Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

MARZO 2008 nel bellunese: freddo e a tratti perturbato. RENON: uno degli inizi d'anno più piovosi dell'ultimo ventennio

Questo mese è risultato leggermente più freddo del normale e caratterizzato da precipitazioni abbastanza frequenti ma quantitativamente allineati con le medie.

Cronaca meteo - 4 Aprile 2008, ore 09.26

Il primo mese della primavera meteorologica è stato molto volubile, nel rispetto della sua fama di mese contraddistinto da un’accentuata variabilità, con moderato maltempo alternato a belle giornate di sole. Durante il mese le Alpi, infatti, sono state interessate da numerose perturbazioni atlantiche, provenienti da Ovest o da Nord-Ovest, e dalla discesa di masse di aria fredda di origine polare. Nel periodo pasquale, proprio in concomitanza con l’inizio della primavera astronomica, si è avuto l’episodio più significativo, con tempo variabile-perturbato e con il ritorno del freddo e delle nevicate anche a quote basse. Le temperature medie mensili sono risultate da 0.5 a 1°C inferiori alla norma, come effetto soprattutto dei periodi freddi dal 4 al 6 e dal 19 al 26. L’unica fase di caldo anomalo si è avuta nei primi 3 giorni del mese. Le precipitazioni totali mensili sono da considerare normali ma si rileva una frequenza superiore alla norma osservando il numero di giorni piovosi (da 7 a 11, contro una media di 5-6). Gli episodi di maltempo ci sono stati, ma non sono mai risultati intensi. In corrispondenza con le discese di aria fredda di origine polare la neve è ricomparsa a quote basse, raggiungendo anche i fondovalle prealpini nella mattinata di Pasquetta. Dall’inizio dell’anno è piovuto oltre il 50% in più del normale (di solito il primo trimestre dell’anno è abbastanza siccitoso), fino al doppio (100-120% in più) in molte zone dell’Alpago, della Val Belluna e del Feltrino. Si tratta di uno degli inizi d’anno più piovosi dell’ultimo ventennio, dopo quelli del 2001 e del 1986. Di questo mese si devono ricordare: Giorno 1: forti correnti da Nord-Ovest in quota determinano vento forte sui monti e raffiche nelle valli (velocità massima di 146 km/h sulla Marmolada, 118 km/h al Passo Pordoi, 82 km/h a Falcade); Giorno 2: le forti correnti di aria mite in quota provocano marcate condizioni di Föhn, con temperature di 25°C a Feltre e a S.Giustina, 19.5°C a Domegge e 15°C a Cortina. Giorni 2, 3 e 4: forte diminuzione delle temperature, specie nei valori massimi che calano mediamente di 8°C in 24 ore e di 11°C in 48 ore (a Feltre la massima passa dai 26°C del giorno 2 ai 9°C del giorno 4) Giorni 24 e 25: la massa d’aria fredda e la nuvolosità spesso estesa favoriscono temperature tipicamente invernali (minime di -19°C a Cimabanche, -15°C a Palus S.Marco, -14°C a Padola, Pescul e Pecol di Zoldo -16°C a Pian Cansiglio, -18.5°C in Valmenera e massime di -11°C sul Faloria, -5°C ad Arabba, -2°C a Cortina-Gilardon) In tutto si sono avuti 8 giorni soleggiati, 14 variabili e 9 giorni di maltempo.

Autore : Bruno Renon (Arpav)

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum