Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Prato: quell'entusiasmante febbraio del 1999

Un susseguirsi emozionante di pioggia e neve nel racconto di uno dei nostri forumisti

Amarcord - 23 Gennaio 2003, ore 08.36

L'ANTEFATTO. Il 4-5-6 febbrario 1999 un'eccezionale botta di favonio fece impennare i termometri sul Piemonte fino a 22° e più. La Regione fu devastata dagli incendi. Il 7 e 8 l'aria polare, che fino a quel momento si era ammassata sulle Alpi dando seguito a quello spettacolare stau-Foehn, riuscì a penetrare sia dalla valle del Rodano che dalla porta della Bora. La temperatura sull'Italia scese di parecchi gradi, ma non da grande ondata di gelo. L'8 febbraio a Prato fu una giornata fresca di Tramontana, con massima tiepida di 9,5°. La sera era stupenda, ma il calo del vento consentì alla temperatura di crollare a -1°. Intanto le previsioni annunciavano l'arrivo di una nuova veloce perturbazione dalla Francia: si attendevano temporali e, in un primo momento, nevicate sul Tirreno intorno agli 800-1000 metri. LA SORPRESA. A mezzanotte il cielo si coprì velocemente da sud-ovest. Non erano le classiche nubi stratificate pre-perturbazione, ma nembostrati minacciosi, subito bassi da coprire la collina. "Stai a vedere che c'improvvisa una nevicata", dissi a mia moglie mentre andava a letto. Io ero sveglio. Alla 1 dalla collina arriò una nube bianca, subito fiocchi, grandi e promettenti. La temperatura era intorno a 0, 1°. Chiamai mia moglie che si lasciò contagiare dall'entusiasmo. Rimanemmo svegli tutta la notte a guardare i fiocchi che cadevano abbondanti illuminati dal lampione. Presto il trafficò diminuì, le macchine passavano lente e impacciate. Piombò il silenzio. La mattina del 9 febbraio dopo alle 6, stravolto dalla stanchezza, guardai lo spettacolo dalla finestra: almeno 15 cm di neve ricoprivano ogni cosa, un biancore immenso. IL DELITTO. Alle 8 c'era ancora tanta neve, ma cadeva pioggerella ghiacciata. Cominciò ad alzarsi il libeccio e in breve la strada fu impantanata dalla poltiglia marrone. La situazione stava mutando completamente, di minuto in minuto. La pioggia, a tratti mista a grandine, cadeva scrociante sotto i colpi di un violento libeccio. Alle 11 il termometro segnava 10,8°: la neve era quasi scomparsa. Fu una giornata campale per la protezione civile. L'80% dei pini nei giardini pubblici erano stati spezzati dalla neve pesante. Alberi per traverso, sommandosi alla neve, avevano bloccato la viabilità in molte strade cittadine. Nel frattempo cresceva l'allarme per i fiumi. PAURA ALLUVIONE: A mezzanotte scattava la grande allerta. Luci accese in Prefettura e nella sala operativa della protezione civile. Sul bacino erano caduti quasi 80 millimetri fra neve e pioggia. La neve, sciogliendosi anche in montagna, aveva portato i fiumi a livello di guardia. L'Ombrone minacciava di esondare a Poggio a Caiano: chiuse tutte le vie di accesso al paese mediceo. Il Bisenzio aveva già provocato i primi allagamenti a monte di Prato. NEVE E ANCORA NEVE: Aveva smesso di piovere, ma per i vigili del fuoco l'allerta non era finita. Stavolta le previsioni ci avevano dato nuova aria gelida in arriva, possibile nevicate anche in pianura. La mattina presto c'erano 7°, il vento era nuovamente girato a nord-est, ma non pensavo in sviluppi clamorosi. Verso le 9 cominciò a piovere, mentre le raffiche di tramontana diventavano sempre più gelide e sferzante. A mezzogiorno segnava 4°, alle 13 era già scesa a 2,5°: fiocchi bianchi cominciavano a mescolarsi alla pioggia. Verso le 16 cominciò a nevicare a bufera, sempre più forte. L'asfalto bagnato dall'abbondante pioggia si gelò e la neve cominciava ad attecchire. Nuova paralisi del traffico. Alle 18 la città aveva riconquistato quel suo candito manto "scippato" dal libeccio e dal nubifragio.

Autore : Albedo59

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 07.12: SP23(OR) SS388-Fordongianus-Abbasanta

blocco

Tratto chiuso causa manifestazione nel tratto compreso tra Incrocio SS388-Fordongianus e Incrocio D..…

h 07.01: A4 Milano-Brescia

incidente

Incidente nel tratto compreso tra Rovato (Km. 203,4) e Ospitaletto (Km. 208,4) in direzione Bresc..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum