Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

"Bomba d'acqua" nelle province di Grosseto, Siena e Arezzo

Rischio a Siena per le reliquie di Santa Caterina lambite dalle acque. Treni bloccati, fogne saltate, allagamenti e fortissimi disagi alla circolazione

Cronaca meteo - 30 Ottobre 2004, ore 08.28

L'ondata di maltempo in Toscana, prevista dalle carte sinottiche rilanciata da MeteoLive, si è puntualmente avverata. Il maltempo ha infatti causato danni, smottamenti e disagi alla circolazione in buona parte della regione. Maggiormente colpite dall'asse sud-ovest nord-est le province di Grosseto, Siena e Arezzo. Una vera "bomba d'acqua" sin dalle prime ore del pomeriggio si è abbattuta nella bassa Toscana, lambendo, per fortuna il Pistoiese, il Viareggino e le province di Massa Carrara. Ecco i dettagli delle province: ARETINO - La provincia di Arezzo è stata investita in pieno dalle 16 alle 18 da un vero e proprio nubifragio. I trenta millimetri hanno mandato in pressione le fognature e in tutta la città ci sono stati numerosi allagamenti, rendendo inutile anche il lavoro con la motopompa. Sempre in città la protezione civile è dovuta intervenire con un'auto dotata di verricello per tirare fuori da un sottopasso un furgone. Allagata anche la hall dell'ospedale cittadino, acqua alta in diverse strade. Sotto controllo i torrenti Castro e Bicchieraia anche se la protezione civile ne aveva denunciato la pericolosità in passato. Non meno rosea la situazione in provincia dove il fronte temporalesco ha provocato disagi, soprattutto al traffico automobilistico con torrenti esondati e strade allagate. Code di qualche chilometro anche lungo il tratto aretino dell'autostrada del Sole. SENESE - A Siena le forti pioggee hanno creato infiltrazioni nella cripta della chiesa di San Domenico dove le reliquie di Santa Caterina (Patrona d'Italia) hanno rischiato di inzupparsi di pioggia. Pronti gli interventi per scongiurare il contatto dell'acqua con le ossa della Santa. Le violente precipitazioni hanno messo a dura prova anche le pareti della chiesa coperte da affreschi del Quattrocento e del Cinquecento, tra cui quelli di Francesco Vanni, del Salimbeni e del Sodoma, e vari arredi del quattordicesimo e quindicesimo secolo. A Siena molti altri edifici hanno subìto allagamenti a causa dei rovesci d'acqua. GROSSETANO - Pioggia e vento anche in Maremma, con disagi pesanti in diverse strade dell'entroterra e della costa. In particolare lungo la Siena-Grosseto gli scrosci d'acqua hanno invaso le gallerie rendendo problematica la circolazione, che comunque non è stata interrotta. Sempre lungo la superstrada molto scarsa la visibilità: in alcuni punti gli automobilisti sono stati costretti a fermarsi. Sede stradale completamente allagata sulla provinciale del Padule che collega Grosseto a Castiglione della Pescaia. E Castiglione della Pescaia si è ritrovata completamente sommersa. Il maltempo ha provocato in serata anche la chiusura della linea ferroviaria Siena-Grosseto, nel tratto compreso fra Roccastrada e Sticciano. Acqua, fango e detriti hanno invaso i binari paralizzando la circolazione. Alcuni treni sono rimasti fermi lungo la linea e le Ferrovie hanno inviato autobus sostitutivi per consentire ai passeggeri di raggiungere le destinazioni. LIVORNESE - Pioggia battente a Livorno e sui comuni limitrofi. A San Vincenzo la scuola materna comunale è stata chiusa perché pioveva dal tetto. I 130 bambini sono stati rimandati a casa, la scuola è stata dichiarata inagibile. FIRENZE - Copiose infiltrazioni d'acqua hanno inondato il terzo piano e il sottotetto di uno dei palazzi storici di Firenze: Palazzo Strozzi; mentre il secondo piano è stato colpito in modo lieve. L'acqua è entrata da un lucernaio allagando il piano. Nei sotteranei dell'ospedale di Careggi si sono formate pozze d'acqua che hanno impedito, per tutto il giorno, il passaggio dei degenti. PISTOIESE - Qui, fortunatamente il fronte temporalesco ha risparmiato la zona. Ha piovuto, ma con scarsa intensità e gli accumuli sono stati irrisori. LUCCHESIA - A causa della particolare conformazione geologica della zona le previsioni davano pioggia battente. Se si esclude la Valle del Serchio monitorata dalla Protezione civile (ricordiamo che nel 2000 fu tristemente famosa per via di uno smottamento nel quale morirono cinque persone) e per cui esistevano rischi di smottamenti e allagamenti, nonostante la pioggia, la situazione è rimasta sotto controllo. Infatti a Carrara oggi sono caduti "solo" 13 mm. Pioggia quindi, ma non forte. Nel pomeriggio infatti, la precipitazione è stata debole, e ciò ha permesso al terreno di assorbire ben bene l'acqua caduta in questi ultimi giorni. Da segnalare che alle ore 20 a Sarzana venivano registrati accumuli meteorici solo di 5 mm. Quindi un inezia. Le temperature, dopo i picchi estivi dei giorni scorsi, in tutta la Toscana sono calate sensibilmente.

Autore : Germano Fabris

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum