Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

I temporali pomeridiani risolvono il problema della siccità?

Molte zone d’Italia sono alle prese con un certo deficit idrico. Ad alleviare un po’la situazione sono arrivati i temporali pomeridiani che tuttavia colpiscono “a macchia di leopardo” lasciando alcune zone a secco.

Curiosità - 30 Maggio 2003, ore 09.40

Mamma mia che temporale! Il cielo è nerissimo e viene già tanta di quell’acqua che non si vede quasi più nulla. Accidenti! Le strade si sono trasformate in autentici torrenti e in mezzo alla pioggia c’è anche un po’ di grandine. Abbiamo cumulato ben 30mm in un’ora, una bella boccata di ossigeno per la campagna, anche perché la grandine scesa era di piccole dimensioni! Passato il temporale si va a trovare un amico, che abita a 2km di distanza; arrivando sul posto si nota che l’asfalto è appena bagnato. “Visto che temporale e quant’acqua è venuta giù?- Ma dove? Qui ha solo tuonato e ha fatto quattro gocce. Guarda la campagna com’è ancora secca!”. Ecco un tipico discorso che andrà sempre di moda... Poniamo che in quota sia presente un piccolo nucleo di aria fredda stazionario. Capita di svegliarsi al mattino con un bel sole e di finire sotto un temporale anche forte nelle ore pomeridiane. Quando i temporali non sono organizzati in un vero e proprio sistema frontale, ma sono dettati solo dal contrasto di masse d’aria, possono risultare molto violenti ma di estensione limitata. Quindi, complessivamente, la natura non trae molto beneficio da questa situazione, anche se indubbiamente è molto meglio avere temporali localizzati piuttosto che tempo secco ad oltranza. Per risolvere in maniera convincente il problema del deficit pluviometrico servirebbero piogge estese e di moderata intensità. In un giorno di pioggia moderata e continua si possono accumulare anche il doppio dei mm rispetto ad un singolo evento temporalesco, a patto che questo non risulti violentissimo. Inoltre le piogge intense e di breve durata che cadono su un terreno secco, esercitano un’azione di scivolamento a valle piuttosto che di penetrazione all’interno degli interstizi del suolo. Questo fatto, di conseguenza, è di scarsa utilità per la flora. Tuttavia, in assenza di piogge "da perturbazione", ben vengano anche i temporali pomeridiani!

Autore : Paolo Bonino

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 09.32: A13 Bologna-Padova

incidente

Incidente nel tratto compreso tra Ferrara Sud (Km. 33,7) e Altedo (Km. 20,5) in direzione Bologna..…

h 09.32: A1 Milano-Bologna

coda incidente

Code causa incidente nel tratto compreso tra Svincolo Di S. Giuliano (Km. 2,7) e Allacciamento Tang..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum