Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Sardegna: prima colpito l'ovest dell'isola, poi il centro-est

In un'isola come la Sardegna, esposta ai quattro venti, il tempo può davvero cambiare repentinamente da zona a zona. Guardate cosa è accaduto giovedì 13 settembre 2012.

Curiosità - 14 Settembre 2012, ore 12.32

La spettacolare sequenza mostra l'avvicendamento delle correnti nel corso della giornata con trasferimento dei fenomeni da ovest ad est e zona di convergenza importante sulla Barbagia, sede di fenomeni temporaleschi importanti.
Come sapete una lunga catena montuosa corre dal nord al sud della Sardegna dalla Gallura all'Ogliastra e funge da barriera per le masse d'aria umide che provengono da ovest o da est.

Dunque con venti prevalentemente occidentali i fenomeni si concentrano tra Sassarese ed Oristanese, con un bel SW esteso prende bene l'Iglesiente, con il S ed il SE il Golfo di Cagliari può anche fare il pieno, ma i temporali sulla città posso arrivare a sfondare anche dal Campidano se è presente un flusso instabile da NW.

Se le correnti piegano da E o da ENE o da NNE tutta la fascia orientale è coinvolta in modo più o meno pesante, con fenomeni localmente alluvionali per Ogliastra, Barbagia orientale fin su al Golfo di Orosei e poi a Golfo Aranci e alla Costa Smeralda.

Un successo un po' di tutto nella giornata di giovedì 13 settembre 2012, quando le correnti instabili da WNW, che stavano determinando qualche precipitazione ad ovest dell'ìsola, sono state sostituite da quelle da NNE; il tempo che fino a poche ore prima era stato abbastanza buono sul settore orientale, è repentinamente peggiorato e sono arrivate le nubi temporalesche, cancellando di colpo quella sorta di effetto favonico dettato dalle correnti occidentali.

In più c'è stata una bella convergenza tra le correnti nella zona della Barbagia, con sollevamento della massa d'aria umida ed esaltazione della fenomenologia, altri nuclei intanto si avvicinavano dal mare da nord-est  verso Golfo Aranci.

Un cambiamento spettacolare che non ci ha lasciato indifferenti, per cui ecco le due immagini satellitari a confronto, a distanza di poche ore l'una dall'altra.


Autore : Alessio Grosso

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum