Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

ITALIA: tromba d'aria a Priverno (LT)

Cronaca del 3 settembre dalle regioni.

Cronaca meteo - 4 Settembre 2003, ore 08.43

LAZIO La giornata meteorologica è stata dominata dall’evento temporalesco che ha interessato la Capitale, sulla quale nel primo pomeriggio si sono abbattuti tuoni, fulmini, vento forte e, isolatamente, anche grandine. Maggiormente colpita la zona est della città, dove sono caduti anche 25mm di pioggia. Per approfondimenti è disponibile il Report esclusivo quest’oggi su MeteoLive.it. Il temporale, sviluppatosi subito dopo le 14, si è si è poi spostato verso sud-est (h 15.30), prima di avere investito i Castelli Romani, i Monti Prenestini, l’Alta Ciociaria ed infine, in via di esaurimento, il versante nord dei Monti Lepini (h 17). Contemporaneamente, nel Pontino, una linea di instabilità locale ha dato vita ad una tromba d’aria che ha interessato un’area compresa tra i centri di Sezze, Priverno e Pontinia: il fenomeno, di breve durata, ha seguìto una direttrice nord-sud, interessando pericolosamente la ferrovia che corre da Roma a Napoli nei pressi di Priverno, proprio sotto le pendici del Monte Saiano. Per fortuna, in quel momento non si è incontrato a passare nessun convoglio. La tromba d’aria è stata accompagnata da un autentico nubifragio che ha investito un’area molto vasta dell’Agro Pontino, area dove mediamente si sono riversati 20mm di pioggia in poco più di venti minuti. Anche qui, temperatura crollata di colpo sotto la soglia dei 20°C. In serata, graduale ritorno alla stabilità, ma col termometro in discesa. Report di Emanuele Latini e Ludovico Tacconi PIEMONTE Inziali condizioni di cielo molto nuvoloso con locali deboli precipitazioni che hanno interessato anche il Torinese. Temperatura minima scesa a 14°C nonostante la parziale copertura nuvolosa. Per quasi tutta la mattinata il cielo si è mantenuto irregolarmente nuvoloso anche grazie ad una tesa corrente orientale con temperature che hanno raggiunto a stento i 18-20°C. Nel corso del pomeriggio la ventilazione è andata esaurendosi e il cielo si è schiarito, permettendo alla temperatura di salire quasi ovunque sopra i 20°C. Subito dopo il tramonto la temperatura ha riniziato una rapida discesa tanto che alle 19:30 non si raggiungevano i 19°C. Report di Mario Adinolfi CANTON TICINO La giornata ha visto ripetersi l'afflusso di aria umida durante la notte. La mattina si è così presentata con cielo coperto, come martedì, con l'unica differenza che non erano innocui altostrati, ma cumuli abbastanza ben organizzati, tanto da portare qualche goccia di pioggia, soprattutto a est sul confine con l'alta provincia di Como. Il resto della giornata si è svolto secondo copione, con il graduale dissolversi di tale nuvolosità, verso le ore centrali della giornata, fino a lasciare al sole il dominio totale nel pomeriggio e in serata. Le temperature minime, influenzate dalla nuvolosità, hanno fatto registrare un lieve aumento rispetto alla notte precedente, passando dai 10-15 gradi di martedì, ai 12-16 della notte scorsa; esattamente come lunedì hanno faticato parecchio a salire in mattinata, a causa della densa nuvolosità, raggiungendo valori massimi compresi solamente fra 21 e 24 gradi, circa 2° in meno rispetto a martedì. Lo zero termico è stabile sui 2800m, mentre giovedì lo si prevede in salita fino a 3000m. Dal tardo pomeriggio si è assistito inoltre ad un rapido aumento pressorio, dato dal passaggio dell'HP sul continente europeo, raggiungendo valori al livello del mare di 1027 hPa. Ventilazione scarsa o debole dai quadranti meridionali, con punta massima di 17km/h. Report di Steve Sosio VALLE D'AOSTA La giornata di mercoledì è stata vissuta senza particolari sussulti, segno di una consolidata stabilità a livello regionale che non ha portato a fenomeni di rilievo; le temperature che si sono mantenute fresche, specialmente nelle vallate interne a quote medio-alte. A 1500 m. circa le minime nella notte si sono assestate intorno ai 5-6 °C come del resto è accaduto anche nei giorni scorsi, mentre nei fondovalle i valori sono stati compresi tra i 12-15 °C. Il paese più freddo è risultato come spesso accade Rhemes Notre Dames situato nella omonima vallata con solo 2,2 °C mentre la temperatura più alta è stata raggiunta nella zona dell' aereoporto di Aosta con 23°C, valore questo inferiore a quello registrato ieri. Il cielo si è mantenuto sgombro da nubi su quasi tutto il territorio a parte le classiche "nebbie di pendio" che si sono formate nel pomeriggio sui rilievi a quote intorno 1800-2000 m., tuttavia senza portare precipitazioni che sarebbero state ben accette visto lo stato siccitoso che grava oramai da diverse settimane. Infine ecco i dati relativi al capoluogo di regione Aosta: Temp. max 21,5 °C, temp. min. di 13 °C, precipitazione accumulata 0 mm. Report di Matteo Martuccio CAMPANIA Dopo le timide avvisaglie degli ultimi 2-3 giorni, alla fine una decisa rinfrescata si è finalmente verificata mercoledì in Campania. La giornata iniziava con una nuvolosità irregolare che andava progressivamente accentuandosi un po' su tutto il territorio, distribuendo qualche pioggia a carattere sparso già in mattinata soprattutto nel casertano e nel napoletano. Nel frattempo il vento, orientato a Grecale con intensità moderata, provocava una diminuzione piuttosto sensibile delle temperature, regalando un senso di frescura che veniva accolto con entusiasmo notevole da una popolazione esasperata dal caldo e dall'afa di questa Estate bollente. Alla fine il riscontro termico dei valori massimi denotava un calo, rispetto al giorno precedente, di circa 3-6°C: a Napoli, Salerno e Caserta venivano registrati 25°C, ad Avellino 23°C, temperature insperate solamente 5 giorni fa! Nel primo pomeriggio la copertura del cielo si faceva sempre più marcata, soprattutto sui mari ove più netto era il contrasto tra le fresche correnti nordorientali ed il calore ancora notevole della superficie marina, fino a culminare con il manifestarsi di alcuni episodi temporaleschi, avvenuti soprattutto sulle isole nonchè su alcuni tratti della costa cilentana. In serata le precipitazioni erano cessate ovunque, restava comunque il sollievo provocato da temperature che già si portavano, su ampi settori anche costieri della Regione, al di sotto dei 20°C. Report di Luca Montella SARDEGNA La giornata di mercoledì è stata caratterizzata, nella sua parte iniziale, da temperature in ulteriore diminuzione, relativamente ai valori minimi, e da nuvolosità diffusa su gran parte dell'isola. I venti da nord sono proseguiti fino al pomeriggio, quando hanno iniziato a ruotare da sud ovest, prrovocando un lieve aumento del tasso di umidità, che però rispetto ai valori registrati la scorsa settimana è stato assolutamente irrilevante e non ha causato alcuna sensazione di afa. Le temperature massime sono leggermente aumentate, proprio in concomitanza con questa nuova disposizione dei venti da sud. Per quanto concerne la nuvolosità, questa ha coperto irregolarmente i cieli dell'isola e per tutta la giornata la Sardegna è stata sfiorata da diverse cellule temporalesche che, sfortunatamente, hanno prodotto i loro effetti solo sul mare. Nel tardo pomeriggio sui rilievi del Sarrabus si sono formate delle nuvole imponenti che hanno però solo provocato leggere piogge nella zona di Muravera. Report di Luca Sulcis.

Autore : Redazione

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 02.33: SS75 Centrale Umbra

incidente

Incidente a 103 m prima di Incrocio Bastia Centro/Torgiano/Loc. S.Lucia (Km. 6) in direzione Incr..…

h 02.25: SS75 Centrale Umbra

blocco incidente

Chiusura corsia, incidente a 103 m prima di Incrocio Bastia Centro/Torgiano/Loc. S.Lucia (Km. 6)..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum