Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Ma c'è qualcuno che ami il caldo?

Lo sfogo di un "freddoloso" appassionato di meteorologia

Considerazioni - 11 Gennaio 2001, ore 10.57

E' solo qualche mese fa che ho scoperto Meteolive: da allora mi collego al suo sito web quasi quotidianamente, tempo (non in senso meteorologico) permettendo. Le informazioni date sono variegate ed interessantissime per chi, come me, è appassionato di meteorologia fin da bambino. Quante volte, leggendo gli articoli di molti altri lettori, mi sono ritrovate nel rivivere quelle stesse attese, delusioni, emozioni (non poi così rare, dal mio punto di vista) col naso schiacciato contro la finestra o fuori da questa, dovendosi sorbire le lamentele della mamma e di tutti gli altri familiari. E quanti raffreddori e influenze prese, per dover sempre controllare "da vicino" l'evoluzione del tempo! Per non dire poi degli sforzi fatti, da quando ho cominciato a lavorare (in un ufficio, nel mio caso), per resistere e non andare di continuo verso le finestre a guardare fuori (se non altro per non fare la figura del "paranoico"!). Abito a Roma da molti anni (anche se da alcuni mesi sono quasi sempre a Milano per lavoro) e anche io ogni inverno, come tanti altri italiani, dal Nord al Sud, sono "sotto sotto" sempre in attesa di una bella nevicata. Evento che a Roma si fa sempre più raro..."purtroppo"?! E infatti proprio su questo punto che vorrei esprimere un giudizio che, sicuramente, uscirà un bel pò' fuori le note rispetto al punto di vista pressocché unanime degli affezionati di Meteolive. In effetti, almeno dal momento in cui ho cominciato a seguirvi, sia da parte della redazione che dai lettori, sono arrivati solo irrefrenabili auspici, incontenibili desideri e viscerali speranze per gelo, bufere di neve e raffiche di gelido vento da est, che dovrebbero colpire l'Italia, con buona gioia di tutti. Per carità, anche a me la neve e il freddo ogni tanto piacciono! Però sarà che sono un freddoloso di natura (la temperatura ideale, per me, sarebbe 30° in un clima secco, come a Madrid o Los Angeles, per esempio) o sarà per tutti i danni alla natura (e, in particolare, alle piante) che tanto auspicato gelo può arrecare, che del freddo riesco a vedere anche tutti gli effetti negativi. E, a questo proposito mi viene da domandarmi se esiste qualcuno, tra gli appassionati di Meteolive, che possa anche sentirsi un pochino contento se stiamo vivendo un inverno particolarmente poco rigido. E' vero che forse è preoccupante questa eccezionale mitezza, ma anche arrivare a ricordare come qualcosa di solo ed esclusivamente fantastico quello che successe nel 1985 (dimenticando i danni che arrecò), mi lascia perplesso. Anche io ho dei bellissimi ricordi di quell'inverno a Roma con un freddo record di -14°, ma non scordo neppure l'immensa tristezza che provavo nel vedere tutte le imponenti palme morte nei giardini, o gli alberi di ficus e di agrumi completamente andati! Per non parlare del mio terrazzo, che era diventato (e sarebbe rimasto per diverse settimane) un piccolo ghiacciaio, con tutti i gerani che coltivavo irrimediabilmente morti (persi 120 varietà di pelargoni, noti anche come gerani imperiali...sigh!). Quindi, scusate se esprimo un giudizio diverso da tutti, ma..."Viva il Caldo"! E quando freddo verrà: ok, ben venga! Ma non ce lo auguriamo sempre e comunque!

Autore : Riccardo Gallucci

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum