Logo MeteoLive

Il forum di MeteoLive.it
Il più autorevole ed antico forum di Meteorologia italiano, il primo creato in Italia, attivo fin dal 29 novembre 1998

Spaghetti per Roma
Satellite moviola VISIBILE

atten.gif (177 byte)atten.gif (177 byte)  Ti ricordiamo che il forum è moderato e i messaggi contrari al regolamento verranno cancellati.
Non inserire link o pubblicità ad altri siti meteo ITALIANI. Mantieni sempre un comportamento educato e rispettoso e sarai stimato da tutti! SEGNALA ABUSI AL MODERATORE!

Sat moviola Regolamento GFS HR PLUS WRF Inser. img statiche

Segnala il tempo!  

Nowcasting
NORD-OVEST

  Nowcasting
NORD-EST
  Nowcasting
CENTRO-SUD
 
MeteoLive.it :: Leggi argomento - SETTEMBRE 2017: inizio autunno a rischio dissesto idro-geologico...
Log in Registra FAQ Cerca Indice del forum

SETTEMBRE 2017: inizio autunno a rischio dissesto idro-geologico...
Vai a Precedente  1, 2, 3
 
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum » Previsioni meteo e meteorologia
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
IMadeYouReadThis



Registrato: 07/07/16 21:02
Messaggi: 3868
Residenza: Trento

MessaggioInviato: Wed Sep 13, 2017 5:00 pm    Oggetto: Rispondi citando

gemi65 ha scritto:
Burian2012 ha scritto:
@Gemi65: Un flusso zonale molto teso porta sempre alla risalita di venti meridionali sull'Adriatico e Sud essendo che il flusso di correnti occidentali impattando con la catena appenninica favorisce un riscaldamento del lato sotto vento e non solo, anche solo il fatto che entrano dalla Porta Iberica questo comporta un richiamo minimo da Sud di venti caldi.


@Pietro90: Pietro, la scelta più coerente sarebbe propendere per un Ottobre e Novembre zonali ma dubito che Novembre sarà zonale visto che poi la discesa della banda subtropicale si fa lampante.

Il discorso sarebbe lungo ma non mi va di replicare. la tua risposta non è soddisfacente.

Più che altro un flusso atlantico cosi basso potrebbe portare alla formazione di un anticiclone ad est il che porterebbe ad un possibile aggancio a sud tra il nuovo anticiclone sui balcani e est europa e il subtropicale a sud. Se poi aggiungiamo il fatto che (visti i precedenti) il flusso zonale potrebbe avere qualche problema ad entrare con irruenza nel continente una parte dell'Italia potrebbe rimanere a secco in caso di flusso atlantico basso (e l'azzorre ad ovest è ancora bello pimpante).

E' una spiegazione abbastanza semplicistica.



Situazione abbastanza simile ed esplicativa
Se vuoi ti posto altre immagini dopo un po' migliori


Top
Profilo Invia messaggio privato
Burian2012
Forumista senior


Registrato: 08/03/12 15:44
Messaggi: 6804
Residenza: Melfi

MessaggioInviato: Wed Sep 13, 2017 8:04 pm    Oggetto: Rispondi citando

IMadeYouReadThis ha scritto:
gemi65 ha scritto:
Burian2012 ha scritto:
@Gemi65: Un flusso zonale molto teso porta sempre alla risalita di venti meridionali sull'Adriatico e Sud essendo che il flusso di correnti occidentali impattando con la catena appenninica favorisce un riscaldamento del lato sotto vento e non solo, anche solo il fatto che entrano dalla Porta Iberica questo comporta un richiamo minimo da Sud di venti caldi.


@Pietro90: Pietro, la scelta più coerente sarebbe propendere per un Ottobre e Novembre zonali ma dubito che Novembre sarà zonale visto che poi la discesa della banda subtropicale si fa lampante.

Il discorso sarebbe lungo ma non mi va di replicare. la tua risposta non è soddisfacente.

Più che altro un flusso atlantico cosi basso potrebbe portare alla formazione di un anticiclone ad est il che porterebbe ad un possibile aggancio a sud tra il nuovo anticiclone sui balcani e est europa e il subtropicale a sud. Se poi aggiungiamo il fatto che (visti i precedenti) il flusso zonale potrebbe avere qualche problema ad entrare con irruenza nel continente una parte dell'Italia potrebbe rimanere a secco in caso di flusso atlantico basso (e l'azzorre ad ovest è ancora bello pimpante).

E' una spiegazione abbastanza semplicistica.



Situazione abbastanza simile ed esplicativa
Se vuoi ti posto altre immagini dopo un po' migliori


Questo non è Atlantico basso ma Nord Atlantico che si tuffa ad Ovest.

Il Nord Atlantico è quello che abbiamo adesso mentre l'Atlantico basso è un po' simile a quello dell'Inverno 2012-14 con correnti occidentali sparate.


Top
Profilo Invia messaggio privato
IMadeYouReadThis



Registrato: 07/07/16 21:02
Messaggi: 3868
Residenza: Trento

MessaggioInviato: Wed Sep 13, 2017 8:54 pm    Oggetto: Rispondi citando

Burian2012 ha scritto:


Questo non è Atlantico basso ma Nord Atlantico che si tuffa ad Ovest.

Il Nord Atlantico è quello che abbiamo adesso mentre l'Atlantico basso è un po' simile a quello dell'Inverno 2012-14 con correnti occidentali sparate.

Infatti ho scritto che l'immagine non era delle migliori perchè l'ho trovata al volo ma in linea di massima è questo che succede ad est (infatti tentavo di spiegare il perchè il sud sarebbe più protetto dalle incursioni. Lo sa ben gemi cosa è un atlantico basso e quindi l'immagine tentava di spiegare la formazione del ponte dei due hp ad est, non ad ovest.
Poi certo non è assolutamente atlantico basso questo, dovevo specificarlo (ma in caso gemi son sicuro l'avrebbe capito comunque).

Il ponte si formerebbe anche a causa della debolezza del getto quando tenta di entrare nel continente durante le stagioni intermedie e quindi è costretto a deviare. Cosi su due piedi non avevo trovato immagine migliore per spiegare il ponte anticiclonico


Top
Profilo Invia messaggio privato
Burian2012
Forumista senior


Registrato: 08/03/12 15:44
Messaggi: 6804
Residenza: Melfi

MessaggioInviato: Wed Sep 13, 2017 10:05 pm    Oggetto: Rispondi citando

Burian2012 ha scritto:
IMadeYouReadThis ha scritto:
gemi65 ha scritto:
Burian2012 ha scritto:
@Gemi65: Un flusso zonale molto teso porta sempre alla risalita di venti meridionali sull'Adriatico e Sud essendo che il flusso di correnti occidentali impattando con la catena appenninica favorisce un riscaldamento del lato sotto vento e non solo, anche solo il fatto che entrano dalla Porta Iberica questo comporta un richiamo minimo da Sud di venti caldi.


@Pietro90: Pietro, la scelta più coerente sarebbe propendere per un Ottobre e Novembre zonali ma dubito che Novembre sarà zonale visto che poi la discesa della banda subtropicale si fa lampante.

Il discorso sarebbe lungo ma non mi va di replicare. la tua risposta non è soddisfacente.

Più che altro un flusso atlantico cosi basso potrebbe portare alla formazione di un anticiclone ad est il che porterebbe ad un possibile aggancio a sud tra il nuovo anticiclone sui balcani e est europa e il subtropicale a sud. Se poi aggiungiamo il fatto che (visti i precedenti) il flusso zonale potrebbe avere qualche problema ad entrare con irruenza nel continente una parte dell'Italia potrebbe rimanere a secco in caso di flusso atlantico basso (e l'azzorre ad ovest è ancora bello pimpante).

E' una spiegazione abbastanza semplicistica.



Situazione abbastanza simile ed esplicativa
Se vuoi ti posto altre immagini dopo un po' migliori


Questo non è Atlantico basso ma Nord Atlantico che si tuffa ad Ovest.

Il Nord Atlantico è quello che abbiamo adesso mentre l'Atlantico basso è un po' simile a quello dell'Inverno 2013-14 con correnti occidentali sparate.


Top
Profilo Invia messaggio privato
Mostra prima i messaggi di:   

Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum » Previsioni meteo e meteorologia Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Vai a Precedente  1, 2, 3
Pagina 3 di 3

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Puoi votare nei sondaggi



Powered by phpBB © 2001- 2004 phpBB Group
Theme created by phpBBStyles.com | Themes Database
phpbb.it