Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Gran caldo al sud, nelle Alpi serve il maglione

Ondata di calore occorsa al sud, con punte massime raggiunte in Puglia. Sulle Alpi sono stati ancora una volta i temporali a farla da padrone con temperature fresche per la stagione

Cronaca meteo - 8 Luglio 2008, ore 09.57

Le nostre regioni meridionali si sono trovate nelle scorse ore alle prese con una nuova ondata di calore. E' stata la Puglia nello specifico a boccheggiare in modo particolare sotto la sferza di un'estate che non lascia respirare, che non dà tregua. Lunedì 7 luglio Bari si è rivelata la fornace d'Italia, con la colonnina di mercurio che in città ha superato i 40°C. Nonostante la vicinanza del mare il gran caldo ha picchiato duro provocando malori anche tra coloro che si trovavano in spiaggia. Due giovani, una dodicenne e un ragazzo di 25 anni, sono stati colti da malore sulla battigia e riceverati in ospedale. Per il giovane, che ha sfiorato il collasso per l'eccessiva e prolungata esposizione al sole, è stato necessario il ricovero in ospedale. Anche Lecce e Taranto hanno sfiorato i 40°C. In entrambe le località si sono registrati problemi di approvvigionamento energetico a causa del sovraccarico dovuto agli impianti di aria condizionata. Morale, a Lecce il consiglio comunale è stato sciolto in fretta e furia a causa dell'aula consiliare diveuta una fornace. Situazione analoga a Taranto dove il Palazzo di Giustizia è rimasto senza aria condizionata con le aule trasformate in autentiche saune. Il consiglio dell'Ordine degli Avvocati ha di conseguenza proclamato uno sciopero generale fino al 31 luglio in attesa della riparazione degli impianti. Nel brindisino sono stati invece gli incendi a fare notizia: le fiamme hanno reso difficoltosa la circolazione stradale nei pressi della città lambendo anche l'ex base militare statunitense. Situazione analoga nei presi di Taranto, dove alcune villette, minacciate dalle fiamme, sono state fatte sgomberare per motivi di sicurezza. Tutta un'altra aria sulle Alpi. Le nostre montagne sono state battute per buona parte della giornata da forti temporali. Un nubifragio si è abbattuto nel primo pomeriggio di lunedì su Varese causando allagamenti, black-out e la caduta di alberi. Problemi anche alla circolazione stradale, in partiolare lungo la strada costiera del lago Maggiore tra Laveno e Castelveccana. Situazione pesante anche in Trentino e nel padovano. Una violenta grandinata si è abbattuta tra la zona del Monte Baldo e la val di Non causando ingenti danni alle colture. In Veneto la zona di Salboro (Padova) è stata presa di mira da una tromba d'aria che ha scoperchiato alcune case. In Alto Adige, a fronte di fenomeni tutto sommato più moderati, si è respirata un'aria decisamente autunnale: per uscire qui è necessario il maglione.

Autore : Luca Angelini

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum