Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

ITALIA: news dalle regioni

Dai nostri corrispondenti la cronaca del 1° settembre su alcune regioni italiane.

Cronaca meteo - 2 Settembre 2003, ore 08.40

La cronaca del primo settembre. UMBRIA Inizio mattinata fresca in Umbria, cieli prevalentemente sereni, poi via via da NW velature più intense si sono fatte strada, le temperature massime dopo molto tempo sono ovunque rimaste contenute tra i 25° ed i 29°. Intorno le 14:30 prime pioviggini nell'alta Valtiberina, rovescio più intenso alle 15:30, accumulo modesto, circa 2mm, ma vento a raffiche da W/NW accompagnato da un sensibile calo termico, dopo le 16 il sole torna padrone del cielo riportando le temperature sopra i 25°. Sul resto dell'Umbria alternanza di velature e nubi più compatte ma nel migliore dei casi solo poche gocce. Temperature minime del mattino comprese tra 12° e 17°. Fabio Pauselli (Città di Castello, PG). CAMPANIA Dopo un mese di agosto trascorso, come i due precedenti, all'insegna della tirannide dell'anticiclone nordafricano (a parte qualche breve fase temporalesca che mai però ne ha compromesso la straordinaria stabilità), anche questo primo giorno del mese di Settembre nonchè dell'Autunno meteorologico è trascorso qui in Campania mantenendo sostanzialmente inalterato il trend dei giorni precedenti. Sebbene il cielo non sia quasi mai stato del tutto libero da nubi che, seppur sfrangiate, si sono rincorse con una certa continuità nel corso dell'intera giornata, in realtà il sole è riuscito quasi sempre ad avere la meglio, riuscendo così a far registrare delle temperature massime di tutto rispetto come i 29°C raggiunti a Napoli ed a Salerno e addirittura i 33°C superati a Caserta. Fortunatamente, una vivace ventilazione occidentale, riducendo in maniera apprezzabile il tasso di umidità relativa, ha contribuito, complice qualche breve fase caratterizzata da maggiore copertura nuvolosa, a provocare un generalizzato senso di sollievo rispetto alla sgradevole sensazione di afa opprimente con cui si è dovuto convivere fino al giorno precedente, così come del resto per larga parte di questa soffocante Estate. In ogni caso, la nuvolosità appena descritta - a parte isolati casi in cui, maggiormente compatta, ha determinato brevi e locali precipitazioni - in realtà non ha generato fenomeni rilevanti almeno nelle principali località della Regione. Luca Montella, Napoli. MARCHE Prima giornata di Autunno meteorologico ad Ancona che sembra curiosamente fare proprio da spartiacque tra un'estate rovente come non mai, e la nuova stagione che incalza, con una giornata fresca e nuvolosa condita da bei rovesci di pioggia moderata a tratti forte nel tardo pomeriggio (12,9 mm di accumulo in un'oretta, il secondo maggiore quantitativo giornaliero di quest'anno!) Temperatura scesa fino a 19,6° durante la pioggia, non scendeva sotto i 20° da un temporale del 5 luglio! Mentre la massima si era fermata a 24,6° e in questo caso non si registrava una massima inferiore ai 25° dal 5 giugno! Calo vertiginoso rispetto ai giorni scorsi dominati dal Garbino (max sui 34°). Gianluca Melappioni, Ancona. DOLOMITI TRENTINE L'avvento dell'autunno meteorologico é stato salutato sulle Dolomiti Trentine da una giornata che ha vagamente mostrato connotati quasi pre-invernali.. Sin dal primo mattino, infatti, le condizioni atmosferiche sono state improntate verso una certa instabilita', con temperature che a tutte le quote si sono mantenute su valori di qualche grado inferiori alle medie stagionali. Le minime registrate durante la notte ed al primissimo mattino hanno raggiunto valori di assoluto rilievo con 0 termico che in alcuni casi é stato quasi raggiunto poco sopra i 1500 mt. Intorno mezzogiorno la nuvolosita' é andata ulteriormente aumentando e si sono registrate deboli precipitazioni che hanno assunto carattere nevoso intorno i 2000 mt(Alpe di Cermis,Passo Manghen, Alpe di Pampeago). Anche in valle il clima si é mantenuto piuttosto rigido con temperatura che durante le precipitazioni si é mantenuta poco sopra i 10°,raggiungendo poi una massima di 12° nel primo pomeriggio ad evento terminato. Michele Gravina TOSCANA Il primo giorno dell'autunno meteorologico ha rispettato appieno le caratteristiche "somatiche" di questa stagione. Infatti è stata una giornata complessivamente grigia su buona parte della regione e in molte zone si sono avute anche delle piogge e dei rovesci, in particolare nelle zone appenniniche e preappeniniche e nella pianura fiorentina e aretina con accumuli, per la verità, non troppo cospicui. Le temperature sono risultate in netta flessione rispetto ai giorni precedenti, sopratutto nelle zone interessate dalle precipitazioni e dalla nuvolosità: ad Arezzo alle 8 del mattino si registravano 16 gradi e alle 17 "solo" 21 gradi (domenica la massima era di ben 30 gradi), più alte lungo la costa e in generale nel Grossetano (in questa ultima località ben 30 gradi alle 17) visto la minore copertura del cielo durante tutta la giornata. La ventilazione, dopo un week end dove il libeccio ha spirato con una incredibile violenza, è risultata pressoché debole salvo le zone dove si è avuto qualche episodio temporalesco. In tarda serata la situazione è migliorata quasi ovunque e le precipitazioni sono cessate anche se il cielo è rimasto parzialmente nuvoloso un po' ovunque. Alessandro Nardi CALABRIA Il mese di settembre sembra iniziare sotto i migliori auspici. Sembra infatti che il gran caldo stia “mollando” seriamente la presa. L’ultima ondata di calore, quella dell’ultimo week-end, ha ancora lasciato il segno sia per le temperature che hanno sfiorato i 40°C in molte località (Melito P.S., nel reggino), sia per i roghi che per l’ennesima volta sono stati fatti sviluppare volontariamente per distruggere quel poco di verde che è rimasto. La settimana dunque è iniziata all’insegna di temperature più accettabili grazie alle correnti di Ponente che stanno soffiando attualmente anche in maniera sostenuta; qualche disagio per le raffiche di vento ci vengono segnalate lungo i viadotti autostradali, ad esempio tra Scilla e Bagnara. L’unica città che ha mantenuto valori termici oltre le medie del periodo è stata Reggio C. dove il termometro ha raggiunto i 36°C. Il cielo è rimasto sereno o poco nuvoloso su gran parte della regione. Da segnalare inoltre, la presenza di numerosi “anemoni di mare” lungo le coste ioniche. A cura di wwww.calabriameteo.it CANTON TICINO Giornata di lunedì dai due volti: dopo una notte serena su tutto il cantone, un afflusso di aria più umida ha causato una mattinata con una copertura pressocché totale ad opera di altostrati, più densi nel Ticino meridionale, più sottili in alto Ticino, dove il sole si è affacciato più volentieri. Dal pomeriggio si è assistito ad un miglioramento generalizzato da ovest che ha permesso degli scampoli di giornata soleggiati. Il sereno della notte e l'aumento della copertura nuvolosa la mattina non ha permesso alla temperatura di superare la soglia dei 20 gradi, se non nella prima parte di pomeriggio, quando il sole è riuscito a farsi largo fra le nuvole; in serata si è fatto nuovamente fresco, con valori attorno ai 14-18 gradi verso mezzanotte. I valori minimi di ieri si sono assestati tra i 13 e i 17 gradi e le massime tra i 21 e i 24 gradi, sempre a basse quote, con lo zero termico sui 2700m. La ventilazione, se si escludono i "residui" favonici nella prima parte della notte è stata scarsa e prevalentemente di origine meridionale. Steve Sosio LAZIO Lunedi 1 Settembre – Rovesci solo su Alto Lazio La pioggia continua a farsi desiderare sul Lazio. Infatti, fatta eccezione per alcuni rovesci sulla Tuscia, alcuni dei quali deboli, la mattinata sulla regione ha riservato un cielo coperto (per nubi medio-alte) ma poco minaccioso. Nel corso della giornata, il cielo è andato via via aprendosi verso il litorale, lasciando filtrare un sole ancora molto caldo che verso metà pomeriggio dominava su gran parte del territorio regionale. La temperatura massima è così potuta vertiginosamente salire fino a superare nuovamente la barriera dei 30°C, sia in città che nella fascia sublitoranea. La minima si era invece attestata su valori più modesti rispetto ai giorni scorsi, oscillando intorno ai 20°C nella Capitale. Nonostante il miglioramento intervenuto da ovest, addensamenti più o meno compatti si sono invece mantenuti vivi nell’entroterra, dove non sono mancati episodi temporaleschi; Reatino e Sublacense le zone maggiormente interessate da suddetti fenomeni di instabilità. Report di Emanuele Latini SARDEGNA Il primo giorno di settembre in Sardegna ha fortunatamente segnato la fine di un periodo di caldo eccezionale che ha provocato forti sofferenze nella popolazione, sopratutto nell'ultimo periodo. Già dal fine settimana, infatti, i venti avevano iniziato a provenire da nord, ponendo fine al predominio delle correnti sud occidentali e fortemente umide provenienti dall'entroterra algerino che nell'ultima settimana di agosto hanno portato a sistuazioni di umidità intollerabili in tutta la Sardegna, con temperature che anche venerdi scorso hanno raggiunto 39 gradi ad Olbia e 37 a Cagliari. Se negli anni scorsi tali giornate si verificavano poer periodi relativamente brevi, in questa estate le giornate dominate da venti umidi provenienti dall'Africa sono durate per settimane intere, e fino alla giornata di sabato, il maestrale aveva fatto la comparsa raramente. I primi benefici di questo cambiamento si iniziano ad avvertire sopratutto la mattina, con minime inferiori di 4, 5 gradi rispetto ai giorni precedenti. La giornata di lunedi 1 settembre è stata inoltre caratterizzata, nella parte centro settentrionale dell'isola, dal passaggio di un veloce corpo nuvoloso che ha portato a qualche sparuta goccia di pioggia e che ha contribuito a creare un clima più autunnale. Luca Sulcis

Autore : Redazione

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 16.28: A1 Roma-Napoli

coda rallentamento

Code a tratti causa traffico intenso nel tratto compreso tra Allacciamento A24 Roma-Teramo (Km. 561..…

h 16.25: A51 Via Raffaele Rubattino incrocio Tangenziale Est Di Milano

coda

Code a tratti nel tratto compreso tra Svincolo Gobba: Treviglio-Vimodrone (Km. 10,5) e Allacciament..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum