Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Da oggi previsioni per tutte le località italiane ad ALTA RISOLUZIONE: primi in Europa!

La nostra rubrica di maggior successo, meteo-città, diviene ad alta risoluzione, basata sul nostro modello fisico-matematico WRF a 3.3km di griglia. Aggiornamenti continui, 8 volte al giorno!

Comunicazioni - 10 Dicembre 2009, ore 16.04

Da questo momento le previsioni per 8.150 località italiane presenti nella nostra rubrica "meteo-città" sono ad alta risoluzione. La precisione delle previsioni sarà quindi ancora più elevata, poichè ci avvarremo non più del modello GFS ma del modello a scala limitata WRF, con griglia di soli 3,3 Km: significa avere un dettaglio 12 volte maggiore ed un aumento della precisione superiore al 25%. Si tratta di un record per questo tipo di servizio, finora in Europa nessuno si era spinto tanto in avanti. Meteo Italia ha deciso di offrire questo prodotto gratuitamente ai propri lettori attraverso il portale MeteoLive.it, già punto di riferimento per tutti gli italiani da 10 anni. Ecco il link: Nuovo Meteo-citta' 2010. I benefici saranno per tutti: dai consultatori abituali, a quelli occasionali, dai clienti che già ricevono i nostri prodotti a quelli nuovi che arriveranno. Numerose sono le raffinatezze di questo nuovo prodotto. WRF (Weather Research Forecasting System) è un modello numerico meteorologico a mesoscala, adatto quindi alla simulazione degli eventi atmosferici anche ad alta risoluzione e su orografia complessa come quella del nostro paese, uno dei più difficili dal punto di vista meteorologico: la nostra rubrica meteo-città da oggi ricaverà i dati di previsione da questo modello e li rielaborerà attraverso alcuni nostri sofisticati algoritmi. La versione operativa presso il nostro Centro di calcolo di Milano è una versione modificata ed adattata all'Italia grazie a 5 mesi di costante monitoraggio e tuning dei risultati da parte del nostro team di ricerca. I risultati delle simulazioni sono stati costantemente confrontati con casi reali al fine di ottimizzare la resa del modello mediante opportuni correttivi sia in fase di run che di postprocessing, specie per quanto riguarda nuvolosità e precipitazioni, i 2 parametri più importanti. Ci avvarremo del nuovissimo sistema matematico denominato "Nearest surround" cioè la presentazione della previsione dopo averla confrontata con quella dei dintorni più prossimi alla località selezionata, al fine di eliminare o mitigare eventuali errori dovuti all'altitudine o a difetti del modello stesso. Questo aumenta notevolmente la precisione del servizio ma è per noi molto dispendioso in sede di calcolo computerizzato poichè i dati da rielaborare si moltiplicano: basti pensare che per consentirvi di consultare il nuovo meteo-città 2010 i nostri computer in totale elaborano più di 400 miliardi di operazioni matematiche al secondo. Il risultato finale per i nostri lettori saranno quindi previsioni meteorologiche di alta affidabilità e precisione, le migliori attualmente disponibili in rete soprattutto perchè derivanti da un modello estremamente affidabile e di soli 3,3 Km di griglia. Giusto per fare un esempio pratico, significa poter disporre di una previsione mirata su una specifica zona di Milano o di Roma, o attivare servizi di allerta professionali su specifici tratti autostradali, cosa impossibile fino a ieri tramite servizi automatizzati. Basti pensare che il nostro sistema elabora i propri output addirittura in funzione del tipo di vegetazione presente, delle caratteristiche del terreno e della copertura nevosa e tiene in considerazione le "isole di calore" cittadine, le foschie, le nebbie di avvezione o di irraggiamento e le brezze marine e montane. Oltre ai consueti parametri che vi abbiamo offerto fino ad oggi nella rubrica meteo-città, ve ne saranno di nuovi, ecco quali: Probabilità di pioggia in % (detto tecnicamente "POP") Tale dato, apparentemente semplice, nasconde a monte dei complessi calcoli matematici. In pratica è la probabilità che le precipitazioni si verifichino in qualunque punto della zona. Pop = C x A, dove "C" = la probabilità che le precipitazioni si verificheranno da qualche parte nella zona di previsione, e dove "A" = la percentuale della superficie che riceverà precipitazioni misurabili. Raffiche massime del vento: a differenza dell'intensità media, indica la velocità massima delle raffiche di vento nel periodo selezionato. Molto utile per far scaturire eventuali allerte. Visibilità: è la visibilità orizzontale al suolo, espressa in km. Per convenzione tecnica si parla di nebbia con visibilità inferiore a 1.000m, anche se in realtà si può definire davvero nebbia una visibilità che scende sotto ai 500m. Indice UV: è l'intensità della radiazione ultravioletta solare che colpisce la località selezionata. L'Indice UV può assumere valori da 0 a 12. A titolo di esempio, alle nostre latitudini, con cielo sereno, l'Indice UV può assumere valori medi di circa 1-3 (mesi invernali), 4-6 (mesi primaverili ed autunnali), fino a 7-9 (mesi estivi); tali valori ovviamente si riducono in caso di cielo nuvoloso. Pressione atmosferica: è la pressione atmosferica ricondotta al livello del mare. Attualmente sono operativi ben 8 run quotidiani del modello e conseguentemente ben 8 aggiornamenti al giorno della rubrica meteo-città e anche questo è un record europeo (al momento i migliori centro meteo arrivano a 2). In pratica potrete busufruire di un aggiornamento ogni 3 ore, anche durante la notte e nel giorni festivi. Inoltre, il sistema è "intelligente" perchè costruito per "autocorreggersi" e "autoimparare" dai propri errori, sia attraverso un confronto in tempo reale con migliaia di stazioni meteorologiche sparse in tutta Europa ed in Italia (denominato come "schema variazionale 3/4 DVar"), sia attraverso l'analisi delle immagini satellitari, radar e palloni sonda, sia attraverso l'analisi di casi simili o reali già accaduti in passato, dei quali il modello incamera milioni di dati ogni giorno per potervi poi accedere in caso di necessità. In pratica si crea una linea di controllo delle previsioni "attorno alla quale il modello può applicare le correzioni più idonee". Tale processo entrerà in funzione gradualmente nei prossimi mesi, per andare a regime a partire dalla metà del 2010, anche se potrete già apprezzarne i vantaggi nei prossimi giorni. Inoltre il sistema in caso di dubbi potrà accedere ai dati previsionali dell'altro nostro modello a 10km di griglia per diminuire eventuali sovrastime ed errori e fornire una maggiore stabilità: questo consente in pratica di aumentare di un ulteriore 8% l'affidabilità delle previsioni. Il servizio subirà continue migliorie nei prossimi mesi, specie per quanto riguarda le temperature in zone montane o collinari, le più difficili e complesse da tarare. Ci farà piacere ricevere le vostre impressioni, i vostri suggerimenti ma anche le vostre critiche, in modo da migliorare ulteriormente il prodotto. E' sempre aperta la nostra e-mail: info@meteolive.it

Autore : Redazione MeteoLive.it

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum