Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

GROSSO: "difficile far sbarcare l'inverno in Italia quest'anno"

Tradizionale intervista settimanale ad Alessio Grosso.

Editoriali - 9 Gennaio 2014, ore 09.40

REDAZIONE: Grosso, qui non si quaglia, l'inverno non arriva e ormai molti ritengono difficile possa arrivare, aldilà di uno o al massimo due episodi, sarà davvero così?
GROSSO: innanzitutto l'inverno è sempre stato caratterizzato da episodi sul nostro Paese, perchè ci troviamo, è bene ricordarlo, a latitudini mediterranee. E' chiaro che stupisce invece questa assenza quasi totale dell'inverno sul Continente, dovuta ai motivi che abbiamo ampiamente spiegato rispetto alla forza e alla collocazione del vortice polare, al precondizionamento stratosferico, a indici teleconnettivi poco favorevoli e in ultimo al riscaldamento globale naturale del pianeta che stiamo vivendo e che l'Europa e l'Australia sperimentano in misura più forte rispetto ad altre zone. Nei prossimi giorni l'inverno si farà notare un po' di più sul nord-est del Continente, è un primo passo, ma le possibilità che le colate fredde ci raggiungano oggi sono bruscamente diminuite almeno sino al 20 gennaio.

REDAZIONE:  c'è insomma il rischio di fare peggio della stagione 2006-2007.
GROSSO: mah, per i fini statistici magari si, ma è bene ricordare che comunque abbiamo le Alpi piene di neve e ancora ne verrà, c'è stato un certo risparmio di gasolio e metano da riscaldamento, non solo perchè la gente ormai va a pellet, ma perchè obiettivamente un inverno mite porta dei vantaggi. Pensate ad esempio alla manutenzione stradale: con neve e gelo ci sarebbe costata molto di più e anche l'inquinamento aumenta nelle giornate più fredde, gli anziani stanno meglio se non fa troppo freddo, così come i cardiopatici. Poi logicamente, a fianco di questi ragionamenti razionali, c'è pur sempre la voglia di vedere l'inverno fare davvero l'inverno e non è detto che ci riesca almeno in un paio di occasioni prima della fine della stagione.

REDAZIONE: ci sarà questo blocco dell'anticiclone scandinavo alle correnti miti atlantiche e di conseguenza potrà affluire verso di noi dell'aria fredda da est entro la fine del mese?
GROSSO: il primo giro dell'aria fredda vedrà coinvolto il centro e il settore nord-orientale del Continente, con temperature rigide ma nel complesso non distanti da quanto si potrebbe osservare ogni anno in Europa in questo periodo. Sino al 19-20 solo il nord Italia verrà sfiorato da queste correnti, il resto del Paese rimarrà cullato dalla mitezza, anche se non mancheranno piogge, temporali, vento; continuerà l'autunno insomma, mentre nevicherà ancora abbondantemente sulle Alpi sino a quote medio-basse tra lunedì 13 e sabato 18 ad intervalli.

REDAZIONE: e nella terza decade?
GROSSO: nella terza decade ci sono due possibilità. Il tentativo di contatto tra l'anticiclone azzorriano e quello scandinavo con un ponte che limiterebbe per qualche giorno l'iniziativa atlantica in sede mediterranea e una retrogressione delle correnti orientali fredde dirette anche verso il nostro Paese con risvolti perturbati e magari anche nevosi. C'è però un disturbo a questo progetto, ed ecco la seconda possibilità: proprio nel momento in cui l'aria fredda potrebbe cominciare a mettersi in moto verso di noi, ecco rientrare in gioco di prepotenza l'Atlantico con un getto sparatissimo in grado di portarsi via tutto il freddo e di riconsegnarci mitezza in attesa di nuove ondulazioni delle correnti e un invernicchio da nord-ovest, simile peraltro alla fase finale della scorsa stagione. Per ora le chances per il freddo sono comunque in diminuzione rispetto a ieri, ma è bene ricordare che la partita non è ancora finita e la primavera, come ho già detto ieri, non è dietro l'angolo.


Autore : Redazione

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum