Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

L'Appennino Ligure ritrova la neve!

L'irruzione di aria artica non è passata inosservata lungo l'arco ligure. Il contrasto con l'aria caldo-umida presente in precedenza ha dato luogo a temporali nevosi anche intensi in Appennino.

A tutta neve - 21 Marzo 2007, ore 09.52

C'è voluto il 20 marzo per imbiancare come Dio comanda i contrafforti montuosi della Liguria! Dopo un inverno mite, con precipitazioni quasi esclusivamente piovose e concentrate solo sul levante, la natura ha deciso di dare spettacolo proponendo scenari da pieno inverno su gran parte dell'Appennino. Solo 3 giorni fa le temperature rasentavano i 20°. Ieri mattina invece quasi tutta la regione si è svegliata "cinta" di bianco e con nevicate ancora in atto specie sull'Appennino di Levante. E pensare che la Liguria, a detta di molti, non doveva essere interessata in pieno dall'irruzione fredda. In effetti la direzione di provenienza delle correnti non era favorevole a precipitazioni abbondanti sulla regione. La formazione di un minimo barico nei pressi del Levante Ligure ha però cambiato le carte in tavola. Genova e molte zone della riviera centro-orientale sono state saltate dai fenomeni, trovandosi proprio nell'occhio del piccolo "ciclone". Tutto intorno invece i contrasti sono stati accesi, con la creazione di temporali autorigeneranti nevosi, i quali si sono abbattutti soprattutto sull'Appennino centro-occidentale, ma anche sulla Val d'Aveto e la Val Trebbia. Ecco i risultati: 70cm di neve al Passo del Tomarlo (1500 metri circa, tra Liguria ed Emilia); 50cm al passo del Faiallo (1100 metri), 30-35cm sulle alture della Val Trebbia. La temperatura minima registrata: -10° sul monte Maggiorasca, in Val d'Aveto, dove le nevicate sono cessate solo nella serata di ieri! Gli accumuli, tuttavia, non risultano uniformi per via dell'irregolarità delle precipitazioni. Non si è trattato di un peggioramento atlantico, con nevicate ben distribuite, ma di episodi nevosi circoscritti, ma molto intensi! La neve caduta può considerarsi come una "manna" per le falde idriche e gli invasi imbriferi della regione, da tempo spesso sotto stress per la mancanza di precipitazioni adeguate anche nel periodo autunnale.

Autore : Paolo Bonino

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 02.31: A1 Milano-Bologna

coda incidente

Code per 1 km causa incidente nel tratto compreso tra Casalpusterlengo (Km. 37,9) e Lodi (Km. 22,7..…

h 02.27: A14 Pescara-Bari

rallentamento

Traffico rallentato causa trasporto eccezionale nel tratto compreso tra Lanciano (Km. 413,8) e Val..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum