Il maltempo però da sempre fa audience e soprattutto quando le notizie di altra natura scarseggiano, è normale che i media calchino la mano sulle conseguenze anche di un semplice temporale un po' più forte del normale, magari già passato e dimenticato da molte ore, con il sole che splende su città e litorali, ma che fa sempre colpo nell'immaginario collettivo di chi lo vede a centinaia di km di distanza e pensa che nella zona in oggetto stia ancora piovendo.

Ecco, credo che questo, prima ancora che una previsione meteorologica magari un po' superficiale o ridondante, possa arrecare danno al turismo. Nella televisione degli anni 60 e 70 lo spazio concesso al meteo era piuttosto limitato: non c'erano i mezzi messi a disposizione della tecnologia odierna  per inseguire ogni "pipì d'angelo" che cadesse dal cielo.

Siamo dunque passati da una carenza di informazioni ad una sovrabbondanza di news, rilanciate in maniera grossolana e superficiale. Spesso le previsioni le fanno gli stessi giornalisti, gonfiando quelle che arrivano dai vari siti o diffuse dall'Aeronautica militare. Insomma: non vorremmo arrivare a dire era meglio quando si stava peggio.

Invece non è così: la capillarità delle informazioni fornite dai siti meteo, aldilà di qualche inevitabile forzatura o esagerazione, è molto importante per capire esattamente non solo il tempo che farà a distanza di molti giorni, ma di lì a pochi minuti, grazie soprattutto al supporto dei radar e di quello importantissimo dei vari forum di nowcasting presenti in rete.

La bellezza di questa scienza passa certamente attraverso le immagini delle sue manifestazioni più belle come temporali, nevicate, arcobaleno ma chi non ha alcuna esperienza o passione per questa disciplina spesso si trova a filmare e commentare immagini di temporali comunissimi trasformati in mostri apocalittici. Queste informazioni e questi documenti andrebbero filtrati, rivisitati con occhio critico, cosa che non avviene quasi mai, facendo credere che il tempo stia andando alla malora.

Un invito a tutti, noi compresi, a moderare i toni è sempre corretto ma non sottovalutiamo il problema della "sovraesposizione" mediatica del meteo.


Autore : Alessio Grosso

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum