Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

ITALIA: i reportages da Napoli e dalla Sardegna

La cronaca di martedì 9 settembre.

Cronaca meteo - 10 Settembre 2003, ore 08.35

CAMPANIA Giornata difficile quella di ieri in Campania a causa dei nubifragi abbattutisi nel pomeriggio, in particolar modo sulla città di Napoli ove alla fine, purtroppo, le conseguenze di fenomeni tanto violenti avrebbero provocato anche una vittima. Già la mattinata esordiva senza promettere niente di buono, caratterizzata com'era, nella sua fase iniziale, da una nuvolosità irregolare che localmente dava luogo brevi e deboli precipitazioni prefrontali. Alla lunga, però, il sole riusciva ad avere la meglio, almeno fino al primo pomeriggio, contribuendo a far curiosamente allineare sui 26°C le temperature massime di Napoli, Salerno, Caserta ed Avellino. Successivamente il cielo andava coprendosi sempre più minacciosamente, finchè intorno alle 17 scoppiavano dei veri e propri nubifragi, che a più riprese colpivano un po' tutto il territorio regionale. La città di Napoli, in particolare, veniva sconvolta da ben 2 episodi di notevole violenza - a distanza di poco più di un'ora fra loro - le cui conseguenze però sarebbero tragicamente costate la vita ad un uomo di 40 anni, trascinato via dalla furia delle acque piovane provenienti dalle zone più alte della città. Le strade dei quartieri collinari, infatti, diventavano simili a veri e propri fiumi in piena, con numerose auto che finivano in panne, cassonetti dell'immondizia che venivano abbattuti e diversi esercizi commerciali che erano invasi dalle acque. Un intero palazzo del Vomero veniva sgomberato a causa degli imponenti allagamenti avvenuti negli scantinati, allagamenti peraltro segnalati numerosi soprattutto nei quartieri pianeggianti della città. Alla fine nel martoriato capoluogo campano si sarebbero registrati accumuli prossimi ai 100mm. Anche nella provincia del capoluogo campano l'ondata temporalesca non passava inosservata, infatti qualche movimento franoso si verificava ad Ischia e su alcuni tratti della statale sorrentina. Accumuli discreti si sarebbero raggiunti anche ad Avellino con 35mm, ed a Salerno con quasi 25mm. A sera, poi, tutti i fenomeni andavano fortunatamente attenuandosi. A Napoli alle 23 il cielo era nuvoloso per nubi alte, la temperatura era di 20°C. Report di Luca Montella SARDEGNA Prima giornata autunnale in Sardegna, con forti temporali e notevoli accumuli di pioggia, soprattutto nel Sassarese, dove a Giave, fino alle ore 14 sono caduti ben 70 millimetri. La pioggia ha iniziato a cadere fin dalle prime ore della notte a partire dalla parte nord occidentale dell´isola, sospinta da forti venti provenienti da nord ovest. Intorno alle 8.30 da Cagliari si intravedevano minacciose nubi con forte attività elettrica correlata e, poco dopo, si scatenava un violento nubifragio che ha allagato alcune parti della città, accompagnato da violente raffiche di vento. Fortunatamente il fortunale ha ceduto il passo ad una pioggia meno violenta che è durata fino alle 10. A quell´ora a Cagliari si registravano 17 gradi, mentre a Olbia e ad Alghero continuava a piovere e si registravano 18 gradi. Per gran parte della mattinata e del primo pomeriggio i cieli del sud dell´isola sono stati solcati da nubi imperiose che però non hanno dato luogo a precipitazioni. Intorno alle 18 invece i cieli sono tornati cupi e sono ricomparsi forti temporali, che hanno colpito con precipitazioni rilevanti le montagne ad ovest di Cagliari e il Sarrabus Gerrei, nella parte sud orientale dell´isola. Nel corso della sera continuavano ad arrivare cellule temporalesche provenienti da nord ovest. Alle 21 la pioggia veniva registrata ad Alghero mentre i temporali imperversavano ancora sulle montagne vicino a Cagliari e in altre parti della Sardegna. Report di Luca Sulcis PIEMONTE Già dalla tarda serata di Lunedì 8 Settembre la perturbazione tanto attesa aveva portato le prime piogge sul Torinese, pioggia che quasi ininterrotamente è caduta per 20 ore su buona parte del Piemonte. La giornata è iniziata sotto una pioggia battente e con una minima di 13°C, la pioggia a tratti forte che è caduta per tutto il giorno non ha permesso alla temperatura di salire tanto che la massima ha raggiunto a malapena i 14°C, una giornata decisamente dallo stampo autunnale. La neve ha fatto la sua ricomparsa mediamente sopra i 2500 metri di quota vivacizzando il paesaggio alpino, anche i corsi d' acqua sono ritornati tali, gonfiandosi e coprendo le tante isolette che si erano formate nei letti. Il Piemonte e il Torinese in primis possono dirsi soddisfatti per questa prima, e speriamo non isolata, precipitazione che ci ha investiti. Ad Orbassano, Torino, registrati a fine giornata ben 68 mm di pioggia. Report di Mario Adinolfi UMBRIA Giornata tipicamente autunnale quella di ieri in Umbria, iniziata con cielo coperto da spesse velature e nebbie in sollevamento, temperature minime mattutine comprese tra 14° e 17°. La mattinata è proseguita con cieli prevalentemente coperti e solo per brevi periodi il sole è filtrato attraverso le nubi fin quando poi, nelle ore centrali, è arrivata pure la pioggia, questo ha impedito alle temperature di crescere come nei giorni precedenti, ed attestarsi quindi fra i 20° ed i 23°. Le precipitazioni sono state in generale scarse, intensità debole o moderata, qualche isolato temporale ha prodotto pure alcuni rovesci più intensi, comunque solo in rarissime e limitate zone gli accumuli hanno toccato i 20mm, di seguito alcuni valori relativi a zone dell'Umbria. Marsciano 18-22 mm, Assisi 13-18 mm, Perugia 10-15 mm , Terni 10-15 mm, Foligno 10-15 mm, Città di Castello 2-4 mm. VALLE D'AOSTA E' andata in archivio un' altra giornata di pioggia e temporali che hanno colpito piu' o meno tutte le localita' della regione anche se come al solito si notano delle differenze tra le diverse vallate, questo a causa della diversa e molto variegata orografia di questa piccola regione.Gli accumuli variano da comune a comune infatti possiamo notare come a Verres e Cogne sono caduti solo pochi mm. di pioggia, mentre in alta valle nelle zone tra Morgex e La Thuile si registrano precipitazioni piu' abbondanti che hanno superato i 10-15 m.., segno questo di componente classica dei temporali detta in gergo "a macchia di leopardo". Nel dettaglio il tempo e' rimasto molto perturbato dalla nottata fino al pomeriggio compreso, poi sono subentrate le correnti da nord che hanno provveduto a spazzare via le ultime nubi e le precipitazioni sono mano a mano cessate lasciando cosi' spazio ad ampi squarci di sereno. Le temperature sono rimaste perlopiu' stabili e solo in montagna hanno subito una diminuzione piu' marcata che comunque non ha raggiunto valori di freddo eccezionali, infatti alla quota di riferimento (1500 m.) i valori hanno oscillato tra i 7-10 °C di massima mentre le minime si sono fermate a 5-7 °C, con lo zero termico posizionato intorno ai 2600-2700 m ad inizio giornata per poi scendere fino a 2500 m. in serata. La neve e' caduta in modo irregolare e si segnalano locali "spolverate" a quote prossime ai 2300 m. I venti come gia' accenato prima sono ruotati dai quadranti meriodionali a quelli settentrionali con rinforzi sulle zone interessate dai fenomeni piu' intensi. Questi in dati riferiti al capoluogo Aosta: Temp. max. 16°C temp. min. 13°C precipitazione accumulata 14 mm. Report di Matteo Martuccio TOSCANA Giornata perturbata in stile autunnale su tutta la regione quella di ieri, ma gli effetti della depressione "Erica" sono stati un po' al di sotto delle aspettative su buona parte del territorio soprattutto dal punto di vista precipitativo. Infatti in alcune località non si sono superati i 5 mm di pioggia, un po' meglio è andata sulla Versilia e sull'alta Toscana. Le precipitazioni sono state fra il debole e il moderato e hanno coperto, con una durata variabile a seconda delle zone, l'intera regione (nell'aretino non hanno superato le tre-quattro ore). A causa dell'assenza del sole le temperature massime sono risultate bassine e sotto le medie e non hanno superato i 20 gradi mentre le minime sono rimaste in linea con il periodo. Report di Alessandro Nardi

Autore : Redazione

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 14.21: A14 Ramo Casalecchio

coda rallentamento

Code causa traffico intenso nel tratto compreso tra Bologna Casalecchio (Km. 0,8) e Allacciamento A..…

h 14.15: A2 Napoli-Salerno

incendio

Fumo causa incendio nel tratto compreso tra Nocera (Km. 36,5) e Cava De' Tirreni (Km. 42,9) in en..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum