Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Genova: ponente sott'acqua, a levante poche gocce. Come mai?

La zona di Sampierdarena è stata investita da un violento nubifragio, mentre in centro e sul levante genovese le precipitazioni sono state scarse. Cerchiamo di capire perchè.

Cronaca meteo - 22 Novembre 2002, ore 09.10

Fossimo stati a settembre o ad ottobre probabilmente avremmo assistito ad uno dei temporali marittimi più intensi degli ultimi periodi. Essendo in novembre, i contrasti meno accesi, hanno fatto si che l'attività elettrica fosse nulla e che le precipitazioni, nonostante siano state abbondanti, abbiano colpito solo una ristretta zona della città. Il modo in cui si è sviluppato questo fenomeno è comunque molto simile a quello dei temporali marittimi e a dare una mano a questo sviluppo ci ha pensato la Tramontana scura che soffia a Genova ormai da ieri. La disposizione appunto delle correnti al suolo da NE ha fatto si che il vento fresco, una volta a contatto con la superficie del mare ancora tiepida(sui 17°C), sollevasse una piccola massa d'aria calda. Questa massa d'aria, salendo verso l'alto è condensata in nubi che sono state catturate dalle correnti in quota(disposte da SW) e mandate verso la città a scaricare una certa quantità d'acqua. Si è cosi' formata una specie di supercella minuscola, potremmo definirla una "microcella" che, non essendoci molta energia in gioco non ha avuto l'occasione per svilupparsi orizzontalmente, ma ha trovato facile sbocco nella Val Polcevera. Infatti anche procedendo verso W, in zona Voltri o Sestri Ponente, gli accumuli risultano nettamente inferiori. La "microcella" in questione, aveva la stessa fisionomia di un temporale marittimo, con una "testa" a circa 1 km dalla costa, che continuava a rifornirsi in mare, un "corpo"(zona dove le precipitazioni sono sempre maggiori) situato proprio in prossimità del litorale ed una "coda"(dove le precipitazioni scemano via via che si si allontana dal corpo e dalla testa) che si estendeva verso N, in Val Polcevera. Le intense precipitazioni hanno imperversato sulla medesima zona fin tanto che la situazione è stata equilibrata: per oltre un'ora l'energia dispersa dal "corpo" e dalla "coda" sottoforma di precipitazioni veniva reintegrata dalla "testa" che acquisiva rifornimenti dal mare. Appena quest'equilibrio è venuto meno, la microcella ha cominciato a spostarsi verso N, posizionando la "testa" sulla costa(più fredda dell'acqua del mare) e perdendo cosi' notevolmente energia. La cella è riuscita a percorrere ancora qualche Km verso N, dissolvendosi gradualmente. La zona di Sampierdarena è stata la più colpita poiché, nella fase più acuta, si è trovata esattamente sotto il "corpo" della microcella. In centro ed in Val Bisagno si sono accumulati circa 10mm, nel levante circa 4-5mm, mentre a Sampierdarena l'accumulo ha sicuramente superato i 60mm in 60 minuti.

Autore : Giuseppe Trimarchi

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 01.37: SS113 Settentrionale Sicula

problema sdrucciolevole

Fondo stradale scivoloso nel tratto compreso tra 7,835 km dopo Incrocio S.Stefano Di Camastra (Km...…

h 01.31: A14 Diramazione Per Ravenna

incidente

Incidente nel tratto compreso tra Bagnacavallo e Svincolo Di Ravenna - S.Vitale (Km. 26,5) in dir..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum