Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Il vento non ha dato tregua, danni e disagi su molte regioni

Il vortice depressionario centrato sul basso Tirreno ha sospinto su gran parte del Paese forti venti a rotazione ciclonica. Chiuso temporaneamente il porto di Genova, bufere in Sardegna, mari agitati. Cronaca di una giornata difficile

Cronaca meteo - 7 Marzo 2008, ore 10.33

Che marzo sia il mese ventoso per antonomasia lo possiamo accettare. Ma il vento che nella giornata di ieri, giovedi 6, ha spazzato mezza Italia ha davvero superato il limite. Le maglie strette di questa situazione di maltempo è stata all'origine di notevoli disagi su gran parte del Paese. Nell'entroterra marchigiano violente bufere di neve hanno creato problemi alla viabilità ma hanno anche causato lo sdradicamento di alcuni alberi, in particolare nell'ascolano. Alcune linee elettriche sono state abbattute in più punti determinando una serie di black out elettrici, inoltre l'accesso ai luoghi dove necessitano le riparazioni è reso difficile proprio dal maltempo. Una violenta tormenta di neve ha infuriato la scorsa notte sul monte Nerone, e ha imperversato anche per parte della giornata lasciando un paesaggio bianco stile siberiano. I mezzi spazzaneve sono però in funzione per consentire la regolare viabilità sulle strade. Mari in cattive condizioni. Interrotti in Adriatico i collegamenti con le isole Tremiti, mentre in Sardegna le navi di linea sono giunte in porto con un ritardo medio di tre ore. In particolare la motonave "Nuraghes" proveniente da Civitavecchia, il cui arrivo era previsto per le 6, è giunta nel porto di Olbia alle 10.30. La Liguria è stata spazzata per l'intera giornata da una forte tramontana. Particolarmente colpiti i settori di Ponente e i valichi appenninici. La società Autostrade per l'Italia ha vietato il transito di furgonati e telonati leggeri. A Genova stato temporaneamente chiuso il terminal Sech dell'area portuale e, come inevitabile conseguenza, il traffico e' andato in tilt in gran parte del capoluogo ligure. Non poteva mancare la bora sul golfo di Trieste. Nel capoluogo giuliano le raffiche hanno toccato punto vicine ai 120 km/h ma l'impeto del vento ha raggiunto anche Venezia e i litorali romagnoli dove la furia di Eolo è stata all'origine di estese mareggiate.

Autore : Luca Angelini

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 00.10: A23 Palmanova-Tarvisio

rallentamento

Veicoli lenti nel tratto compreso tra Pontebba (Km. 92,4) e Barriera Di Ugovizza-Tarvisio (Km. 105,..…

h 00.04: SS18 Tirrena Inferiore

rallentamento

Traffico rallentato, guasto a 3,911 km prima di Incrocio Bellizzi (Km. 69,5) in direzione Incroci..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum