Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Dubbi sul cambiamento? Fughiamoli...

Getto ancora un po' troppo sparato forse per il periodo tra Natale e Capodanno, ma efficace.

Brevissime - 18 Dicembre 2013, ore 14.13

***La tendenza del vortice polare a guadagnare km verso sud durante il periodo di Natale è ampiamente documentata da tutti i principali modelli matematici.

***Chiaro che in un letto di correnti così tese ci sarà poco spazio per ondulazioni importanti e il tempo sarà improntato ad una generale variabilità, poco invernale ma molto autunnale, del resto in linea con quello che nel centro Europa si chiama "disgelo natalizio", che si verifica molto spesso in questo periodo quando il vortice polare gira a mille.

***Ovvio che venendo comunque da lunghi periodi miti, eccezion fatta per la Valpadana, non ci accorgeremo molto di questo protrarsi dell'autunno.

***Da venerdì 27 in poi è confermato un ulteriore abbassamento del fronte polare e pertanto anche l'Italia verrà raggiunta in modo più netto dalle perturbazioni atlantiche, bensì a tratti anche da masse d'aria piuttosto fredde, che favoriranno nevicate sui nostri rilievi, soprattutto sulle Alpi, ma poi anche in Appennino entro domenica 29 dicembre.

***Per la fine dell'anno e l'inizio del 2014 potrebbe verificarsi una temporanea rimonta dell'anticiclone, subito seguita, prima dell'Epifania da un altro passaggio perturbato in grado di coinvolgere almeno nord e centro del Paese, con altra neve sulle Alpi.

***Al momento questa fase con ondulazioni solo marginali delle correnti in quota, rende difficile ricambi d'aria sostanziali lungo tutti i piani isobarici, in altre parole nei bassi strati potrebbe persistere aria ancora un po' umida e mite, che stenta ad essere evacuata se non dovesse intervenire una corrente sostenuta dai quadranti occidentali o settentrionali. Per questo motivo e soprattutto per la disposizione delle correnti, sino all'Epifania riteniamo difficile (anche se non impossibile) che si possa assistere ad episodi di neve sino in pianura.  

***Si ritiene altresì probabile, come già affermato stamane, una maggiore ondulazione delle correnti nella seconda decade del gennaio con affondi più decisi dell'aria fredda verso le basse latitudini.


Autore : Alessio Grosso

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 06.54: A4 Venezia-Trieste

rallentamento

Traffico rallentato causa scambio di carreggiata nel tratto compreso tra Svincolo S. Giorgio Di Nog..…

h 06.43: A1 Roma-Napoli

incendio

Incendio nel tratto compreso tra Cassino (Km. 669,6) e San Vittore (Km. 678,6) in direzione Napol..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum