Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

News NEVE dal mondo; ecco dove in questi giorni la dama bianca ha "picchiato duro"...

In questo scorcio di inizio inverno, mentre l'Europa si trova sotto l'influenza di una circolazione atmosferica piuttosto mite, altri settori dell'emisfero sono stati investiti da masse d'aria di origine polare si sono riversate dalle alte latitudini verso i settori più meridionali, portando alcuni episodi invernali degni di nota. Le due colate di gelo più estese dell'intero emisfero hanno colpito due settori "agli antipodi" sia culturalmente che geograficamente, la prima ondata di gelo ha investito il Medio-Oriente, la seconda ondata di gran gelo ha colpito invece gli Stati Uniti.

Cronaca meteo - 12 Dicembre 2013, ore 16.00

Che in questo periodo di inizio inverno l'Italia e l'Europa si siano spesso trovate a fare i conti con una situazione pesantemente invalidata dalla presenza dell'anticiclone, è ormai sotto gli occhi di tutti. Tuttavia, nonostante a livello emisferico il Vortice Polare si sia presentato piuttosto compatto, "blocchi" di aria fredda sono comunque riusciti a sfuggire alla grande matassa di gelo concentrato alle alte latitudini. A tal proposito gli episodi più rilevanti dell'ultima settimana riguardano il gelo che ha investito gli Stati Uniti e quello che ha colpito il Medio-Oriente.

Ondata di freddo e neve su Siria, Gerusalemme, Turchia: da cosa è stata provocata? 

Questa zona del pianeta si pone un pò al confine tra quelli che sono usi e costumi della società occidentale, da quelli decisamente più legati al passato, che ancora dominano la cultura e le abitudini delle popolazioni asiatiche. Stiamo parlando del Medio-Oriente, area del pianeta che in questi giorni è stata investita da un'ondata di gelo che ha portato masse d'aria molto fredde dalla pianura Sarmatica sin verso le regioni desertiche e semidesertiche siriane e di Gerusalemme. L'ondata di gelo ha investito anche la Turchia, portando neve ad Istambul (tal proposito si ricordi l'interruzione della famigerata partita di calcio Galatasaray - Juventus per neve).

Come mai il Generale Inverno ha colpito duro questa zona del pianeta?

L'arrivo di freddo e neve su alcuni stati del Medio-Oriente, rappresenta un evento non troppo raro. Questa zona del pianeta risulta particolarmente esposta alle ondate di freddo che provengono dalla vasta pianura Sarmatica presente poco più a nord, a loro volta le ondate di freddo rappresentano una conseguenza indiretta di quelle che sono le elevate vorticità raggiunte dal Vortice Polare durante determinate fasi atmosferiche invernali (come quella attuale).

Quando sull'Europa l'inverno fallisce, la ricaduta dell'aria fredda lungo il bordo orientale dell'alta pressione, può portare considerevoli ondate di gelo sugli estremi settori orientali del Mediterraneo nonchè il medio-oriente.

L'ondata di freddo e neve che ha investito in questi ultimi giorni Gerusalemme, rientra tuttavia nella casistica delle eccezionalità; secondo quanto detto dagli esperti, bisogna addirittura risalire al 1992 per riscontrare una nevicata altrettanto copiosa e fitta su tutto il comprensorio. L'accumulo abbonda dai 15-20cm di neve fresca sul centro cittadino, sino oltre 30cm nelle aree periferiche e collinari tutto attorno. In previsione del maltempo e della neve in arrivo, il Municipio ha emanato un'ordinanza di chiusura delle scuole, invitando la popolazione a non uscire dalle proprie abitazioni sino a nevicata conclusa.

Grande ondata di gelo negli Stati Uniti d'America: da cosa è stata provocata?

L'evento di freddo negli Stati Uniti, altro non è che il prodotto finale di una semionda, con prelevamento d'aria gelida dai settori canadesi verso le medie latitudini. Nonostante il Vortice Polare piuttosto racchiuso e compatto, in questo contesto l'ondata di freddo è riuscita ugualmente ad interessare località poste a latitudini molto basse. La grande estensione raggiunta dalla colata d'aria fredda sull'intero territorio americano, ha permesso di toccare valori estremamente freddi anche su località poco avvezze ad ospitare grandi irruzioni d'aria fredda. Le temperature sono scese sino a valori prossimi agli zero gradi persino nelle aree costiere sul golfo del Messico, valori di oltre 10 gradi sotto lo zero in Arizona mentre il primato di freddo spetta agli stati del Midwest con temperature sino a 20-25 gradi sotto lo zero.

Durante l'inizio di questa settimana l'ondata di freddo, seppur attenuata, si è trasferita sino alla East Coast, senza tuttavia portare grosse nevicate oppure i ribassi altrettanto vistosi della temperatura che hanno caratterizzato gli stati più ad ovest.


Autore : William Demasi

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 10.11: SS107 Silana Crotonese

incidente

Incidente a Incrocio Paola - SS18 Tirrena Inferiore in entrambe le direzioni…

h 10.08: A4 Milano-Brescia

coda rallentamento

Code causa traffico intenso a Capriate (Km. 162,7) in uscita in direzione da Milano dalle 10:04 d..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum