Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Si apre il vertice a Johannesburg

Quali sono le premesse e soprattutto quali sono gli obiettivi che si spera di raggiungere sotto il profilo della climatologia?

Climatologia - 26 Agosto 2002, ore 16.23

Nelle ultime settimane abbiamo sentito parlare spesso di climatologia, a cominciare dagli esperti in materia, per poi passare ai media, per finire con i grandi governanti del mondo. Soprattutto questi ultimi si sono prodigati in numerose dichiarazioni che hanno riempito i quotidiani, sia per la loro importanza, sia per le polemiche che hanno sollevato. Una su tutte ha lasciato a bocca aperta praticamente tutti: ci riferiamo alle parole di Bush, che parlando a proposito degli incendi in America, ha detto praticamente che la soluzione migliore sarebbe il disboscamento di vaste aree, in modo che non ci sia più nulla da bruciare. Dichiarazioni più o meno particolari a parte, c’è da sottolineare che stamani si è aperto il vertice sullo “sviluppo sostenibile” a Johannesburg, dove si parlerà, o perlomeno si proverà a parlare, di vari argomenti; fra questi c’è appunto il clima. Dopo che negli ultimi tempi sono sorte nuove argomentazioni da trattare, come la scomparsa dell'anticiclone delle Azzorre dalla scena europea e l'estensione di una nube tossica su alcune regioni dell'Asia, si sta cercando in tutti i modi di trovare alcune soluzioni che si integrino con le esigenze economiche dei vari Paesi del mondo. L’assenza di Bush e quella probabile del nostro Presidente del Consiglio Berlusconi è sicuramente un segnale negativo in tutti i sensi, ma soprattutto sotto il punto di vista delle risorse che gli Stati “ricchi” hanno intenzione di utilizzare. Pertanto il vertice si apre già sotto una cattiva stella e non è da escludere che alla fine non si riesca a raggiungere un obiettivo univoco. Comunque il primo argomento del vertice dovrebbe sicuramente essere la ratifica del Trattato di Kyoto da parte di tutti i Paesi partecipanti. D’altra parte è ormai sotto gli occhi di tutti che l’emissione dei gas nell’atmosfera sta provocando mutamenti nella sua composizione, sia nella troposfera che alle alte quote e non è da escludere che sia imputabile a questo fenomeno lo spostamento delle principali figure bariche sopratutto nel nostro emisfero. Molti sono gli studi che si stanno interessando dell’argomento, per capire se effettivamente la maggior concentrazione di gas serra nell’aria che respiriamo può provocare mutamenti climatici. Purtroppo il problema non è soltanto questo: infatti, i Paesi in via di sviluppo hanno posizioni completamente opposte rispetto alle altre nazioni per quanto riguarda i metodi per affrontare l’argomento clima; ciò non fa che allontanare ulteriormente le posizioni dei vari Paesi. Comunque per adesso non è stato ancora deciso niente per quanto riguarda il clima: pertanto nella giornata di domani vi forniremo un aggiornamento sugli eventuali passi in avanti fatti.

Autore : Redazione

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum