Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Se l'anticiclone delle Azzorre tentasse una sortita verso nord?

Quest'oggi abbiamo deciso di commentare un run alternativo del modello americano che prevede l'evoluzione a nord dell'anticiclone delle Azzorre. Quali effetti avrebbe questa manovra sulla circolazione atmosferica europea?

Considerazioni - 18 Gennaio 2013, ore 15.30

In questi giorni di grande dinamismo atmosferico si ha sempre l'impressione che il generale inverno non riesca a dare il meglio di se regalando un episodio di freddo realmente ben assestato sullo stivale. La ragione di questo comportamento da parte dell'atmosfera è da ricercarsi nella famigerata mancanza della wave due atlantica, protesa verso nord.

In buona sostanza la wave due altro non è che l'anticiclone delle Azzorre che durante la stagione fredda è spesso protagonista indiscusso della scena atmosferica sull'estrema Europa occidentale e l'oceano Atlantico. La sua elevazione verso latitudini settentrionali può rappresentare a tutti gli effetti il fattore scatenante delle più importanti ondate di gelo possibili sul nostro Paese.

L'elevazione verso nord dell'anticiclone viene così a creare una situazione tipica di blocking nei confronti delle correnti mitigatrici atlantiche che trovano così la strada sbarrata nella loro evoluzione sin verso l'Europa. Purtroppo l'inverno 2012-2013 si sta dimostrando una stagione di grande crisi per quanto riguarda lo sviluppo a nord della famigerata wave 2.

L'anticiclone delle Azzorre tende a distendersi placidamente verso l'Europa occidentale ed il Mediterraneo con scarsa propensione dello stesso ad una sua elevazione verso nord. Nonostante la sua difficoltà nel creare blocking decisi della circolazione, alcune previsioni alternative emesse dal modello americano GFS si avvicinano di tanto in tanto a questa particolare situazione sinottica.

In parte questo percorso dell'atmosfera viene confermato anche dai pannelli a lungo termine del modello inglese ECMWF con un raffreddamento dell'Europa senza dubbio più importante rispetto a quello previsto dal modello americano.

Approfondimenti su: http://meteolive.leonardo.it/news/In-primo-piano/2/Cosa-impedisce-o-impedira-al-grande-freddo-di-arrivare-nel-cuore-dell-Europa-/40167/ di Luca Angelini.


Autore : William Demasi

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 16.57: A4 Brescia-Padova

coda incidente

Code per 4 km causa incidente risolto nel tratto compreso tra Svincolo Brescia Est (Km. 230,2) e S..…

h 16.53: Firenze Via Guido Monaco

rallentamento

Traffico rallentato causa traffico intenso sulla Via Guido Monaco…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum