Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

La grande mareggiata da Scirocco sui mari italiani: Meteolive ne svela le origini

Una furiosa tempesta di Scirocco si è abbattuta su diversi settori del settentrione d'Italia nel corso di mercoledì 25 dicembre, giorno di Natale. Ecco spiegato l'origine del fenomeno, Meteolive vi propone inoltre alcune spettacolari fotografie della mareggiata che ha colpito la Liguria nel suo momento di massimo vigore.

Cronaca meteo - 26 Dicembre 2013, ore 18.30

La forte fase di Maltempo che ha caratterizzato le giornate di Natale e Santo Stefano su diversi settori dell'Italia settentrionale, vanno ora smorzandosi lasciando spazio ad un temporaneo miglioramento del tempo lungo lo stivale. Nonostante la breve durata di questa depressione in territorio italiano, su diversi settori l'evento di maltempo portato dalla perturbazione natalizia non è stato una passeggiata. 

L'intenso sistema depressionario ha tratto origine dalle lontane terre canadesi e groenlandesi laddove un massiccio nucleo d'aria molto fredda di origine artica si è gettato a tutta forza sulle calde acque dell'oceano Atlantico, creando delle vorticità estremamente esasperate. Queste vorticità hanno dato origine ad una vasta depressione con perno nei pressi del Regno Unito, anch'esso pesantemente colpito da un'ondata di severo maltempo natalizio. 

L'intensa depressione che ha attraversato il territorio italiano nelle ultime 48 ore, altro non è stato che il processo finale di espansione delle vorticità portate da un lobo del Vortice Polare che in queste settimane si è mostrato molto attivo sul comparto atlantico settentrionale. Queste vorticità, come in una sorta di "esplosione" hanno permesso al fronte polare di abbassarsi di latitudine sino a raggiungere l'Italia, originando una depressione molto turbolenta.

Questo tipo di perturbazioni, caratterizzate da un getto zonale estremamente sviluppato e dirompente, sono spesso accompagnate da grandi "tracolli barici",  accompagnati da un profilo di venti che all'interno della depressione si è presentano particolarmente attivi. 

L'origine dello Scirocco che ha spazzato soprattutto nella giornata di Natale i mari occidentali italiani, ha tratto origine dal forte dislivello barico tra l'intenso minimo di pressione che è andato scavandosi sul Mediterraneo in sede francese (Golfo del Leone) ed il campo di pressione mediamente alte e livellate presenti allo stesso momento sui settori est mediterranei. 

Per meglio comprendere la rilevanza del fenomeno, basti pensare al tracollo di pressione avvenuto sul Mar Ligure tra le 21.00 del 24 dicembre e le 24 ore successive. I barometri nella zona hanno segnato un crollo barico di quasi 30 millibar nel giro di una manciata d'ore, portandosi da un valore di 1015hpa la sera della Vigilia, sino ad un valore di 985hpa durante la sera di Natale. I forti venti sciroccali che hanno accompagnato la fase di traslazione e di maturazione del minimo dai settori francesi sino al Mar Ligure, sono stati responsabili di una vera e propria tempesta. Il mare è cresciuto sino a raggiungere condizioni molto avverse, ampi settori costieri sono stati investiti da una potente mareggiata che si è fatta sentire in particolar modo sulla Liguria.

In senso stretto, quanto avvenuto sull'Italia e sull'Europa durante queste festività natalizie non è stato portato da nessuna reale saccatura, ne da un effettivo scambio termico portato da forti ondulazioni del getto. L'intensa fase di maltempo associata a forti venti che hanno spazzato molte zone dell'Europa occidentale e del Mediterraneo, altro non rappresentano che l'epilogo di un crescendo di vorticità nord-atlantiche che hanno cominciato a guadagnare terreno sull'Europa già dalla fine di novembre e che hanno raggiunto la massima intensità in occasione di questo evento. 

 


Autore : William Demasi

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 02.38: A14 Pescara-Bari

coda incidente

Code per 1 km causa incidente nel tratto compreso tra Lanciano (Km. 413,8) e Val Di Sangro (Km. 42..…

h 02.25: A14 Pescara-Bari

coda incidente

Code per 1 km causa incidente nel tratto compreso tra Lanciano (Km. 413,8) e Val Di Sangro (Km. 42..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum