Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Luglio 1995: la violenta grandinata nel varesotto

Un pomeriggio terribile in auto tra Legnano(MI) e Gallarate(VA) nel luglio del 1995

Amarcord - 5 Luglio 2004, ore 13.28

Sono le 15 di un caldo pomeriggo di luglio del 1995; si attende una linea di instabilità che attenui il gran caldo che comincia a gravare sulla Lombardia; si tratterà di una breve rinfrescata in un contesto anticiclonico che poi relegherà le precipitazioni alle sole zone alpine, arroventando la pianura ed in particolare Milano. Per tutta la mattinata altocumuli e cumulus congestus si erano rincorsi nel cielo poi, come spesso accade, nel primo pomeriggio una lieve stabilizzazione con afflusso di aria più secca alle quote medie aveva quasi rasserenato il cielo; un fenomeno transitorio perchè alle 15 da Legnano verso Gallarate, tra la provincia di Milano e quella di Varese, si addensa rapidamente una nuvolosità cumuliforme molto compatta e per chi proviene dal capoluogo lombardo, lungo l'autostrada dei Laghi, la vista è impressionante. Fino a Lainate il cielo è velato e si scorgono pochi cumuli, ma all'altezza dell'attuale svincolo di Origgio, l'orizzonte comincia ad assumere tinte nerastre. Una volta giunti a Legnano si staglia nitidamente un gigantesco cumulonimbus capillatus incus: la luce del giorno scompare e tra Legnano e Castellanza si accendono luci e lampioni. Proseguiamo il nostro viaggio sull'autostrada: sono le 15.30, sorprendentemente cadono solo goccioloni enormi ma radi fino alla deviazione per l'aeroporto della Malpensa, rinforza il vento, raffiche violentissime che scuotono la macchina, il cielo si apre, il nero punta verso il comasco ma appare meno minaccioso, sembra finita ma è solo l'inizio. Ci dirigiamo verso la Malpensa ma dopo 2 km, poco prima dello svincolo per Gallarate c'è un forte rallentamento, che non può essere che dovuto alla pioggia. Infatti un muro d'acqua avanza verso la nostra vettura, ma non è acqua...è grandine, o meglio sono palle da baseball spinte dal vento: si cerca rifugio nella corsia di emergenza, sotto gli alberi che costeggiano l'autostrada: la grandine picchia forte, martella indiavolata la carrozzeria, sparata dal vento in un cielo giallognolo in cui è presente addirittura il sole ma che continua a propinare grandine. D'improvviso un rovescio violentissimo sostituisce la grandine: siamo tutti fermi sul lato destro della carreggiata, la visibilità è quasi nulla, poi riprende a grandinare, con forza. Pum, tock, tin, e parte il vetro del deflettore come fosse stato colpito da un sasso. La sassaiola termina subito dopo: tutto è coperto dalla grandine. Gli automobilisti scendono e controllano i danni, nasce una simpatica solidarietà. Il temporale è ridotto a qualche rovescio locale. Alle 17 tornando verso Milano, il cielo è ormai sereno, da Legnano fino alla metropoli non è caduta neanche una goccia, solo un po' di fresco. La macchina è pronta per il carrozziere, il caldo è pronto invece nuovamente a dettare legge.

Autore : Alessio Grosso

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 18.34: A12 Genova-Rosignano

coda incidente

Code causa incidente nel tratto compreso tra Allacciamento A7 Milano-Genova e Genova Est (Km. 4,2)..…

h 18.33: SS106 Jonica

incidente

Incidente a 1,854 km prima di Incrocio Strongoli (Km. 267,6) in direzione Incrocio Taranto…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum