Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

AMARCORD: l'eccezionale grandinata di sabato 11 giugno 2011 a Milano

I segnali dal cielo quando sei lontano dalle mappe meteo e dai radar.

**Video** - 24 Aprile 2015, ore 13.27

Non possiamo esimerci di raccontare quanto è accaduto sabato 11 giugno 2011 a Milano. Dopo la breve pioggia del mattino, il cielo era tornato poco nuvoloso, con cumuli torreggianti comunque presenti in ogni direzione. Tra le 12 e le 14 ecco le classiche ed ampie schiarite illusorie, ma il contesto è instabile, si nota che sul Comasco si va formando una cellula temporalesca molto insidiosa, piccola, ma potente.

Si insinua nel letto di deboli correnti da WNW e assume quasi un aspetto turbinante, ma non propriamente di supercella. Semmai, si capirà poi, essersi trattato di un sistema multicellulare. Si muove verso il Milanese. Alle 16 in città tutto sembra ancora tranquillo, c'è il sole che va e che viene, cumuleggia e si vede un po' di scuro verso nord.

La gente pare tranquilla, è già successo venerdì in fondo e sulla città non è accaduto nulla. In quota però c'era l'ovest, ora c'è l'WNW e questa volta il nero infatti punta la città.

Il sole rispunta a tratti. Il vento è assolutamente calmo. Alle 17.10 di colpo però ecco una raffica violenta da nord. Il nero invade tutto il centro. Noi ci troviamo più ad ovest sul Lorenteggio e lo spettacolo che si osserva guardando verso il centro città è di quelli che difficilmente si possono dimenticare: un nero pece come se ne vedono raramente, un classico degli anni 70 ed 80.



La cellula sembra doversi allontanare senza colpo ferire, ma nel momento in cui il sole sembra avere la meglio, si scatena il putiferio. Goccioloni enormi, tuoni violenti, poi vento a raffiche irregolari che allargano il raggio d'influenza del temporale verso WSW, laddove sino ad un attimo prima splendeva il sole, e non sono le nubi ad oscurare nuovamente la palla gialla, ma la violenza della pioggia e della grandine portati dal vento, anche in quartieri dove i fenomeni altrimenti non sarebbero stati così forti. La turbolenza e l'instabilità sono tali da figliare nuovi cumuli che contribuiscono a mantenere in vita il temporale e a centrifugare la città con forza.


Più si procede verso il centro più la situazione appare compromessa: grandine sempre più grossa, fitta da coprire strade, giardini e marciapiedi. C'è più grandine in questo 11 giugno di quanta neve sia caduta in tutto l'inverno in città. Piazza Duomo è bianchissima. Il vento spinge ancora la pioggia nelle vie dove ormai sembrerebbe tutto passato, di colpo poi si placa tutto e resta solo il rumore delle grondaie.

Da anni Milano non assisteva ad uno spettacolo simile, la grandinata del 16 marzo 2008 aveva infatti colpito solo pochi quartieri.


Autore : Alessio Grosso

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum