Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

ITALIA: news dalle regioni

Dai nostri corrispondenti...

Cronaca meteo - 8 Luglio 2003, ore 09.39

DAL CANTON TICINO Tipica giornata anticiclonica estiva, caratterizzata da una mattinata pressoché serena su tutto il Ticino, con formazioni cumuliformi presenti nel pomeriggio sui rilievi, principalmente su quelli orientali (Val di Blenio, Riviera, Val Calanca e Mesolcina al confine con la Valchiavenna), dove si sono avuti brevi e locali rovesci. In serata ritorno del sereno, con l'unica eccezione di un cumulonembo proveniente dalla Val Vigezzo che ha portato 10 minuti di debole pioggia e qualche tuono sul luganese, ma senza conseguenze altrove. Temperature sia minime che massime in aumento di circa 2° rispetto a domenica con i valori, a basse quote, di 15°-19° per le minime e 30°-33° per le massime. Zero termico in rialzo ai 3700 metri e debole ventilazione dai quadranti meridionali. Report di Steve Sosio DALLA LIGURIA Anche la giornata di ieri è trascorsa all'insegna del tempo buono o discreto. La mattinata serena ha lasciato spazio nelle ore pomeridiane a locali annuvolamenti cumuliformi nell'entroterra. In prossimità dell'alta Val Trebbia e in Val d' Aveto si sono manifestati anche brevi piovaschi, ma si è trattato di fenomeni molto localizzati. Qualche locale rovescio si è avuto anche nell'entroterra imperiese. In serata una nuvolosità medio-alta, residuo delle incudini provenienti dalle zone alpine, ha interessato il settore centro-occidentale della regione, ma senza causare piogge. Le temperature, sulla costa, si sono attestate sui 26°-27° con tasso di umidità piuttosto basso e brezze deboli nelle ore pomeridiane. Report di Paolo Bonino DALL’EMILIA ROMAGNA Giornata piuttosto soleggiata, quella di ieri, ma anche leggermente più umida rispetto alle 48-72 ore precedenti; l'effetto dell'alta pressione, unito alla cessazione del vento, ha infatti permesso l'accumulo di vapore acqueo nei bassi strati, con sensazione di caldo piuttosto accentuata nelle prime ore del pomeriggio e nei grandi centri urbani. Durante la notte la temperatura ha toccato punte di 17-18°C in pianura, mentre le massime hanno raggiunto i 31-32°C; in montagna invece non i valori non sono saliti oltre i 16-17°C. A differenza della domenica non si sono generate nubi cumuliformi pomeridiane sui rilievi, se non qualche innocuo banco nuvoloso qua e là; in serata invece verso il ferrarese si sono affacciate nubi alte, in arrivo da nord e legate a vecchie cellule temporalesche, ormai in via di dissolvimento. Altrove ha continuato a prevalere il sereno, mentre l'umidità ha cominciato a salire nuovamente, sfiorando il 50-55% in prossimità del suolo verso le ore 22, nelle zone più lontane dalle città. Report di Lorenzo Catania DALLA TOSCANA Nulla di importante da segnalare per la giornata di ieri: il tempo si è mantenuto di stampo anticiclonico su tutta la regione, ad eccezione del solito sviluppo di nubi cumuliformi nel pomeriggio a ridosso dei rilievi. Un debole rovescio ha poi interessato una modesta area al confine con Marche ed Umbria, nell’est della regione. Con il sopraggiungere della sera anche questa debole linea di instabilità si è dissolta. Ecco alcuni dati registrati alle 14 in alcune località: Arezzo 32°C, 22% u.r. Firenze 30°C, 38% u.r. Grosseto 32°C, 23% u.r. Pisa 31°C, 45% u.r. Report di Alessandro Nardi DAL LAZIO Giornata un po’ in controtendenza quella di ieri, lunedi 7 luglio, rispetto al trend affermatosi nel corso degli ultimi due mesi: ad una mattinata variabile e per lo più nuvolosa, ha fatto seguito un pomeriggio per lo più soleggiato e stabile. La causa di tutto ciò va ricercata nel rapido passaggio di un blando corpo nuvoloso che ha solcato i cieli della regione nella prima parte della giornata, senza dar luogo però a fenomeni di rilievo. La debole instabilità ha favorito lo sviluppo di nubi cumuliformi, ma è mancata l’energia sufficiente ad innescare processi temporaleschi. Già dalle prime ore del pomeriggio, infatti, l’aria è andata ristabilendosi, e gli annuvolamenti del mattino hanno lasciato il posto a sempre più ampie schiarite. Le temperature si sono mantenute sui valori degli ultimi giorni, con le minime sempre a ridosso dei 20°C in pianura ed in collina, e con le massime che in città hanno toccato i 31°C. Evidente l’effetto della brezza sul litorale, dove i picchi di temperatura massima non hanno invece superato i 28-29°C; gli stessi valori li abbiamo ritrovati sui Colli Albani alla quota di 500 metri. Report di Emanuele Latini DALLA CAMPANIA La giornata di ieri ha vissuto un inizio all'insegna del cielo sereno o poco nuvoloso un po' su tutto il territorio regionale. Con il trascorrere delle ore, la situazione, rimasta pressochè inalterata lungo le coste, è invece andata progressivamente mutando nelle zone interne, dove nel pomeriggio si è assistito ad un fiorire piuttosto diffuso di cumuli imponenti accompagnato, in diversi casi, anche da qualche temporale locale, come accaduto nel Beneventano. Le temperature massime non hanno subìto particolari variazioni rispetto ai giorni precedenti, con valori, compresi tra i 29°C di Napoli ed i 32°C di Avellino e Caserta, ancora discretamente tollerabili grazie alla persistenza della fresca ventilazione settentrionale instauratasi nel corso del week-end. Alle 22,30 il cielo del capoluogo partenopeo era sereno, con una temperatura di 24°C, una U.R. del 64% ed una pressione di 1017hPa. Report di Luca Montella DALLA CALABRIA Poco da segnalare per il primo giorno della settimana. Il cielo è rimasto pressochè sereno per tutta la giornata su buona parte della regione. Qualche nube in più su zone tirreniche mentre nel pomeriggio si è potuto osservare un moderato aumento di nubi sui rilievi appenninici special modo della Sila, ma non si sono segnalate precipitazioni. Le temperature hanno subìto un contenuto aumento, ma di certo non si sono registrati i valori abnormi che hanno contrassegnato la settimana scorsa. Ecco alcuni valori termici di "massima": Crotone 30°C, Lamezia 27°C, Monte Scuro 19°C, Reggio C. +33°C. Ancora una volta è stata la città dello Stretto ad avere la temperatura più alta, anche se, grazie al basso tasso di umidità relativa, si è trattato di un caldo più che sopportabile. Merito delle correnti di aria secca che continuano ad affluire dalle alte latitudini europee. Report a cura di www.calabriameteo.it

Autore : Redazione

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum