Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Ricordi di una storica nevicata

L'ultima fantastica nevicata a San Benedetto del Tronto

A tutta neve - 11 Settembre 2001, ore 12.05

Ormai anche questa estate ci sta lasciando per fare spazio all' autunno e quindi all' inverno, almeno e' quello a cui dovremmo assistere ogni anno ma ormai da alcuni anni nel mio paese, San Benedetto del Tronto sul medio adriatico si può parlare solo di pseudoinverni e spero proprio che il prossimo sia un vero inverno pronto a regalarmi sorprese e soddisfazioni. Ora può sembrare prematuro pensare all' inverno visto che abbiamo appena comiciato a provare sollievo dopo la calura estiva comunque in questi giorni ho provato a pensare a quanto tempo e' passato da quanto il generale inverno ha sferrato un attaco deciso portando copiose nevicate nella mia citta. Era la fine di dicembre del 1996, le giornate invernali si succedevano tutte uguali: con temperature miti cieli sereni. quando fu annunciato l' arrivo del gelido vento il Burian che avrebbe portato nevicate sull' adriatico, ovviamente stentai a crederci ma il 27 dicembre la temperatura precipitò di parechi gradi trasforma! ndo la mia regione in un vero e proprio freezer: e cosi arrivò la tanta attesa neve, ma solo nelle vicine campagne, sulla costa solo un forte vento che congelava il viso e le mani e che provocava mareggiate violente con gravi danni per la riviera. Nel vedere le macchine che venivano dall' immediato entroterra cariche di neve provavo un po' di rabbia e di invidia: era un vero e proprio peccato sprecare quell' occasione, sapevo che molto probabilmente sarebbe stata l'unica dell' inverno e non mi davo pace cosi passavo tutta la giornata a scrutare dalla finestra ma quello che vedevo erano solo qualche raro ficco che svolazzava impazzito nell' aria e grige nuvole che sembravano fuggire via come se fossero in ritardo a un importante appunamento. La sera di sabato 28 ascoltai le previsioni meteo che annunciavano per l' ennesima volta neve anche in pianura sulle regioni del medio adriatico,e non posso nascondervi quanto amo questa frase... Ma ormai ero rassegnato cosi decisi di non pensarci piu' e uscii con i miei amici per mangiare una pizza bere una birra insomma il classico sabato sera. Quella sera era veramente freddo il termometro indicava -2 e il vento si tava calmando arrivai in pizzeria e attorno a me sentivo commenti che di certo non mi aiutavano a dimenticare quell' occasione persa:" ma hai visto che freddo", eh si' lo sai che sulle colline il manto nevoso e' arrivato a mezzo metro, speriamo che qui non nevichi.. Iniziammo a mangiare alle 21:30 e il tempo passò abbastanza in fretta tra una battuta con gli amici e uno sguardo fuori ovviamente con esito negativo. Ore 23:00 uscimmo dalla pizzeria entrammo in macchina per andare a un pub, durante il breve viaggio ho avuto la fortuna di passare di fronte a un termometro, la temperatura è -3 questo non faceva altro che aumentare il rammarico per la nevicata fallita.. Arrivammo al pub, entrammo: era estremamente affollato ma troammo un tavolo per giocare a biliardo ma per la partita non c'era, verso il mio sguardo era sempre diretto alla finestra da dove vedevo uno splendido cielo rosso, carico di neve ma fissando i lampioni nulla di fatto. Ore 01:45 decidemmo di uscire, appena mi avviai l'uscita una splendida sorpresa: un'infinità di fiocchi estremamente sottili stavano letteralmente dipingendo tutto il paesaggio: i bordi della strada macchine le palme insomma tutto. Alle 2:15 ero a casa il termometro segnava -4 e fuori nevicava in modo costante, il vento ormai era letteralmente scomparso e l' unico rumore che rompeva il silenzio della notte era l'ululato del faro, come un lupo in una gelida notte montana . Ero lettaramente euforico ricordo ogni minuto di quella notte magica anche perchè non dormii nemmeno un minuto ma ogni 20 minuti mi alzavo per controllare e ogni volta il paesaggio che si presentava a miei occhi, sempre piu' assonati. era sempre più spettacolare; verso le 4 la leggera nevicata si trasformò in una autentica bufera con fiocchi enormi che cadevano da un cielo "infuocato".Cosi mi addormentai solo alee 6 e mi risveglia alle 9:00: sento ancora quel mitico suono del faro che spezzava un silenzio surreale, mi alzai di scatto, andai alla finestra: era un mondo fantastico: un manto di oltre 30 cm nascondeva ogni cosa, la visibilità era estremamente ridotta, le strade deserte guardo il termometro: -4; quella domenica, sicuramente la più bella che abbia mai vissuto. nevicò fino alle 18. 00 sempre con la stessa intensità, anche se dalla tarda mattinata i grossi fiocchi furono sostituiti da "sottilissimi aghi" che comunque attecchivano tenacemente sulla neve già a terra: molte partite di calcio furono rinviate e il ghiaccio in certi punti si sciolse solo dopo alcuni giorni, sulle colline circostanti il manto nevoso raggiunse oltre un metro portando grossi disagi. Ormai sono passati 6 anni, da allora il Burian non è piu tornato a visitare l' Italia, spero che per il prossimo inverno la abbia inserita tra le mete da raggiungere quando, annoiato dal semprebianco paesaggio siberiano, vorrà regalare qualche originale pennellata di bianco dove il pesaggio invernale, invece e' spesso grigio. Mi raccomando Burian torna, ti aspettiamo....

Autore : Mario Perotti

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum