Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

ITALIA: news dalle regioni

Dai nostri corrispondenti...

Cronaca meteo - 14 Luglio 2003, ore 09.37

DALLA LIGURIA (sab, dom) Fine settimana tipicamente estivo su tutta la Liguria: cielo in prevalenza sereno lungo la costa sabato, con qualche addensamento sul settore centro-orientale dell'Appennino che nel pomeriggio ha causato anche qualche rovescio o breve temporale tra la Val Trebbia e la Val d'Aveto. In serata il cielo si è ovunque rasserenato. Le temperature hanno oscillato tra i 27° e i 29°C sulla fascia costiera, con brezze termiche nel pomeriggio e mare quasi calmo. Domenica una lieve corrente meridionale nei bassi strati ha addensato nubi marittime sul settore costiero centro-occidentale a cui si è associato anche un aumento dell'umidità relativa. Nessuna attività cumuliforme sui rilievi e nessuna precipitazione. Temperature sulla costa tra 27° e 29°. Report di Paolo Bonino DALL'EMILIA ROMAGNA (sab, dom) Sia sabato che domenica si sono rivelate giornate piuttosto afose, a causa della temperatura che durante la notte non è scesa al di sotto dei 23°C in pianura, mentre di giorno ha sfiorato anche i 34°C; l'umidità poi ha raggiunto quasi il 90% al primo mattino, per scendere solamente al 48-50% nelle ore più calde. In montagna invece il clima mite ha permesso di respirare un po'. Dal punto di vista delle precipitazioni va segnalato solamente il nucleo temporalesco che nella seconda parte della giornata di sabato ha attraversato il modenese e le zone pedemontane del bolognese, portando forti scrosci di pioggia ed un calo temporaneo della temperatura; non sono comunque state segnalate grandinate. Per il resto si è sviluppata solamente qualche nube innocua, in particolare fra il ferrarese ed il piacentino. Il vento si è mantenuto praticamente calmo per gran parte del periodo; solo sulla costa, per qualche ora, ha soffiato la classica brezza rinfrescante. Report di Lorenzo Catania DALL'UMBRIA (ven, sab, dom) Venerdì minime in rialzo con valori tra i 16 ed i 20,5°C, mattinata calda con temperature già tra 31° e 33° alle ore 12; attività cumuliforme mattutina inferiore rispetto ai giorni precedenti. Nel pomeriggio si sono comunque sviluppati alcuni focolai temporaleschi, specie lungo l'alto Appennino umbro-marchigiano, con precipitazioni più intense confinate sui rilievi, con la sola eccezione del temporale sviluppatosi tra le 19 e le 19.30 nelle zone comprese fra il Trasimeno ed i comuni di Umbertide e Città di Castello (zona sudoccidentale), temporale che ha poi proseguito la sua corsa verso Sud interessando Perugia e zone limitrofe. Segnalo inoltre deboli piovaschi sparsi lungo tutta la Valtiberina da San Giustino Umbro ad Umbertide, poche gocce che sono riuscite appena ad inumidire qua e la le strade. Temperature massime nel fondovalle comprese tra 32° e 36°C. Sabato e domenica sono state due giornate molto calde, con il sole che già dal primo mattino ha fatto impennare le temperature. Formazioni cumuliformi hanno fatto la loro comparsa solo in serata, senza tuttavia causare fenomeni. Le temperature minime sono state comprese tra 16° e 21°C, le massime invece tra 33° e 36°C, con tassi di umidità minima diurna compresi tra il 35% ed il 45% e conseguente senzazione di afa, solo in parte attenuata da una ventilazione nelle ore centrali del giorno e che solo domenica è divenuta sostenuta. Report di Fabio Pauselli DAL LAZIO (dom) La giornata si è presentata ovunque soleggiata, con locali addensamenti nuvolosi che tuttavia non hanno lasciato spazio a fenomeni di alcun tipo. Le temperature si sono mostrate in linea con il rialzo registrato negli ultimi giorni, e così in città la colonnina di mercurio ha raggiunto nuovamente valori elevati, come è il caso di Roma, dove - in alcuni quartieri - la temperatura ha fatto registrare punte di 34°C. Chi è rimasto in città ha sofferto non poco un evidente stato di disagio, fortunatamente non aggravato dal tasso di umidità, rimasto su valori medio-bassi. Anche in collina si è avvertito un gran caldo: sui 400 metri di altitudine, zona Castelli Romani, le massime hanno in più località raggiunto i 32°C, e per un po' di refrigerio s'è dovuto attendere le ore serali. Le minime - anch'esse in rialzo - si sono attestate intorno ai 22-23°C in pianura (fascia sublitoranea) e intorno ai 20°C in collina. Report di Emanuele Latini DALLA SARDEGNA (sab, dom) Il week end appena concluso ha fatto registrare due spendide giornate caratterizzate da temperature che sono rientrate nella media del periodo. Nella giornata di sabato il picco massimo a Cagliari, che ha toccato i 34°C; nel complesso la brezza marina ha mitigato gli effetti del caldo. Nel primo pomeriggio di sabato e di domenica si è creata una certa nuvolosità sui rilievi, nuvolosità che ha fatto sperare nella formazione di un qualche temporale che purtroppo non si è verificato. La situazione dei bacini è ancora molto buona rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente, ma è ormai da molto tempo che non si verificano precipitazioni significative. Nella giornata di domenica si è verificato inoltre una graduale aumento del tasso di umidità che nella serata ha raggiunto il 70%, provocando una forte sensazione di afa. La giornata di lunedi 14 luglio è iniziata invece con un vento da nord ovest che ha ridotto fortemente l'umidità. Report di Luca Sulis DAL PIEMONTE Anche questo fine settimana è stato caratterizzato dal sole, che ha dominato incontrastato. Neanche una nuvola ha solcato il cielo determinando temperature decisamente elevate. Soprattutto domenica la temperatura ha raggiunto livelli di tutto rispetto: +21°C la minima e +34°C la massima. Il tasso di umidità è andato aumentando ulteriormente. Diversa la situazione di questa mattina: tra le 5:00 e le 7:00 si sono sentiti deboli tuoni che hanno fatto sperare in qualche rovescio di pioggia e invece nulla. Attualmente intorno alle 9:30 il cielo si presenta molto nuvoloso e la speranza di qualche goccia di pioggia non è ancora svanita. Sul versante siccità la situazione è sempre più drammatica con i corsi d' acqua minori ridotti ad una distesa di pietre. Report di Mario Adinolfi

Autore : Redazione

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 11.33: A23 Palmanova-Tarvisio

incidente rallentamento

Traffico rallentato causa incidente nel tratto compreso tra Pontebba (Km. 92,4) e Carnia (Km. 59,6)..…

h 11.30: SS190 Delle Solfare

incidente

Strada chiusa al traffico causa incidente a 2,293 km prima di Incrocio Trabia Miniere (Km. 23,3)..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum