Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

I paradossi della NEVE in Medio Oriente e le grandi potenzialità dell'inverno italiano

Il freddo e la neve che all'Immacolata sarebbero dovuti arrivare in Italia, sono piombati sull'estremo est europeo e poi addirittura su Medio Oriente e parte dell'Africa, ma ci sono anche altri segnali che fanno pensare che l'inverno possa potenzialmente colpire con forza anche in Italia.

Editoriali - 14 Dicembre 2013, ore 09.25

La stagione estiva fredda al Polo con il pack in recupero, la potente irruzione fredda che ha portato la neve sin sulle coste in Adriatico del mese di novembre, la compattezza di un vortice polare più in forma che mai che invia già le prime colate eccezionalmente gelide su Canada e parte degli States, con la neve in Texas.

L'anomalia pressoria che sta interessando l'Europa è comunque figlia di questa compattezza e ha portato le masse fredde, inizialmente dirette verso il centro Europa e l'Italia per l'Immacolata, a deviare e a tuffarsi sull'estremo est del Continente e poi a scivolare addirittura su Medio Oriente e parte dell'Africa.

Sono tutti segnali di un inverno dalle grandi potenzialità che, da gennaio, nel momento in cui il vortice polare frenerà ed inevitabilmente si frammenterà, potrebbe farsi notare anche sull'Europa e sull'Italia, perchè il serbatoio di freddo che si sta accumulando è davvero notevole nelle zone polari e se non dovesse sfogarsi nell'inverno, lo farà in primavera. Dunque non di solo anticiclone vivranno gli italiani.

Intanto la neve in Medio Oriente e soprattutto in Egitto, al Cairo, ha fatto notizia. Nella capitale egiziana non nevicava in questi termini da 112 anni, suscitando un grandissimo stupore nella popolazione, tanta gioia tra i bambini.

Sorpresa ma non gioia invece tra i profughi siriani in Libano con le mamme costrette a bruciare le scarpe dei bambini lasciandoli a piedi nudi e al freddo. 
Neve anche nella striscia di Gaza con i palestinesi al gelo e aiuti arrivati persino dal nemico storico: Israele, dove la neve ha severamente colpito Gerusalemme. 

Almeno la neve insomma riesce ad unire e fa specie che ci sia gente che sistematicamente la denigri, perchè nonostante l'indubbia sofferenza che può arrecare alle popolazioni indigenti, riesce a rallegrare gli animi di tante persone che vedono la bianca visitatrice una o due volte nella vita. 

Ho visto bambini turchi, siriani, egiziani, ebrei, palestinesi giocare a palle di neve, ne ho visti purtroppo anche tanti altri scaldarsi infreddoliti vicino ad un fuoco improvvisato in strada con addosso solo un modesto maglioncino, ma non serve andare molto lontano per trovare questo tipo di miseria, basta vedere cosa accade negli accampamenti degli zingari anche a due passi da casa, ma qui la neve e il freddo non c'entrano, qui è la vita che è stata crudele con alcuni e generosa con altri, i greci parlano di Tuche e Moira, caso e destino. 


Autore : Alessio Grosso

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 03.20: A14 Bologna-Ancona

rallentamento

Veicoli lenti nel tratto compreso tra Allacciamento A13 Bologna-Padova (Km. 14,4) e Allacciamento A..…

h 03.08: A13 Bologna-Padova

rallentamento

Veicoli lenti nel tratto compreso tra Bologna Interporto (Km. 7,9) e Allacciamento A14 Bologna-Tara..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum