Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

La NEVICATA storica dal 13 al 16 gennaio 1985 a Milano: VIDEO INEDITO ed ECCEZIONALE!

Finalmente immagini (non da TG) che arrivano da quei giorni di neve storici nel capoluogo lombardo.

Amarcord - 6 Dicembre 2019, ore 10.34

Si cominciò dopo il grande freddo, dopo la neve romana, dopo giorni di ghiaccio, brina e anche nevischio. Si cominciò dopo un mattino con cielo progressivamente più chiuso; la neve cominciò a cadere leggera e fine dal primo pomeriggio, mentre a San Siro andava in scena Milan-Como e molti milanesi andavano al cinema o si rilassavano davanti alla TV.

Tutti sapevano che sarebbe stata una forte nevicata, ma nessuno si aspettava quattro giorni di neve con poche pause senza i fiocchi girassero in pioggia, come succede spesso in queste occasioni, quando ormai prende l'Atlantico con la sua aria mite.

La nevicata si protrasse sempre più fitta e copiosa per tutta la notte su lunedì e sino alle 11.30 del mattino successivo, lasciando al suolo già più di 25cm. In 50 anni è stato il mattino con le strade più bianche che io ricordi. Di notte gli spazzaneve non erano passati nemmeno sulle grandi arterie e l'effetto "caffè latte" della neve era evidente. Le auto si muovevano con difficoltà tra questi ammassi di neve ancora semi gelata.

La pausa permise di ammirare una Milano nordica: non si sciolse nulla, la neve era ancora tutta lì, si passeggiava nel bianco; c'era eccitazione tra la gente, questo lo ricordo perfettamente. La neve riprese a cadere durante la notte seguente e non smise più. La nevicata del martedì fu particolarmente copiosa ma attecchì in modo meno vistoso sulle strade, cosparse ormai di sale e visitate di continuo dagli spazzaneve.

Caddero ancora molti centimetri, molte auto rimasero bloccate nei parcheggi per giorni, nessuno riuscì più a liberarle. Anche in Piazza Duomo montagne di neve erano state ammonticchiate qua e là. Molte linee tramviarie furono sospese a causa dell'eccessivo innevamento che presentavano i binari. Raggiungere le scuole e i luoghi di lavoro stava diventando sempre più difficile. Mercoledì nevicò ancora con grande veemenza, pur con temperature leggermente più alte. Cominciò a cadere la neve dai tetti, ferendo anche qualche anziano.

Aeroporti chiusi, frutta e verdura che scarseggiavano, persino il latte: la gente aveva fatto scorte nei supermercati e ora le consegne stentavano a giungere a destinazione.

Mercoledì sera la neve cominciò a cadere a fiocchi larghissimi ma meno abbondanti, poi sporadici fino a cessare dopo la mezzanotte. Nel frattempo era stata disposta la chiusura delle scuole e giovedì 17 ironia della sorte nevicò pochissimo, qualche momento alternato anche alla pioggia, in serata riprese a nevicare per un paio d'ore e si accumulò un nuovo centimetro. Ricordo il portinaio dello stabile che lo diceva a tutti: "ha fatto ancora un centimetro".

Tanto si è scritto su questa nevicata che ha fatto crollare il Palazzetto dello Sport, mai ricostruito, tanto si è visto nelle immagini dei telegiornali dell'epoca, tanto dalle foto, pochissimo dai video girati dalla gente comune, eccone finalmente una testimonianza fantastica, genuina, che vi proponiamo volentieri:


Autore : Alessio Grosso

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum