Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Le piogge a macchia di leopardo

Qui piove da ore e 20 km più in là non è caduta nemmeno una goccia! La causa non è solo nelle correnti o nella disposizione dei rilievi.

Curiosità - 28 Maggio 2007, ore 09.26

A volte, prima del passaggio di una perturbazione sentiamo dire dai meteorologi che le precipitazioni avranno carattere sparso e che sarà difficile individuare le zone dove pioverà di più o le aree dove non pioverà affatto. Passato il maltempo poi, leggiamo nelle cronache che le piogge (o le nevicate) sono cadute un po' a "macchia di leopardo" interessando magari solo alcuni quartieri di una grande città ed altri no. Questo succede sicuramente quando non c'è una situazione atmosferica ben delineata, quando la fase di maltempo non è particolarmente forte e le correnti aeree non hanno un andamento marcato su tutte le zone. In queste situazioni di quasi "equilibrio", bisogna prestare molta attenzione anche ad altri particolari "secondari" per capire se la nostra regione sarà raggiunta o meno dai fenomeni. Come sappiamo, ciò che innesca l'ingranaggio delle precipitazioni, sono le correnti ascensionali. Per cadere qualcosa dal cielo infatti, deve prima essere salito e condensato parecchio vapore da qualche altra parte... Con il tempo in peggioramento, la pressione tende a diminuire sulle nostre teste, e questo non vuol dire che possiamo iniziare a volare tipo superman! Solo che la colonna d'aria che ci sovrasta pesa un po' di meno. Per compensare questo deficit, viene subito richiamata dell'aria dalle zone circostanti, che inizia a convergere verso il luogo dove la pressione atmosferica è più bassa, il centro di bassa pressione appunto. Tutta quest'aria, non potendo stazionare in uno stesso punto, inizia ad accatastarsi, a salire, innescando dei moti ascensionali che danno luogo a nubi e fenomeni, e ridiscendere altrove ormai secca e fredda, portando il sereno. Anche se non ci prestiamo molta attenzione, questi meccanismi avvengono spessissimo anche a scala locale. Quando c'è brutto tempo, siamo abituati a sentire e vedere dalle cartine un unico centro di bassa pressione (o al massimo due). In realtà, stiamo vedendo, per semplicità, quello più grande ed importante, senza sapere che di piccoli centri di bassa e alta pressione che vivono al più poche ore, se ne possono formare a centinaia in questi frangenti. Una prova lampante? Se osserviamo un cielo ricoperto da cumuli con spazi di sereno tra una nube e l'altra, stiamo vedendo numerosi "ascensori" d'aria nel cielo: dove c'è la nube, l'aria sale e la pressione al suolo è leggermente inferiore, dove c'è il sereno, l'aria scende ed al suolo la pressione è un po' più alta. Quando l'ago della bilancia è in parità, sono queste variazioni locali di pressione che la fanno pendere più verso il bagnato o l'asciutto. Ormai molti hanno dei barometri e li sanno leggere; la loro importanza sta non tanto nel valore attuale ma nelle variazioni registrate durante il giorno. Cali di pressione di 2-3 hPa in 3 ore annunciano un peggioramento sulla nostra regione a breve (con 1-2 hPa in meno, aspettiamoci un peggioramento fra 12-36 ore). Se la diminuzione supera i 4-6 hPa prepariamoci a fenomeni anche violenti. Fa eccezione il calo pressorio che si registra sulla Pianura Padana poco prima dell'arrivo del Foehn... Ma non è forse anche questo un fenomeno forte ed insolito citato e studiato in tutti i manuali di meteorologia del mondo?

Autore : Simone Maio

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 10.00: A1 Bologna-Firenze

rallentamento

Veicoli lenti nel tratto compreso tra Allacciamento Con Ramo Casalecchio (Km. 195,3) e Sasso Marcon..…

h 09.58: A7 Milano-Genova

coda rallentamento

Code causa traffico intenso nel tratto compreso tra Genova (Km. 133,6) e Barriera Di Genova Ovest (..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum