Logo MeteoLive

Il forum di MeteoLive.it
Il più autorevole ed antico forum di Meteorologia italiano, il primo creato in Italia, attivo fin dal 29 novembre 1998

Spaghetti per Roma
Satellite moviola VISIBILE

atten.gif (177 byte)atten.gif (177 byte)  Ti ricordiamo che il forum è moderato e i messaggi contrari al regolamento verranno cancellati.
Non inserire link o pubblicità ad altri siti meteo ITALIANI. Mantieni sempre un comportamento educato e rispettoso e sarai stimato da tutti! SEGNALA ABUSI AL MODERATORE!

Sat moviola Regolamento GFS HR PLUS WRF Inser. img statiche

Segnala il tempo!  

Nowcasting
NORD-OVEST

  Nowcasting
NORD-EST
  Nowcasting
CENTRO-SUD
 
MeteoLive.it :: Leggi argomento - il lago di bracciano si sta prosciugando....
Log in Registra FAQ Cerca Indice del forum

il lago di bracciano si sta prosciugando....
Vai a 1, 2, 3, 4, 5, 6  Successivo
 
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum » Previsioni meteo e meteorologia
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
freddopungente
Forumista senior


Registrato: 28/07/15 11:26
Messaggi: 6598
Residenza: roma

MessaggioInviato: Wed Mar 22, 2017 12:13 pm    Oggetto: il lago di bracciano si sta prosciugando.... Rispondi citando

dopo un autunno-inverno troppo siccitoso la situazione è sempre più preoccupante per il lago di bracciano, meta di scampagnate e giornate in spiaggia per molti romani abitanti del quadrante nord della capitale;

di seguito un articolo che spiega i motivi della preoccupazione e le giustificazioni di acea,società che in pratica regola i flussi e si serve del lago per soddisfare la sempre più importante domanda da parte dell'utenza


„Sabato ad Anguillara la manifestazione promossa dal comitato Salviamo il nostro lago. Per l'occasione verrà lanciata la proposta di legge regionale di iniziativa popolare mirata alla costituzione di una Autorità di Bacino“




Dai tavoli politici alla piazza. La preoccupazione per il costante abbassamento del lago di Bracciano sfocia in una protesta. Accadrà sabato prossimo ad Anguillara. Ad organizzarla il comitato 'Salviamo il nostro lago'. Per l'occasione verrà lanciata la proposta di legge regionale di iniziativa popolare mirata alla costituzione di una Autorità di Bacino.

Verrà inoltre diffuso e illustrato il documento elaborato dal Comitato che, sulla base di dettagliati studi scientifici, si propone, tra le altre cose, di sollecitare in primo luogo provvedimenti urgenti per una sospensione dei prelievi Acea, di presentare un esposto-impugnativa al ministero dei Lavori pubblici avverso la convenzione-capestro che attribuisce alla Acea il potere di gestione dell'intero ciclo delle acque del territorio lacustre, di adire, quindi, l'Autorità nazionale delle acque per richiedere un suo autorevole intervento per restituire alle popolazioni sabatine i loro diritti di cittadinanza e la loro dignita' di autogoverno


„Legambiente è tornata sulla vicenda, attaccando Acea. Da metà gennaio le sorgenti che portano acqua a Roma e comuni limitrofi, sono in pesante diminuzione per portata, a causa di un inverno particolarmente asciutto. Per mantenere acqua nelle tubature di Roma e dintorni, secondo un vecchio accordo tra Acea e Ministero dei Lavori Pubblici, il gestore idrico può capitare acqua del Lago di Bracciano tra 1.000 e 5.000 litri al secondo in momenti particolarmente critici; ciò sta portando a una riduzione fortissima del livello di acqua del bacino lacustre, il cui valore ecosistemico è messo a grave rischio. Legambiente denuncia però l'assurda contemporaneità di tali captazioni, con una disperazione idrica altissima negli acquedotti del Lazio: secondo i dati di Ecosiatema Urbano 2016 infatti, l'acqua che si perde nelle tubature è il 44,4% a Roma, il 53,8% Rieti, il 67,0% a Latina e addirittura il 75,4% Frosinone. In pratica oltre la metà dell'acqua sorgente che entra negli acquedotti si disperde prima di essere utilizzabile per scopi antropici.

"Mentre l'esistenza stessa del Lago di Bracciano è messa a dura prova dalle captazioni, è assurdo che non si stia facendo nulla per riparare acquedotti colabrodo che perdono più della metà dell'acqua sorgente immessa in rete - dichiara Roberto Scacchi, presidente di Legambiente Lazio"



„"Stiamo assistendo", continua Scacchi, "ad una enorme captazione continua da oltre due mesi dell'acqua del Lago di Bracciano che causa un abbassamento senza precedenti del livello e ne mette a dura prova la biodiversità, il valore ecosistemico e le bellezze ambientali e paesaggistiche. Sembra però incredibile che mentre accade tutto ciò, continui la dispersione in rete di quantitativi allucinanti di acqua potabile a causa delle condutture vetuste, più della metà della risorsa idrica sorgiva entra nelle reti e sparisce negli acquedotti colabrodo. I gestori del servizio idrico non possono continuare a far finta di niente sfruttando la risorsa pubblica per eccellenza, in maniera così violenta".“



„"Peraltro", conclude il presidente di Legambiente Lazio, "la siccità di questo inverno è causata dai mutamenti climatici scatenati dalle emissioni di gas serra, dovremo farci sempre più i conti ed è quindi prioritario e fondamentale adeguare le condutture idriche, insieme ad un cambio degli stili di vita per evitare gli sprechi eccessivi di acqua: si calcola per esempio che la mancanza del doppio flusso di scarico dei gabinetti nelle sole scuole romane, provochi un'allucinante spreco di oltre un miliardo di litri di acqua all'anno". “

Ecco un altro articolo riguardante l'incontro di Legambiente e delle parti interessate con acea

Lago di Bracciano, Acea non arretra: i prelievi continuano. Ora è allarme vero

Nessuna soluzione per il Lago di Bracciano. Nulla di fatto nel secondo incontro in Regione per affrontare l'emergenza idrica del bacino sabatino. Acea, la principale accusata per i prelievi dal lago, non ha fornito le soluzioni auspicate e tra i comuni del comprensorio evidente è la delusione. E' un comunicato congiunto di Anguillara Sabazia, Bracciano e Trevignano Romano a raccontare lo stato d'animo e in parte il cambio di prospettiva che di fatto suona così: "Se non si possono ridurre i prelievi d'acqua, si affrontino le emergenze che derivano dall'abbassamento del lago".

Dopo l'incontro dello scorso 27 febbraio spiegano i comuni "aspettavamo l’annuncio di una riduzione sostanziale della captazione della acque dal Lago di Bracciano. In questo senso, il gestore del Sistema Idrico Integrato non ha potuto fornire una risposta positiva". L'ostacolo posto da Acea sono gli "interventi da affrontare su altri acquedotti Regionali per diminuire la captazione dal Lago di Bracciano progressivamente dal mese di marzo sino a maggio. Questo tuttavia non garantisce con sicurezza, però, la diminuzione della stessa captazione nel periodo estivo, qualora questi acquedotti dovessero andare in sofferenza per esigenze legate alla siccità".

In sostanza quindi Acea deve continuare a prelevare acqua dal lago di Bracciano perché non può aumentare i prelievi da altri bacini idrici. Almeno per ora.

LEGGI ANCHE - "Il lago di Bracciano sta sparendo, ma per Acea è un pozzo senza fondo"

Da qui il pessimismo dei comuni sabatini: "Nessuna soluzione quindi e nessuna tregua per lo stato emergenziale della salute idrica e soprattutto ecosistemica del nostro lago con tutte le conseguenze che ne derivano, dal danno ambientale, a quello infrastrutturale, turistico, socio-economico e archeologico".

La parola disastro ambientale, che già in passato ha fatto capolino tra i politici del territorio, diventa sempre più realtà. Per questo, se nell'immediato è impossibile diminuire i prelievi, i comuni ora chiedono l'intervento della Regione per affrontare le incombenti emergenze. "Abbiamo chiesto alla Regione di intervenire nell’immediato con la convocazione di un tavolo tecnico per risolvere, sin da subito, tutte le problematiche che l'abbassamento de lago sta provocando sulle rive delle cittadine che vi si affacciano. La conferenza è stata chiesta al fine di individuare tutte le azioni congiunte utili ad impedire la compromissione della stagione estiva turistica, la sicurezza per balneazione e navigazione, oltre che per preservare sia l’ecosistema, i siti archeologici e ambientali. La collaborazione con la Regione e il tavolo tecnico affronteranno anche le problematiche legate agli effetti sulle infrastrutture costiere già rilevate dai Comuni rivieraschi".

LEGGI ANCHE - Acea si difende. Si punta alla realizzazione di una sala di controllo

Tra i più delusi c'è il vicesindaco di Trevignano Luca Galloni, in prima linea nell'affrontare l'emergenza: "ACEA continua a prelevare acqua dal nostro lago per servire l'idropotabilità di Roma e di molti Comuni della Città Metropolitana in maniera indiscriminata. Tutto il nostro sistema ambientale, ecosistemico, archeologico e socio economico legato alle attività connesse al turismo e alla pesca di cui viviamo sono al limite della compromissione".


Galloni non esclude dure proteste: "L'azione conseguente non potrà che essere di dura e legittima protesta! Il Lago è in agonia e con lui le nostre intere comunità socio economiche e ambientali, e noi non possiamo stare a guardare

fonte delle notizie roma today




L'ultima modifica di freddopungente il Wed Mar 22, 2017 12:20 pm, modificato 2 volte
Top
Profilo Invia messaggio privato
InvernoPerfetto



Registrato: 06/02/14 18:35
Messaggi: 2130
Residenza: Torino

MessaggioInviato: Wed Mar 22, 2017 12:19 pm    Oggetto: Re: il lago di bracciano si stà prosciugando.... Rispondi citando

freddopungente ha scritto:
dopo un autunno-inverno troppo siccitoso la situazione è sempre più preoccupante per il lago di bracciano, meta di scampagnate e giornate in spiaggia per molti romani abitanti del quadrante nord della capitale;

di seguito un articolo che spiega i motivi della preoccupazione e le giustificazioni di acea,società che in pratica regola i flussi e si serve del lago per soddisfare la sempre più importante domanda da parte dell'utenza

"Salviamo il nostro Lago": Anguillara, Bracciano e Trevignano in piazza contro Acea
„Sabato ad Anguillara la manifestazione promossa dal comitato Salviamo il nostro lago. Per l'occasione verrà lanciata la proposta di legge regionale di iniziativa popolare mirata alla costituzione di una Autorità di Bacino“


"Salviamo il nostro Lago": Anguillara, Bracciano e Trevignano in piazza contro Acea

Dai tavoli politici alla piazza. La preoccupazione per il costante abbassamento del lago di Bracciano sfocia in una protesta. Accadrà sabato prossimo ad Anguillara. Ad organizzarla il comitato 'Salviamo il nostro lago'. Per l'occasione verrà lanciata la proposta di legge regionale di iniziativa popolare mirata alla costituzione di una Autorità di Bacino.

Verrà inoltre diffuso e illustrato il documento elaborato dal Comitato che, sulla base di dettagliati studi scientifici, si propone, tra le altre cose, di sollecitare in primo luogo provvedimenti urgenti per una sospensione dei prelievi Acea, di presentare un esposto-impugnativa al ministero dei Lavori pubblici avverso la convenzione-capestro che attribuisce alla Acea il potere di gestione dell'intero ciclo delle acque del territorio lacustre, di adire, quindi, l'Autorità nazionale delle acque per richiedere un suo autorevole intervento per restituire alle popolazioni sabatine i loro diritti di cittadinanza e la loro dignita' di autogoverno

"Salviamo il nostro Lago": Anguillara, Bracciano e Trevignano in piazza contro Acea
„Legambiente è tornata sulla vicenda, attaccando Acea. Da metà gennaio le sorgenti che portano acqua a Roma e comuni limitrofi, sono in pesante diminuzione per portata, a causa di un inverno particolarmente asciutto. Per mantenere acqua nelle tubature di Roma e dintorni, secondo un vecchio accordo tra Acea e Ministero dei Lavori Pubblici, il gestore idrico può capitare acqua del Lago di Bracciano tra 1.000 e 5.000 litri al secondo in momenti particolarmente critici; ciò sta portando a una riduzione fortissima del livello di acqua del bacino lacustre, il cui valore ecosistemico è messo a grave rischio. Legambiente denuncia però l'assurda contemporaneità di tali captazioni, con una disperazione idrica altissima negli acquedotti del Lazio: secondo i dati di Ecosiatema Urbano 2016 infatti, l'acqua che si perde nelle tubature è il 44,4% a Roma, il 53,8% Rieti, il 67,0% a Latina e addirittura il 75,4% Frosinone. In pratica oltre la metà dell'acqua sorgente che entra negli acquedotti si disperde prima di essere utilizzabile per scopi antropici.

"Mentre l'esistenza stessa del Lago di Bracciano è messa a dura prova dalle captazioni, è assurdo che non si stia facendo nulla per riparare acquedotti colabrodo che perdono più della metà dell'acqua sorgente immessa in rete - dichiara Roberto Scacchi, presidente di Legambiente Lazio"


"Salviamo il nostro Lago": Anguillara, Bracciano e Trevignano in piazza contro Acea
„"Stiamo assistendo", continua Scacchi, "ad una enorme captazione continua da oltre due mesi dell'acqua del Lago di Bracciano che causa un abbassamento senza precedenti del livello e ne mette a dura prova la biodiversità, il valore ecosistemico e le bellezze ambientali e paesaggistiche. Sembra però incredibile che mentre accade tutto ciò, continui la dispersione in rete di quantitativi allucinanti di acqua potabile a causa delle condutture vetuste, più della metà della risorsa idrica sorgiva entra nelle reti e sparisce negli acquedotti colabrodo. I gestori del servizio idrico non possono continuare a far finta di niente sfruttando la risorsa pubblica per eccellenza, in maniera così violenta".“


"Salviamo il nostro Lago": Anguillara, Bracciano e Trevignano in piazza contro Acea
„"Peraltro", conclude il presidente di Legambiente Lazio, "la siccità di questo inverno è causata dai mutamenti climatici scatenati dalle emissioni di gas serra, dovremo farci sempre più i conti ed è quindi prioritario e fondamentale adeguare le condutture idriche, insieme ad un cambio degli stili di vita per evitare gli sprechi eccessivi di acqua: si calcola per esempio che la mancanza del doppio flusso di scarico dei gabinetti nelle sole scuole romane, provochi un'allucinante spreco di oltre un miliardo di litri di acqua all'anno". “

Ecco un altro articolo riguardante l'incontro di Legambiente e delle parti interessate con acea

Lago di Bracciano, Acea non arretra: i prelievi continuano. Ora è allarme vero

Nessuna soluzione per il Lago di Bracciano. Nulla di fatto nel secondo incontro in Regione per affrontare l'emergenza idrica del bacino sabatino. Acea, la principale accusata per i prelievi dal lago, non ha fornito le soluzioni auspicate e tra i comuni del comprensorio evidente è la delusione. E' un comunicato congiunto di Anguillara Sabazia, Bracciano e Trevignano Romano a raccontare lo stato d'animo e in parte il cambio di prospettiva che di fatto suona così: "Se non si possono ridurre i prelievi d'acqua, si affrontino le emergenze che derivano dall'abbassamento del lago".

Dopo l'incontro dello scorso 27 febbraio spiegano i comuni "aspettavamo l’annuncio di una riduzione sostanziale della captazione della acque dal Lago di Bracciano. In questo senso, il gestore del Sistema Idrico Integrato non ha potuto fornire una risposta positiva". L'ostacolo posto da Acea sono gli "interventi da affrontare su altri acquedotti Regionali per diminuire la captazione dal Lago di Bracciano progressivamente dal mese di marzo sino a maggio. Questo tuttavia non garantisce con sicurezza, però, la diminuzione della stessa captazione nel periodo estivo, qualora questi acquedotti dovessero andare in sofferenza per esigenze legate alla siccità".

In sostanza quindi Acea deve continuare a prelevare acqua dal lago di Bracciano perché non può aumentare i prelievi da altri bacini idrici. Almeno per ora.

LEGGI ANCHE - "Il lago di Bracciano sta sparendo, ma per Acea è un pozzo senza fondo"

Da qui il pessimismo dei comuni sabatini: "Nessuna soluzione quindi e nessuna tregua per lo stato emergenziale della salute idrica e soprattutto ecosistemica del nostro lago con tutte le conseguenze che ne derivano, dal danno ambientale, a quello infrastrutturale, turistico, socio-economico e archeologico".

La parola disastro ambientale, che già in passato ha fatto capolino tra i politici del territorio, diventa sempre più realtà. Per questo, se nell'immediato è impossibile diminuire i prelievi, i comuni ora chiedono l'intervento della Regione per affrontare le incombenti emergenze. "Abbiamo chiesto alla Regione di intervenire nell’immediato con la convocazione di un tavolo tecnico per risolvere, sin da subito, tutte le problematiche che l'abbassamento de lago sta provocando sulle rive delle cittadine che vi si affacciano. La conferenza è stata chiesta al fine di individuare tutte le azioni congiunte utili ad impedire la compromissione della stagione estiva turistica, la sicurezza per balneazione e navigazione, oltre che per preservare sia l’ecosistema, i siti archeologici e ambientali. La collaborazione con la Regione e il tavolo tecnico affronteranno anche le problematiche legate agli effetti sulle infrastrutture costiere già rilevate dai Comuni rivieraschi".

LEGGI ANCHE - Acea si difende. Si punta alla realizzazione di una sala di controllo

Tra i più delusi c'è il vicesindaco di Trevignano Luca Galloni, in prima linea nell'affrontare l'emergenza: "ACEA continua a prelevare acqua dal nostro lago per servire l'idropotabilità di Roma e di molti Comuni della Città Metropolitana in maniera indiscriminata. Tutto il nostro sistema ambientale, ecosistemico, archeologico e socio economico legato alle attività connesse al turismo e alla pesca di cui viviamo sono al limite della compromissione".


Galloni non esclude dure proteste: "L'azione conseguente non potrà che essere di dura e legittima protesta! Il Lago è in agonia e con lui le nostre intere comunità socio economiche e ambientali, e noi non possiamo stare a guardare

fonte delle notizie roma today


Ottimo topic ma..cancella subito quello "stà" con l'accento prima che se ne accorgano gli altri Smile


Top
Profilo Invia messaggio privato
freddopungente
Forumista senior


Registrato: 28/07/15 11:26
Messaggi: 6598
Residenza: roma

MessaggioInviato: Wed Mar 22, 2017 12:22 pm    Oggetto: Re: il lago di bracciano si sta prosciugando.... Rispondi citando

invernoperfetto grazie del consiglio non me ne ero accorto Embarassed


Top
Profilo Invia messaggio privato
Lupo Silano



Registrato: 14/01/16 18:37
Messaggi: 4246
Residenza: cosenza, 250 mt

MessaggioInviato: Wed Mar 22, 2017 12:27 pm    Oggetto: Rispondi citando

il problema del meraviglioso lago di bracciano, a mio avviso, non consiste nelle minori precipitazioni, ma è solo di origine antropica. non possiamo perdere il 50-80% dell'acqua prelevata nelle condotte, peraltro dopo essere stata anche disinfettata e clorata. qui il problema delle perdite è ugualmente grave, ne perdiamo circa l'80% e poi ci sono comuni dove l'acqua è razionata. parliamo di andare su marte e non riusciamo a mettere mano al ripristino degli impianti idrici.
l'acqua c'è ma non va buttata.


Top
Profilo Invia messaggio privato
freddopungente
Forumista senior


Registrato: 28/07/15 11:26
Messaggi: 6598
Residenza: roma

MessaggioInviato: Wed Mar 22, 2017 2:51 pm    Oggetto: Rispondi citando

Lupo Silano ha scritto:
il problema del meraviglioso lago di bracciano, a mio avviso, non consiste nelle minori precipitazioni, ma è solo di origine antropica. non possiamo perdere il 50-80% dell'acqua prelevata nelle condotte, peraltro dopo essere stata anche disinfettata e clorata. qui il problema delle perdite è ugualmente grave, ne perdiamo circa l'80% e poi ci sono comuni dove l'acqua è razionata. parliamo di andare su marte e non riusciamo a mettere mano al ripristino degli impianti idrici.
l'acqua c'è ma non va buttata.
hai centrato il punto,non si investe in manutenzione e di conseguenza sono costretti ad aumentar la quantità di acqua captata fregandosene delle conseguenze Evil or Very Mad


Top
Profilo Invia messaggio privato
freddopungente
Forumista senior


Registrato: 28/07/15 11:26
Messaggi: 6598
Residenza: roma

MessaggioInviato: Thu Mar 30, 2017 3:07 pm    Oggetto: Rispondi citando

situazione che si fa via via più difficile,acea continua la captazione selvaggia di acqua

L’abbassamento del livello del Lago di Bracciano è costante e gravissimo e mette in serio pericolo il valore dell’intero ecosistema dello specchio d’acqua laziale. Per questo, come avevamo preannunciato in questi giorni, il Movimento Ecologista Ecoitaliasolidale insieme al Comitato “Difendiamo il nostro Lago” hanno già raccolto le prime 300 firme che verranno inoltrate alla Commissione Petizioni del Parlamento Europeo”.

“Ribadiamo che risulta grave mettere a rischio il Lago di Bracciano per le captazioni di Acea finalizzata a compensare gli acquedotti laziali prosciugati a causa della siccità e dell’innalzamento delle temperature anche invernali, mentre nulla viene fatto per la manutenzione degli acquedotti sempre più colabrodo come quello di Roma che spreca nella propria rete ben il 44,4% della risorsa idrica”.

“Chiediamo un immediato STOP alle attività che mettono in serio pericolo il bacino lacustre ma soprattutto che stanno mettendo a rischio il prestigioso valore ecosistemico e le bellezze ambientali e paesaggistiche del Lago”.

“E’ di scarso interesse per i cittadini il Derby sulle responsabilità, riteniamo bensì necessarie soluzioni immediate, e per questo non avendo ricevuto adeguate risposte dagli Enti di controllo presenti,siamo stati costretti a rivolgerci alla Commissione Petizioni del Parlamento Europeo attraverso una raccolta di firme che proseguirà nei
prossimi giorni”.

E’ quanto dichiarano in una nota Vanda Soriente Presidente del Comitato “Difendiamo il nostro Lago” e di Piergiorgio Benvenuti,Presidente Nazionale del Movimento Ecologista ECOITALIASOLIDALE.





ecco invece cosa dice il sindaco di trevignano,uno dei tre paesotti che si affacciano sul lago

“Auspicando che ogni diatriba si sia assopita con le posizioni e le dichiarazioni di ognuno rispetto al rinvio della manifestazione organizzata dal Comitato di difesa del bacino lacuale Bracciano – Martignano che si doveva tenere sabato scorso, in merito alla difesa del bene più prezioso che è anche la nostra grande bellezza e ricchezza, abbiamo, come Amministrazione Comunale, dato il nostro nulla osta allo stesso comitato per incontrarci tutti insieme in Piazzale del Molo alle ore 17:30.

Sarà una occasione di informazione, dibattito, proposta e sensibilizzazione dell’opinione pubblica alla quale speriamo prenderanno parte, anche senza invito formale, tutti i cittadini liberi ed organizzati, le varie associazioni e gli accademici che hanno fatto un lavoro straordinario di studio scientifico e proposta sul tema e tutte le Istituzioni Locali che ogni giorno stanno lavorando insieme perchè i livelli idrometrici del Lago di Bracciano tornino ad essere congrui con la sua salute ecosistemica.

Il fine ultimo di tutte queste iniziative è comune a tutti quelli che amano questo luogo della natura meraviglioso che che lo vogliono salvaguardare ed è per questo che speriamo sia una iniziativa accolta senza polemica, serena ma decisa, e sopratutto senza colori politici, insomma un pomeriggio per stare tutti dalla stessa parte con la salute del nostro Lago!” così in una nota si esprime il Vice Sindaco di Trevignano Luca Galloni




spero vivamente nelle piogge di domenica anche se sicuramente non risolveranno il problema


Top
Profilo Invia messaggio privato
freddopungente
Forumista senior


Registrato: 28/07/15 11:26
Messaggi: 6598
Residenza: roma

MessaggioInviato: Thu Mar 30, 2017 3:58 pm    Oggetto: Rispondi citando

ecco invece la risposta abbastanza scontata di acea


«Abbassamento del livello del lago di Bracciano causati dalla siccità».
Riporta questo titolo la relazione diffusa dalla società Acea all’interno della quale sono stati riportati gli interventi per limitare i prelievi idrici del bacino lacustre.
Un lungo elenco di azioni intraprese che, come si legge in fondo al documento, consentiranno un recupero di perdite corrispondenti a 500/700 l/s entro fine anno.

«Le escursioni del lago di Bracciano – si legge nelle premesse – sono determinate principalmente dalle condizioni meteorologiche e climatiche che influenzano l’alimentazione degli acquiferi. Le precipitazioni rilevate nei pluviometri intorno al lago di Bracciano nell’anno 2016 sono state notevolmente inferiori a quelle medie».
Come si legge nella relazione quindi per Acea il livello del lago oscilla notevolmente in quanto l’unica fonte di alimentazione del lago sono le piogge non essendo un fiume immissario.
«Le registrazioni effettuate dal 1921 ad oggi – spiega Acea – evidenziano oscillazioni di oltre 1,5m, l’attuale livello è di +16 cm sul livello di riferimento. Valori così bassi si sono già verificati negli anni ‘50, negli anni ‘90 e più recentemente nel 2003 e 2008 quando il livello è sceso di circa 20 centimetri sotto lo zero idrometrico».
Acea spiega che attualmente il prelievo dell’acquedotto è di 1.000 l/s pari a 86,400 mc/giorno che corrispondono ad una variazione di livello di 1,6 mm giornalieri.

E pensando al futuro Acea spiega che «le stime effettuate per lo schema 66 per l’anno 2017 in termini di disponibilità della risorsa idrica naturale per gli acquedotti fanno temere una ulteriore contrazione della disponibilità della risorsa idrica rispetto al 2016».
Stando alla relazione, la società avrebbe quindi messo in atto tutte le azioni possibili per limitare i prelievi del lago di Bracciano allo stretto indispensabile per garantire la continuità del servizio idrico a Roma ed a molti altri comuni».
Le azioni intraprese da Acea sono fondamentalmente di due tipi: interventi sulle risorse idriche ed interventi sulle reti.

Per quanto concerne gli interventi sulle risorse idriche, Acea avrebbe completato a gennaio 2017 i lavori di ammodernamento del sollevamento delle sorgenti del Peschiera che hanno consentito l’adduzione di circa 9100 l/s ottenendo un incremento di circa 200 l/s; la riattivazione delle fonti dell’acquedotto Appio Alessandrino a Pantano Borghese Sorgenti Bicchiere, Felice e Cavallino, PozziCavallino D, E,F e dei Pozzi Finocchio che secondo Acea consentirà di recuperare 370 l/s; degli interventi idraulici che consentiranno di alimentare serbatoi del litorale Acilia e Ostia, dalla nuova condotta DN1800 mm, in modo indipendente delle reti alimentate dal centro idrico Eur. Secondo la società tale variazione di assetto gestionale permetterà di controllare meglio le pressioni nelle reti di distribuzione e garantirà maggiore continuità nell’approvvigionamento idrico della zona del litorale.
Sono inoltre in corso degli interventi sull’impianto di trattamento di Grottarossa per aumentare la portata a 420 l/s.
Questo impianto, secondo quanto spiegato dalla Spa, tratta l’acqua del Tevere e la immette nell’acquedotto Paolo. Per Acea i lavori permetteranno di non utilizzare l’acqua del lago di Bracciano. Gli interventi idrici verranno poi affiancati da interventi sulle reti come una campagna straordinaria di ricerca, individuazione e riparazione di perdite, una verifica di perimetrazione dei distretti idrici con un’ottimizzazione delle pressioni, un controllo più stringente alle valvole automatiche, trasformazioni del contatore e controllo delle fontanelle pubbliche oltre ad una riduzione dei tempi di riparazioni dei danni, l’attività di ricerca di perdite tramite il metodo del district metering, una bonifica delle reti, una manutenzione straordinaria del parco contatori e uno studio di assetti di rete ed estensione dei monitoraggi.


Top
Profilo Invia messaggio privato
freddopungente
Forumista senior


Registrato: 28/07/15 11:26
Messaggi: 6598
Residenza: roma

MessaggioInviato: Fri Jun 09, 2017 3:03 pm    Oggetto: Rispondi citando

Situazione grave per l'ecosistema del lago di Bracciano


I comuni del lago di Bracciano per il 25 giugno hanno chiesto un tavolo di crisi presso i ministeri competenti coinvolgendo il Sindaco Raggi e la Città Metropolitana e presenteranno un esposto cautelativo alla Procura della Repubblica per disastro ambientale”. Lo ha detto il sindaco di Anguillara Sabazia, Sabrina Anselmo, durante l’assemblea cittadina di mercoledì 31 maggio. Presenti i comuni del comprensorio sabatino, l’Ente Parco, il Consorzio del Lago, la Regione Lazio, le associazioni e i comitati di difesa del territorio.



La richiesta è rivedere la concessione del 1990 firmata da ACEA e dal Ministero dei Lavori Pubblici, che autorizza la SpA a prelevare dal lago dai 1100 ai 5000 l/s (litri secondo) per alimentare gli acquedotti della Capitale e di 74 comuni. A sostegno del lago, il deputato PD Emiliano Minnucci: “Se non si trova una soluzione, manifesteremo a Piazzale Ostiense”. Sono le prossime mosse che metteranno in campo i sindaci e i rappresentanti delle istituzioni del comprensorio sabatino, che hanno presentato pubblicamente sulle rive del lago, ormai a 1.38 centimetri sotto il valore dello zero idrometrico. ACEA, infatti, ha fatto un passo indietro rispetto agli impegni presi nei tre incontri in Regione dei mesi scorsi, che prevedevano la riduzione delle captazioni e la messa in atto di interventi sulla rete idrica.

lago 3

“Durante la conferenza del 23 maggio, convocata urgentemente con tutti i comuni facenti parte di ACEA Ato2 – spiega il vice sindaco di Trevignano, Luca Galloni – la SpA ha mostrato dei dati che prevedono un aumento dei prelievi durante l’estate. Roma è in emergenza idrica e ACEA sarà autorizzata a prelevare a giugno 1600 li/s, a luglio 1800 l/s e ad agosto 800 l/s”. Gli scienziati, che stanno monitorando le fluttuazioni, prevedono che il lago a settembre si abbasserà di altri 60 centimetri. Per rispondere all’emergenza, i comuni del comprensorio Sabatino stanno creando un fronte unico: “Sia ben chiaro, non consentiremo a nessuno, nemmeno ad ACEA, di lusingarci con proposte che vadano a nostro discapito. Non possiamo più permettere che il nostro territorio venga devastato”. Presente all’assemblea, anche Diego Mantero, della Direzione Ambiente della Regione Lazio e la parlamentare pentastellata Federica Daga che, insieme a Minnucci sta tenendo alta l’attenzione sul lago in Parlamento: “Oltre ad ACEA, è necessario sensibilizzare anche il Vaticano, che preleva l’acqua del lago per alimentare le fontane e l’irrigazione dei prati”.


Top
Profilo Invia messaggio privato
freddopungente
Forumista senior


Registrato: 28/07/15 11:26
Messaggi: 6598
Residenza: roma

MessaggioInviato: Thu Jun 22, 2017 9:30 pm    Oggetto: Rispondi citando

A causa del perdurare di condizioni climatiche di siccità, con precipitazioni nettamente inferiori alle medie stagionali, che producono un incremento dei consumi di acqua potabile a fronte di una diminuzione delle risorse idriche disponibili, la sindaca di Roma Virginia Raggi ha firmato un’ordinanza per regolamentare l’uso dell’acqua potabile, proveniente dalla rete idrica comunale gestita da Acea Ato 2. Il provvedimento, in linea con quello già adottato da altre amministrazioni comunali del territorio laziale, fa riferimento all’uso dell’acqua per scopi diversi da quelli domestici e sarà in vigore fino a settembre.

L’ordinanza mira soprattutto a preservare il livello delle acque del lago di Bracciano notevolmente abbassatosi nel corso degli scorsi anni a causa della mancanza di una politica di tutela della risorsa idrica del lago e delle scarse piogge.

L’ordinanza sarà in vigore sull’intero territorio di Roma Capitale. Il provvedimento consente i prelievi di acqua potabile per i normali usi domestici e sanitari, inclusi i servizi pubblici di igiene urbana. Limita invece l’utilizzo delle risorse idriche in questione per irrigazione di orti e giardini, riempimento di piscine mobili, lavaggio di automobili o altri veicoli, qualunque uso ludico che non sia quello del servizio personale.
Acea Ato 2, congiuntamente con Polizia Locale e forze dell’ordine, effettuerà controlli per verificare il rispetto del provvedimento.

“L’acqua è un bene prezioso che va sempre tutelato – dichiara Raggi – soprattutto nei momenti in cui si assiste a un riduzione delle fonti di approvvigionamento. Vogliamo evitare che i cittadini subiscano, durante il periodo estivo, possibili disagi causati dalla scarsa disponibilità di risorse idriche. E quindi con questa ordinanza intendiamo contrastare ogni possibile spreco o utilizzo superfluo dell’acqua potabile, consentendone il consumo per i soli scopi personali e domestici”.


Top
Profilo Invia messaggio privato
gemi65
*Forumista TOP*


Registrato: 09/11/11 12:31
Messaggi: 27062
Residenza: Treia-Macerata

MessaggioInviato: Tue Jun 27, 2017 2:39 pm    Oggetto: Rispondi citando

Oggi alle 13 su La7 collegamento dal lago; ospite in studio anche Sottocorona


Top
Profilo Invia messaggio privato
freddopungente
Forumista senior


Registrato: 28/07/15 11:26
Messaggi: 6598
Residenza: roma

MessaggioInviato: Sat Jul 22, 2017 3:16 pm    Oggetto: Rispondi citando

Oggi - 15:34
ROMA SENZA ACQUA: E' EMERGENZA. "Il problema c'è ed è grave. E' una tragedia. Sta finendo l'acqua a Roma". Lo dice il governatore del Lazio, Zingaretti, dopo la decisione della Regione di sospendere dal 28 luglio i prelievi dal lago di Bracciano per le condizioni di deperimento. "Acea preleva solo l'8% del fabbisogno e quindi immagino una quantità non importante". "Il livello del lago- prosegue Zingaretti- si è abbassato con il rischio di catastrofe ambientale. Abbiamo tempo 7 giorni per trovare le possibilità per limitare il disagio per i cittadini. Far uscire l'acqua dai rubinetti è un diritto ma abbiamo a che fare con un problema enorme che è la siccità". Puoi leggere qui tutte le ultimissime notizie:


Top
Profilo Invia messaggio privato
luca90
*Forumista TOP*


Registrato: 26/01/09 20:32
Messaggi: 20175
Residenza: cantù (co)

MessaggioInviato: Sat Jul 22, 2017 4:52 pm    Oggetto: Rispondi citando

Ho appreso anche io la notizia che dal 28 Luglio bloccheranno l'erogazione di acqua in uscita dal Lago di Bracciano. Situazione che si aggrava continuamente e le previsioni se vogliamo fare informazione corretta non sono per nulla confortanti. La possibilità che si possa proseguire così con scarsità di eventi pluvio nelle aree d'interesse si fa elevata.


Top
Profilo Invia messaggio privato
miloso



Registrato: 13/07/15 09:34
Messaggi: 532
Residenza: carpi

MessaggioInviato: Sat Jul 22, 2017 7:00 pm    Oggetto: Rispondi citando

normale conseguenza del hp perenne che tanta gente ama per farsi le vacanze..vedremo ora come reagiscono quando non possono lavarsi...


Top
Profilo Invia messaggio privato
maxtempesta



Registrato: 15/09/13 21:04
Messaggi: 568
Residenza: riccia (CB)

MessaggioInviato: Sat Jul 22, 2017 9:15 pm    Oggetto: Rispondi citando

è colpa di trump che non rispetta gli accordi sul clima,
parola di zingaretti presidente della regione lazio Laughing Laughing
altissimo livello della classe dirigente
la moda di attribuire tutto al clima presunto malato continua..


Top
Profilo Invia messaggio privato
LHODSE



Registrato: 25/11/15 10:17
Messaggi: 828
Residenza: SAN VITTORE-CASSINO -FR-

MessaggioInviato: Sat Jul 22, 2017 11:14 pm    Oggetto: Rispondi citando

TUTTi i comuni del golfo di Gaeta senza acqua ,molti delle zone pr di Caserta, Cassino , la citta piu' ricca d.acqua d.Europa non risente minimamente del problema, migliaia di sorgenti in tutta la citta' tranquillizzano, mai infatti pagate le bollette, come es. gli emirati arabi per il petrolio.


Top
Profilo Invia messaggio privato
Mostra prima i messaggi di:   

Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum » Previsioni meteo e meteorologia Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Vai a 1, 2, 3, 4, 5, 6  Successivo
Pagina 1 di 6

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Puoi votare nei sondaggi



Powered by phpBB © 2001- 2004 phpBB Group
Theme created by phpBBStyles.com | Themes Database
phpbb.it