Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Febbraio 2012, il freddo secco al nord, la gran neve del centro-sud

Il periodo invernale appena trascorso ha portato alcune eccezionali nevicate a visitare alcuni settori del nostro Paese. Un Paese diviso a metà, gran neve al centro ed al sud, specie i settori adriatici, secco e gelido al nord.

**Video** - 17 Ottobre 2013, ore 11.23

La persistenza di una forte "bambinella" nelle acque del Pacifico ha provocato il radicamento di un'anticiclone particolarmente recidivo sui settori occidentali del continente europeo per molte settimane della prima fase della stagione.

A dicembre e gennaio il pattern circolatorio a livello europeo suggeriva che qualora l'inverno fosse partito, gli effetti più vistosi sarebbero con tutta probabilità finiti al meridione e sui versanti adriatici.

Poche settimane dopo, quello che era solo supposizione, dopo diversi tentennamenti, divenne realtà. Dopo la metà di gennaio il potente getto, frutto di un vortice polare molto attivo, iniziò ad attenuare la propria corsa.



A partire dagli ultimi giorni di gennaio, un ponte anticiclonico tra l'alta pressione termica russa e quella dinamica atlantica ha fatto affluire sul paese aria estremamente gelida proveniente da est.

L'irruzione fredda ha avuto un decorso piuttosto insolito, ha portato alcune modeste nevicate sul nord Italia nella fase iniziale grazie ad alcuni "sbuffi" di aria fredda in ingresso dalla valle del Rodano, evento molto raro agli esordi delle irruzioni fredde. Ha fatto seguito una lunga fase fredda e secca, senza essere seguita da alcuna nevicata da addolcimento, nonostante il notevolissimo potenziale della massa d'aria affluita.

La resistenza dell'anticiclone sul comparto oceanico e sulla penisola Iberica ha impedito l'ingresso di un fronte in grado di far fare il "big goal" della neve al settentrione. Quello che non è caduto al nord, si è accanito con eccezionale violenza su diverse località del centro, specialmente nei versanti esposti.



Due grandi episodi di neve hanno interessato il centro-sud ed i versanti adriatici nel giro di una settimana. Diversi record sono stati battuti
. Alcune località hanno registrato accumuli di neve secondi solo all'ondata di gelo del 1929, collocando questo 2012 come uno degli inverni più severi di sempre.

Nei video, ripresi nella città di Urbino, Marche, si possono osservare vere e proprie montagne di neve, la gente assiste a questo spettacolo disorientata e confusa.
 


Autore : William Demasi

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum