Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Frammenti di un'estate "normale"...

Rispetto agli ultimi anni, l'estate sembra aver ritrovato un suo "antico" equilibrio...

Editoriali - 17 Luglio 2018, ore 09.26

Cosa sta succedendo all'estate italiana? Se guardiamo a ritroso e facciamo un confronto con gli ultimi tre anni, la stagione che stiamo vivendo ci riporta un po' di ottimismo.

Il concetto di normalità termica e pluviometrica può essere in parte soggettivo, ma il confronto con le ultime tre stagioni calde proprio non regge.

Le immagini inquietanti dell'estate scorsa sono ancora nei nostri occhi, quando i bacini imbriferi erano allo stremo a seguito di una stagione primaverile travestita da anticipo estivo già nel mese di aprile.

Poi c'erano gli incendi che ogni giorno divoravamo molti ettari di macchia mediterranea, arrivando a minacciare abitazioni e persino villaggi turistici. Tutta colpa del famigerato "anticiclone ibrido" che nasce dalla fusione tra l'alta pressione africana e azzorriana; un vero e proprio mostro di calura, un killer di nubi e precipitazioni che quando si insedia può durare mesi senza che cada una misera goccia dal cielo.

Quest'anno l'anticiclone ibrido (per ora) non c'è; i due mastini dell'estate italiana (l'alta pressione delle Azzorre e quella africana) sono sempre rimasti separati e la stagione calda che stiamo vivendo presenta frammenti di normalità.

Ricordiamo che l'estate italiana è una stagione ovviamente calda e stabile, ma non deve trasformarsi in una sorta di "inferno sulla terra" altrimenti diviene una forzatura climatica con tutti i problemi connessi.

Quest'anno i domini anticiclonici (fino ad ora) sono sempre stati intervallati da passaggi instabili più o meno ficcanti (in media uno ogni 5-7 giorni). E' normale che questi interessino più direttamente il settentrione, posizionato al limite delle scorribande perturbate che spesso impegnano l'Europa centrale.

Non dimentichiamoci inoltre che il calore è energia e se questo viene "solleticato" da perturbazioni esterne, può dare luogo a fenomeni anche molto intensi. Purtroppo, nolenti o dolenti, anche questi fenomeni fanno parte del corredo genetico di una stagione estiva normale in Italia.

Al meridione e al centro fa ovviamente caldo, ma anche qui di tanto in tanto qualche temporale spezza la calura e concede un po' di refrigerio...seppur solo per una manciata di ore.

Insomma, secondo noi l'estate italiana dovrebbe essere questa: calda, soleggiata ed intervallata (di tanto in tanto) da passaggi instabili, sperando ovviamente che questi non portino in grembo fenomeni troppo intensi.

 


Autore : Paolo Bonino

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum