Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

VULCANI: una delle forze della natura più sconvolgenti del pianeta

Una forza inarrestabile che plasma il pianeta creando e distruggendo al tempo stesso. Sono i vulcani, forza primitiva del pianeta, custodi di quanto era la superficie della terra miliardi di anni fa. Nei video qui proposti abbiamo deciso di trasmettervi, almeno in parte, la potenza di questa impressionante forza della natura.

**Video** - 9 Maggio 2013, ore 14.00

Alle origini della terra, quando la superficie terrestre era molto più sottile di quella attuale, la manifestazione vulcanica era assai più diffusa rispetto ai giorni nostri. Frequenti fuoriuscite di lava caratterizzavano il pianeta e lo splasmavano, dando il via ad un lungo percorso che porterà la terra come la conosciamo noi oggi. Non esisteva ancora la vita e non esisteva nemmeno l'ossigeno. Col passare del tempo (vere e proprie ere geologiche) la fusione di più catene di amminoacidi originarono le prime forme di vita unicellulare che lentamente trasformarono l'atmosfera terrestre, rendendo il nostro pianeta sempre più abitabile. La terra andò raffreddandosi e con essa esplose la vita sul nostro pianeta. Le terre emerse andarono dividendosi da quello che era il continente primordiale, la Pangea. Presero così origine tutti gli altri continenti così come li conosciamo oggi.

Seppure in misura minore anche nei giorni nostri la manifestazione vulcanica rappresenta uno spettacolo naturale mozzafiato, che talvolta può avere un impatto devastante sia nella vita delle persone, che nella geologia del territorio. Sono passate alla storia della vulcanologia recente, eruzioni come il Mount St. Helens (Stati Uniti occidentali) quando una mattina del 18 maggio 1980 l'intero fianco nord della montagna si staccò dando origine ad un enorme movimento franoso che mise a nudo il magma appena al di sotto della superficie, dando il via ad una delle eruzioni più spaventose che la storia ricordi.

Non da meno fu l'eruzione del monte Pinatubo (Filippine) nel 1990, il quale riversò sulla nostra atmosfera una quantità tale di ceneri, gas e pulviscolo roccioso da oscurare la luce del sole per ben due anni, avviando un breve periodo in cui le medie termiche di tutto il mondo subirono un ritocco verso il basso.

L'attività vulcanica (così come quella sismica) si concentra quasi tutta in alcune zone specifiche del pianeta, sui bordi di quelle che in geologia vengono definite "Placche Tettoniche", cioè aree di giunzione tra una porzione di crosta terrestre ed un'altra vicina. In queste aree del pianeta la crosta terrestre è sottoposta continuamente a fortissimi stress.

Nei filmati qui proposti, abbiamo deciso di mostrarvi alcuni dei filmati più spettacolari, filmate da videoamatori e vulcanologi di tutto il mondo, comprese le eruzioni avvenute recentemente sul nostro monte Etna, sorta di "gigante buono" caratterizzato da frequenti eruzioni ma senza essere accompagnate da fenomeni di devastazione totale.

Nel primo video abbiamo deciso di mostrarvi un Duomo Lavico reso molto instabile dalla continua pressione del nuovo magma che tenta di risalire appena sotto la superficie di roccia dura. In questo caso un terremoto determina il discacco di di veri e propri massi, lungo tutta la l'area occupata dal duomo. Il filmato è stato girato da James Reynolds sulle pendici del vulcano Paluweh, est Indonesia lo scorso fine febbraio.

Il secondo video mostra alcuni vulcanologi alle prese con pericolose esplorazioni all'interno di un cratere ricolmo di lava fusa. Filmato girato sul monte Nyiragongo, Africa.

Il terzo video ci riporta infine a casa nostra, vengono riprese le spettacolari fontane di lava prodotte dall'Etna durante l'eruzione dell'11-12 aprile 2013.

Buona visione!


Autore : William Demasi

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 23.17: A27 Mestre-Belluno

rallentamento

Veicoli lenti nel tratto compreso tra Cadola-Svincolo Di Belluno (Km. 77,2) e Barriera Di Belluno (..…

h 22.51: A27 Mestre-Belluno

rallentamento

Veicoli lenti nel tratto compreso tra Vittorio Veneto Nord (Km. 58,9) e Barriera Di Belluno (Km. 75..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum