Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Milano e la neve: il 19, il tram che bucava l'isola di calore

Neve e casi particolari a Milano.

Curiosità - 27 Marzo 2013, ore 09.27

Vanno in crisi i modelli nel prevedere la neve dopo un episodio di nebbia fredda in Valpadana, non riescono ancora a "metabolizzare" il concetto che vede la colonna d'aria raffreddarsi progressivamente alla sua salita, magari sospinta da brezze importanti o da venti da est. Faticano ulteriormente quando la nebbia fredda è esaltata dalla presenza di una discreta copertura nevosa al suolo, che rende gelida ogni brezza che giunge dalla campagna, pronta a ridimensionare gli effetti dell'isola di calore.

Già negli anni 80, entrando nello specifico del milanese, l'isola di calore era una realtà ben affermata. In situazioni simili a quella descritta, con un debole episodio nevoso in arrivo da sud e con precedente raffreddamento affidato a nebbie fredde e a conseguenti generose brezze, la nevicata da addolcimento spesso faceva cilecca nel centro città, dove la pioggia mista a neve, lasciava presto spazio alla pioggia, ma era curioso salire sul 19, il tram che dal centro conduceva sul Naviglio, per ritrovare il freddo e la neve perduti.

Si partiva dal Duomo sotto la pioggia e con +3°C e, giunti a Corso Genova, molto più a SW e fuori dal centro storico, sul parabrezza del manovratore si cominciava a scorgere qualche fiocco fradicio (o splatter, come si dice in gergo).

L'arrivo sul Naviglio era invece salutato da un "oooo" di stupire dei passeggeri: all'altezza del Ponte del cavalcavia Brunelleschi ecco il passaggio di stato. Fiocchi larghi, anche se non particolarmente fitti e termometri digitale attorno a +1°C. Scendere dal mezzo ed attraversare il ponte diretti verso il Giambellino spesso significava rivivere il passaggio di stato.

Qualche volta la neve vinceva e si estendeva, altre volte perdeva, altre volte la linea di confine restava netta, ora anche l'area navigli è molto abitata e il giochetto "pioggia-neve" si è trasferito molto più in là, anche se l'ultimo decennio ha restituito ai milanesi una città complessivamente più nevosa.


Autore : Alessio Grosso

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 16.22: A7 Milano-Genova

coda rallentamento

Code per 1,4 km causa traffico intenso nel tratto compreso tra Svincolo Assago (Km. 2) e Allacciam..…

h 16.22: SS106 Jonica

incidente rallentamento

Traffico rallentato causa incidente nel tratto compreso tra Incrocio Staz. Di Isola Capo Rizzuto (K..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum