Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Scontro FOEHN-BORA, è stato un martedi di trepidazione al nord

Dalla primavera all'inverno, crollo verticale delle temperature, rotazione improvvisa del vento, neve che ha lambito la pianura: martedi 4 marzo è stata una giornata da primato su gran parte del nord

Cronaca meteo - 5 Marzo 2008, ore 12.10

Già in mattinata i contrasti tra le miti correnti sud-occidentali avvettate in quota dalla corrente a getto e la bora che sopraggiungeva dalla porta di Trieste aveva acceso la miccia del maltempo sulle regioni del Triveneto. Le regioni di nord-ovest sono però state quelle che maggiormente hanno risentito di una autentica lotta tra titani: il foehn da una parte, la bora dall'altra e la corrente a getto nel mezzo a fornire il tiraggio per le correnti ascensionali. Si, perchè metre sul Triveneto nubi e precipitazioni avevano già fatto la loro comparsa, su Piemonte e Lombardia occidentale un tiepido vento in caduta dalle Alpi ha caratterizzato la mattinata con temperature primaverili e un cielo terso e soleggiato. Nel primo pomeriggio l'onda d'urto della bora si è fatta però strada sulla pianura Padana aprendosi un varco verso ovest e sollevando con forza l'aria mite preesistente scaldata ulteriormente dal soleggiamento, innescando la formazione dei primi cumulonembi. L'apoteosi si è poi raggiunta durante il pomeriggio allorquando l'aria tiepida e secca del foehn si è sovrapposta a quella umida e fredda della bora. L'aria secca e pesante ha cercato dunque disperatamente un varco verso il basso mentre quella umida più leggera è stata scalzata verso l'alto. Lungo il fronte di contrasto ne è nata una cosiddetta "dry line", in sostanza una linea convettiva che ha viaggiato velocemente verso il Piemonte sud-occidentale per arenarsi contro le Alpi Marittime in serata. Il suo transito si è accompagnato ad importanti episodi nevosi anche a quote collinari, in particolare sulla fascia prealpina lombarda mentre nel tardo pomeriggio un acquazzone si è riversato anche su Milano. Il rovesciamento dell'aria fredda dalle alte quote ha sospinto per alcuni minuti grandi fiocchi su alcuni quartieri della città nonostante la temperatura al suolo registrasse valori intorno ai +6°C. In serata l'attività convettiva si è concentrata anche sull'Appennino Ligure. La veemenza della tramontana scura ha portato la massa d'aria a valicare l'Appennino in più punti e alcuni temporali hanno dunque potuto risuonare anche sulla Liguria. A Genova, un temporale avvenuto in tarda serata si è accompagnato a cadute di neve tonda nota come "graupel". Esauriti i forti contrasti ora la situazione sta progresssivamente guardendo ma l'eredità lasciataci è uno spesso strato di aria fredda che la primavera avrà il non facile compito di rimuovere.

Autore : Luca Angelini

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 01.37: A26 Genova-Gravellona Toce

incidente

Incidente nel tratto compreso tra Allacciamento Diramazione Gallarate-Gattico (Km. 161,6) e Borgoma..…

h 01.27: A1 Firenze-Roma

controllo-velocita

Controllo velocità nel tratto compreso tra Incisa - Reggello (Km. 319,9) e Firenze Sud (Km. 300,9)..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum