Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

C'era una volta... 3-4 agosto 2000, "L'assalto all'estate di FLIPPER"

Così titolavamo il 3 agosto 2000, rileggiamo insieme commenti e cronache.

Amarcord - 2 Agosto 2002, ore 09.34

Assalto all'estate Sta per consumarsi un nuovo attacco alla stagione estiva determinato da due fattori concomitanti: il lento transito di una perturbazione Atlantica e un minimo depressionario in formazione sull'alto Tirreno. Il peggioramento dovrebbe interessare principalmente il centro-nord. Situazione generale: Primi fuochi d'artificio ieri sera sul NW ma niente di speciale rispetto a quanto accadrà da stasera a sabato. Una perturbazione minacciosa sta prendendo corpo ad W della Penisola. Vogliamo darle un nome? Si, la chiameremo "Flipper" perché farà davvero andare un "tilt" il popolo dei vacanzieri, specie quelli che hanno scelto i lidi del centro-nord. Ma non é tutto: aria fredda penetrerà nel Mediterraneo dalla valle del Rodano andando a complicare le cose con una bella depressione sull'alto Tirreno, in grado di infastidirci per quasi tutto il fine-settimana. I prodromi di questo "grosso guaio per lo Stivale" si vedranno già nel pomeriggio al NW con nubi in aumento e nuovi possibili rovesci, dopo quelli piuttosto miodesti di ieri sera. Le "disgrazie" si intensificheranno nella giornata di venerdì e sabato con piogge, rovesci e temporali che da nord tenteranno di impadronirsi di tutte le regioni centrali. Domenica, sia pure in forma attenuata dovrebbe essere la volta del sud, mentre altrove regnerà una residua instabilità. Ma non corriamo troppo, il cielo sulla Penisola é ancora quasi ovunque sereno, eccetto qualche banco nuvoloso su Piemonte, Lombardia e Liguria, oltre che sulle zone alpine, ma la musica diventerà presto inquietante sui cieli del nord con nuvoloni sempre più minacciosi. I venti si orienteranno dai quadranti meridionali e la temperatura aumenterà un pò al centro-sud, mentre comincerà ad accusare qualche segno di cedimento al nord, specie sulle Alpi. La pressione resiste ancora ma proprio questo sua capricciosa opposizione fa il gioco del maltempo, rallentando il sistema e prolungando i fenomeni laddove sono già in atto. Si preannuncia dunque un periodo piuttosto turbolento per quanti pensavano che il solleone non ci avrebbe più mollato fino a Ferragosto. La neve farà di nuovo comparsa oltre 2600 m sulle zone alpine. Ed ecco il 4 agosto 2000: "Flipper" scatenato Numerosi temporali al nord, specie sul settore occidentale. A Milano ben 4 gli episodi temporaleschi con rovesci anche abbondanti. La nuvolosità si estende verso sud fino alla Toscana, più a sud domina ancora il sereno. Entro domani coinvolto anche il centro. Situazione generale: Mentre scriviamo, intensi e violenti scrosci d'acqua si stanno ancora abbattendo su tutto il milanese, dove é stato raggiunto il record stagionale dei fenomeni temporaleschi in una sola giornata, ben 4. Il 5° é arrivato da poco:tuoni violentissimi hanno svegliato la città alle 7 e sono rispuntati felpine ed impermeabili. Ma non solo a Milano si respira un'aria autunnale, la pioggia e le nubi basse avvolgono tutto l'arco alpino e l'Appennino settentrionale, in Liguria piove a dirotto da Levante a Ponente, temporali nel novarese, alessandrino, veri diluvi nella zona dei Laghi e in tutto il canton Ticino. Ieri sera i cittadini di Bergamo hanno visto un autentico muro d'acqua attraversare la città. Autunno pieno anche in Valle d'Aosta con i turisti un pò sconsolati ma soprattutto con alcuni alpinisti che hanno corso una brutta avventura sul Bianco a 4300 m di quota. Più sporadici i fenomeni sul NE, l'Emilia-Romagna e la Toscana ma é ormai questione di poche ore, o addirittura di una manciata di minuti. Al centro-sud nessuno si é accorto di nulla ma qualcosa cambierà anche al centro entro la serata perchè il raggio d'azione di "Flipper" si sposterà leggermente verso sud coinvolgendo con qualche rovescio anche la Sardegna settentrionale, il Lazio, le Marche e l'Umbria. Il sud purtroppo non avrà modo di colmare la siccità anche se, visto l'andazzo, altre sorprese potrebbero riproporsi prima del Ferragosto. La perturbazione che sta interessando il nord nasce dalla fusione di un sistema Atlantico ed uno Africano e appare dal satellite come il più organizzato sistema temporalesco che ci abbia interessato dall'inizio dell'estate, con l'aria fredda che lo alimenta scendendo dal mare del Nord. Infatti oggi i fenomeni si accaniranno ancora sul nord Italia e l'apporto idrico sarà decisamente importante, se pensiamo che ieri sera tra le 18 e le 23 sono caduti localmente oltre 50 mm d'acqua. Certamente nulla in confronto a quanto accaduto in Brasile, dove non si contano più le case sepolte da acqua e fango, dopo le piogge alluvionali che hanno insistito per oltre una settimana.

Autore : Redazione

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum