Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

ITALIA: news dalle regioni

Le notizie di cronaca dai nostri corrispondenti locali...

Cronaca meteo - 19 Giugno 2003, ore 09.50

DALLA VALLE D'AOSTA Tempo soleggiato e non troppo caldo e afoso come la settimana scorsa, quello che abbiamo avuto nella giornata di ieri in tutta la Valle d'Aosta. Se vogliamo dare uno sguardo alle temperature registrate nelle ore piu' calde, possiamo sicuramente dire che queste si sono mantenute su valori leggermente sopra la media di riferimento del periodo, ad esempio la citta di Aosta ha registrato 29°C, che non sono sicuramente i 34-35 °C dei giorni scorsi, ma rappresentano comunque una valore abbastanza rilevante. Anche ad altezze piu' elevate come a Rhemes Notre Dames ( alla quota di 1800 m.), e' stata registrata una massima di 18,5°C, a dimostrazione che anche in quota le temperature sono riamaste sopra la media. A livello locale a Champorcher si puo' certamente affermare che e' stata una bella giornata di sole, con qualche nube sui rilievi e le creste piu' alte che tuttavia non hanno portato nessuna precipitazione. La massima registrata e' stata di 23°C, la minima e' scesa fino i 12°C, valori anche qui poco sopra la media, ma sempre molto gradevoli. Concludendo possiamo dire che la giornata e' trascorsa senza particolari sussulti o fenomeni, ma e' stata l' ideale per chi ha scelto di farsi delle belle passeggiate o escursioni in montagna. Report di Matteo Martuccio DALLE DOLOMITI TRENTINE Quella di ieri e' stata una giornata a due volti. La mattinata e' trascorsa con cielo costantemente coperto, pur in assenza di precipitazioni degne di rilievo. La temperatura si e' mantenuta piuttosto bassa,registrando una punta messima intorno le 11:30 di 18.2°. A partire dalle prime ore del pomeriggio,invece, si e' avuto un rapido e deciso miglioramento delle condizioni atmosferiche,con schiarie sempre piu' ampie e temperatura che ha raggiunto i 24.2°. Nessuna attivita' temporalesca e' stata registrata. Durante la notte la colonnina di mercurio e' scesa significativamente raggiungendo una minima ai 1000 mt di 12.4°. Report di Michele Gravina. DALLA LIGURIA Nelle prime ore del mattino, un temporale di matrice marittima di discreta intensità ha interessato parte della Riviera di Levante. La cella temporalesca si è formata approssimativamente verso l'una di notte, in prossimità del Promontorio di Portofino. Molto rapida e veloce la sua estensione. In poco tempo il nucleo temporalesco ha raggiunto la sua fase di maturità, con notevole attività elettrica. Il tutto veniva alimentato posteriormente da aria più fresca in entrata da nord, mentre anteriormente era presente un richiamo umido meridionale. Il temporale marittimo ha seguito la linea di costa, andandosi a scaricare tra le 2 e le 5 del mattino sulla città di La Spezia. 41 i millimetri scaricati sulla città dell'estremo Levante ligure, con una cumulata di 31mm tra le ore 3 e le ore 4. Sulle altre zone del levante interessate dal fenomeno la pioggia è stata più scarsa, con valori compresi tra i 10mm di Chiavari e i 20mm della zona delle Cinque Terre. Completamente saltato dal fenomeno il genovesato fino a Portofino. Il resto della giornata ha visto la presenza di nubi a sviluppo verticale sull'Appennino orientale e sul settore ligure delle Alpi Marittime con qualche isolato temporale, mentre sulle coste il tempo si è mantenuto buono, a parte la presenza di locali nubi marittime. In serata il cielo è tornato sereno su tutta la regione, dopo gli ultimi sconfinamenti di nubi dall'entroterra sullo spezzino. Le temperature hanno subito un lieve calo, attestandosi sui 27°-28° lungo la fascia costiera. DALLA LOMBARDIA: la leggera corrente favonica di ieri ha regalato una giornata soleggiata e calda, contrariamente alle previsioni. Una certa foschia ha gravato sulla bassa pianura. Nel tardo pomeriggio e in serata una cellula temporalesca inserita in un flusso di correnti settentrionali si è formata nella bergamasca ed è scivolata verso il Mantovano. Al suolo si sono attivate correnti da ESE che hanno spinto della nuvolosità anche sul Milanese, dove però non si sono registrate precipitazioni di rilievo. A Milano minima di 20°C, massima di 32°C. Report di Paolo Galli DALLA TOSCANA: La mattinata di mercoledì sull'Aretino si è presentata nuvolosa con debole pioggia e una temperatura alle 8 di circa 17 gradi, effetto della coda della perturbazione atlantica che ci ha interessato. Verso la fine della mattinata il cielo si è quasi rasserenato, c'erano solo delle innocue velature l'atmosfera si è rapidamente riscaldata e la temperatura alle 14 era di 30 gradi con umidità piuttosto alta. Lo sviluppo della nuvolosità termoconvettiva è avvenuto nel primo pomeriggio sviluppandosi perlopiù verso lo spartiacque appenninico. L'analisi del bispettrale evidenziava una cella temporalesca sulla Toscana Meridionale fra le province di Grosseto e Siena e un'altra cella temporalesca in sviluppo oltre la catena appenninica in territorio romagnolo. Verso le 17.30 si segnalavano dei rovesci intensi in Altotevere e basso Casentino con discreta attività elettrica e il radar presentava un fondoscala marcato su queste zone. Questa cella temporalesca si espandeva velocemente alla zona di Arezzo avendo come "carburante" l'alto tasso di umidità presente, iniziava a cadere una pioggia intensa, le strade si sono allagate in un batter d'occhio. Il cielo presentava delle spettacolari shelf cloud con una intensità rimarchevole di fulmini e tuoni e la pioggia si faceva più intensa, costringendo molti automobilisti a fermarsi, molte auto sono rimaste impantanate su strade diventate torrenti e intanto iniziava a cadere una fitta grandinata e qui ho incrociato le dita ricordandomi quello che è successo domenica scorsa. Una cosa importante da rimarcare: la temperatura dell'aria a poche centinaia di metri dal temporale era di ben 25 gradi e nel bel mezzo dello stesso di addirittura 16 gradi, una cosa davvero notevole. Inutile rimarcare i disagi per il traffico, non c'era una strada della città che non fosse allagata. Penso che con questo ennesimo temporale ad Arezzo abbiamo abbondantemente superato la media precipitativa di giugno, soprattutto nelle zone più colpite. Anche stavolta risparmiate dal temporale (diciamo nubifragio) il Valdarno e gran parte della Valdichiana dove fino alle 18 non si sono segnalate precipitazioni di rilievo. Alle 19.30 la precipitazione, già sensibilmente attenuata in precedenza, è cessata e l'entrata di correnti più fresche e secche ha ripulito il cielo. Report di Alessandro Nardi

Autore : Redazione

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 02.58: A14 Pescara-Bari

rallentamento

Traffico rallentato causa trasporto eccezionale nel tratto compreso tra Lanciano (Km. 413,8) e Val..…

h 02.45: A26 Genova-Gravellona Toce

vento-forte

Vento forte nel tratto compreso tra Ovada (Km. 29,9) e Allacciamento Diram. Predosa-Bettole (Km. 45..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum