Logo MeteoLive

Il forum di MeteoLive.it
Il più autorevole ed antico forum di Meteorologia italiano, il primo creato in Italia, attivo fin dal 29 novembre 1998

Spaghetti per Roma
Satellite moviola VISIBILE

atten.gif (177 byte)atten.gif (177 byte)  Ti ricordiamo che il forum è moderato e i messaggi contrari al regolamento verranno cancellati.
Non inserire link o pubblicità ad altri siti meteo ITALIANI. Mantieni sempre un comportamento educato e rispettoso e sarai stimato da tutti! SEGNALA ABUSI AL MODERATORE!

Sat moviola Regolamento GFS HR PLUS WRF Inser. img statiche

Segnala il tempo!  

Nowcasting
NORD-OVEST

  Nowcasting
NORD-EST
  Nowcasting
CENTRO-SUD
 
MeteoLive.it :: Leggi argomento - EXTRA LONG RANGE: primi sentori sull'autunno ed oltre...
Log in Registra FAQ Cerca Indice del forum

EXTRA LONG RANGE: primi sentori sull'autunno ed oltre...

 
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum » Previsioni meteo e meteorologia
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
Burian2012
Forumista senior


Registrato: 08/03/12 15:44
Messaggi: 6542
Residenza: Melfi

MessaggioInviato: Sat Aug 12, 2017 5:44 pm    Oggetto: EXTRA LONG RANGE: primi sentori sull'autunno ed oltre... Rispondi citando

PREMESSA: In quest argomento metto alla luce le mie pure e semplici riflessioni o supposizioni su un arco temporale molto lungo e specialmente sul prossimi mesi fino a fine anno. Ma ricordo a tutti che sono semplici supposizioni e non una proiezione o tendenza dato ancora gli scarsi elementi scientifici in gioco che ci permettono di capire quello che potrebbe succedere tra poco meno di un anno. Buona lettura.

Ciao ragazzi, ben ritrovati a tutti forumisti di ML!

Il 2017 va incontro ad un bilancio disastroso dal punto di vista meteorologico e climatologico con temperature abbondantemente sopra la media e piogge abbondantemente sotto media.

Dopo un Gennaio assai freddo ma non tra i più freddi in assoluto come qualcuno dice, è seguito un Febbraio quasi primaverile con uno scarto oltre i 2°C dalla 1971-2000 e da qui è iniziata una serie infinita di sopra media over 1.5°C, il che significa MOLTO sopra media, di una media già di per sé non molto fredda.

Marzo tra i più caldi in assoluto,seguito da Aprile e Maggio più caldi delle media anche se non proprio come Marzo, leggera flessione delle anomalie che poi, ci porterà al secondo Giugno più caldo di sempre seguito a sua volta da un Luglio molto caldo e da un Agosto per certi versi eccezionale.

La Primavera 2017 è stata la seconda più calda in assoluto da quando esistono le rilevazioni cioè dal 1800.
Dal punto di vista precipitativo invece non è andata meglio, anzi, la Primavera 2017 è risultata la più secca in assoluto dal 1800.

Per quanto riguarda l'Estate 2017 ha grandi possibilità di diventare la seconda più calda in assoluto.

Insomma, il ripetersi del termine "assoluto" indica come l'attuale fase climatica sia totalmente fuori scala in tutti i versi, in realtà questo è solo l'apice del problema che ormai ci attanaglia da 4 anni con stagioni invernali prevalentemente zonali, dominanza pattern ZON, e stagioni estive con dominanza ATL e possenti risalite nord-africane.

Volgendo lo sguardo in avanti si ha totale sfiducia per il futuro ed è difficile essere ottimisti ma si può essere oggettivi, del resto io sono qui per questo.

L'attuale macrociclo climatico prima o poi dovrà incepparsi, è vero che siamo in epoca GW ma questo non esclude periodi sotto media o in media termica e soprattutto più dinamici e meno avari di precipitazioni, infatti si inizierà da qui per capire come andranno le sorti di questo scorcio di 2017.

Formulando delle ipotesi, dopo un periodo marcatamente meridiano iniziato ad Aprile, lo so può sembrare strano ma ci siamo trovati sempre sui lati ascendenti e mai discendenti, altra curiosa anomalia, dovremmo attenderci un periodo più tranquillo cioè zonale.

Ed ecco le varie opzioni:

1) Il periodo zonale inizia ad Ottobre fino ad inizio o, più tardi, a metà Dicembre, segue un periodo più dinamico specie durante la prossima stagione invernale.
2) Compattamento del VP a Novembre, un classico degli ultimi anni, il VP è disturbato in autunno (Settembre ed Ottobre) e si chiudo poco prima dell'inverno. La stagione verrebbe rimandata all'anno nuovo.
3) Il periodo zonale inizia presto a Settembre con precoce raffreddamento del comparto artico che di botto si allenta a Novembre con inizio scoppiettante dell'inverno e Dicembre assai movimentato, questo però comporta nella maggior parte dei casi un finale di stagione scialbo visto l'azzerarsi dell'EP flux.

La domanda è: e se tornasse il famoso "Atlantico basso"?

L'Atlantico basso, si riferisce in maniera maccheronica a sistemi perturbati che marciano da Ovest verso Est senza direttrice meridiana ce non va confuso con il "Nord-Atlantico" cioè saccature in arrivo da Nord-Ovest con direttrice verso Sud-Est.

Il clima risulta moderatamente fresco e speso perturbato, in assenza di precipitazioni perlomeno è molto umido, insomma un po' l'autunno di una volta con l'anticiclone a Settembre che verso la terza decade, con l'abbassarsi della banda subtropicale lascia il posto ad aria più fresca ed umida dall'Atlantico per tutto Ottobre e con le prime ondulazioni a Novembre con l'arrivo d'aria più fredda nord-atlantica che segnava l'avanzamento stagionale all'ultimo stadio dell'autunno.

Sarebbe una grande svolta in termini di sinottica, termiche che non risulterebbero né troppo alte e né troppo basse per il periodo senza caldi tardivi o freddi precoci ma semplicemente clima dolce ma spesso umido e cupo.
Oggi purtroppo siamo abituati ad autunni assai diversi con ultimi ruggiti africani a Settembre interrotti improvvisamente da affondi nord-atlantici che ci catapultano in pieno autunno magari con arrivo di freddi precoci e se ci troviamo sull'asse sbagliato ci arrivano caldi tardivi che danno la sensazione che l'estate non sia mai finita.

Quello che fa pensare a ciò non è solo il responso delle stagionali che vedono un autunno con un'anomalia pluviometrica positiva ma anche delle semplici sensazioni.

Dopo un periodo abbastanza secco che in realtà dura a tratti da 4 anni, visto che il pattern è sempre quello (ZON l'Inverno e ATL l'Estate) è assai probabile il riproporsi di un ciclo climatico con anomalie termiche più contenute e maggiori precipitazioni con clima più dinamico.
La Primavera-Estate 2017 è soltanto il culmine o l'apice di tale tendenza visto che, ogni tendenza ha un inizio, un percorso, un apice e una fine.

Inoltre, statisticamente ma anche andando per logica, dopo stagioni estive molto calde e secche seguono autunni molto piovosi per l'energia accumulata nel periodo precedente, perché, non dimentichiamoci, che il calore è energia!

Questa non è una proiezione ma è assai probabile che dopo un Settembre abbastanza meridiano e con affondi più centrali, evoluzione dell'attuale pattern che vede una maggiore orientalizzazione dei cunei nord-africani, segua un periodo più zonale ma non necessariamente stabile e mite in attesa che qualcosa scoppi!

Che sia la volta giusta? Che sia la volta che permette al VP autunnale di raffreddarsi a dovere senza farlo durante la prossima stagione?


Burian2012


Top
Profilo Invia messaggio privato
Burian2012
Forumista senior


Registrato: 08/03/12 15:44
Messaggi: 6542
Residenza: Melfi

MessaggioInviato: Sat Aug 12, 2017 5:50 pm    Oggetto: Rispondi citando

Ecco gli EXTRA LONG RANGE precedenti:
http://meteolive.leonardo.it/meteoforum/extra-long-range-fine-anni-10-primi-anni-20-il-peso-del-sole-t42992.html

http://www.meteolive.it/meteoforum/extra-long-range-inverno-2017-2018-tra-i-piu-freddi-in-assoluto-dal-1946-t43257.html


Top
Profilo Invia messaggio privato
Blizzard90A
Forumista senior


Registrato: 06/01/13 12:22
Messaggi: 6879
Residenza: Genzano di Roma 450 mt

MessaggioInviato: Sat Aug 12, 2017 8:47 pm    Oggetto: Rispondi citando

Burian2012 ha scritto:
Ecco gli EXTRA LONG RANGE precedenti:
http://meteolive.leonardo.it/meteoforum/extra-long-range-fine-anni-10-primi-anni-20-il-peso-del-sole-t42992.html

http://www.meteolive.it/meteoforum/extra-long-range-inverno-2017-2018-tra-i-piu-freddi-in-assoluto-dal-1946-t43257.html

L'autunno depone più o per l'est o per il nord atlantico, SST e QBO depongono per ingressi perturbati di questo tipo qua, l'atlantico basso oltretutto è raro ultimamente e si vede poco spesso, ed è troppo rischioso avere un jetto basso se l'ITF rimane sopra la media anche a Settembre, si rischierebbero rimonte facili facili e le saccature non avanzerebbero, meglio rossby nella giusta posizione tale da avere ingressi di saccature nord atlantiche dello stesso tipo che mostra il modello americano nei suoi ultimi run per il periodo intorno al 20, io propendo per un ottimo autunno, certo l'atlantico basso per le precipitazioni è meglio per il centro, però anche le saccature nord atlantiche hanno il loro perchè e portano buone precipitazioni sotto forma di temporali a Settembre.


Top
Profilo Invia messaggio privato
Burian2012
Forumista senior


Registrato: 08/03/12 15:44
Messaggi: 6542
Residenza: Melfi

MessaggioInviato: Sat Aug 12, 2017 9:08 pm    Oggetto: Rispondi citando

Blizzard90A ha scritto:
Burian2012 ha scritto:
Ecco gli EXTRA LONG RANGE precedenti:
http://meteolive.leonardo.it/meteoforum/extra-long-range-fine-anni-10-primi-anni-20-il-peso-del-sole-t42992.html

http://www.meteolive.it/meteoforum/extra-long-range-inverno-2017-2018-tra-i-piu-freddi-in-assoluto-dal-1946-t43257.html

L'autunno depone più o per l'est o per il nord atlantico, SST e QBO depongono per ingressi perturbati di questo tipo qua, l'atlantico basso oltretutto è raro ultimamente e si vede poco spesso, ed è troppo rischioso avere un jetto basso se l'ITF rimane sopra la media anche a Settembre, si rischierebbero rimonte facili facili e le saccature non avanzerebbero, meglio rossby nella giusta posizione tale da avere ingressi di saccature nord atlantiche dello stesso tipo che mostra il modello americano nei suoi ultimi run per il periodo intorno al 20, io propendo per un ottimo autunno, certo l'atlantico basso per le precipitazioni è meglio per il centro, però anche le saccature nord atlantiche hanno il loro perchè e portano buone precipitazioni sotto forma di temporali a Settembre.


Settembre con saccature nord atlantiche ancora dinamismo poi da Ottobre possibile Atlantico basso sarebbe il pattern che farebbe dedurre un autunno zonale con conseguente stagione movimentata.


Top
Profilo Invia messaggio privato
IMadeYouReadThis



Registrato: 07/07/16 21:02
Messaggi: 2714
Residenza: Trento

MessaggioInviato: Sun Aug 13, 2017 12:28 am    Oggetto: Rispondi citando

Sono d'accordo. È da tempo che vedo un autunno atlantico. Sopramedia e probabilmente anche di un bel pò per l'alternanza di risalite anticicloniche e saccature atlantiche anche importanti che con i mari cosi caldi e l'influenza via via maggiore dell'atlantico grazie alla discesa della banda subtropicale (che a mio parere scenderà bene solo a fine settembre vedendo il trend) avremo perturbazioni intense in tutta la penisola con termiche alte per il periodo ma comunque buone prp. Se ho tempo domani scrivo più dettagliatamente.


Top
Profilo Invia messaggio privato
Burian2012
Forumista senior


Registrato: 08/03/12 15:44
Messaggi: 6542
Residenza: Melfi

MessaggioInviato: Sun Aug 13, 2017 4:39 pm    Oggetto: Rispondi citando

Non è detto che sia sopra media, avendo maggiori precipitazioni è probabile che gli scarti termici siano molto contenuti, gli autunni di una volta che erano atlantici non erano affatto miti ma abbastanza freschi,umidi, piovosi e cupi.

Una volta l'autunno classico iniziava con l'anticiclone delle Azzorre che dopo aver dato il massimo ad Agosto iniziava la sua ritirata durante il mese di Settembre e culminava in terza decade quando la banda subtropicale si abbassava e lasciava spazio all'Atlantico che dominava per tutto Ottobre (stesso discorso per Maggio) per poi avere le prime ondulazioni a Novembre con arrivo delle saccature nord-atlantiche, in pratica il clima atlantico assumeva una direttrice meridiana (stesso discorso per Aprile) che culminava in Dicembre con le prime saccature artico-marittime.


Top
Profilo Invia messaggio privato
Blizzard90A
Forumista senior


Registrato: 06/01/13 12:22
Messaggi: 6879
Residenza: Genzano di Roma 450 mt

MessaggioInviato: Sun Aug 13, 2017 4:49 pm    Oggetto: Rispondi citando

Burian2012 ha scritto:
Non è detto che sia sopra media, avendo maggiori precipitazioni è probabile che gli scarti termici siano molto contenuti, gli autunni di una volta che erano atlantici non erano affatto miti ma abbastanza freschi,umidi, piovosi e cupi.

Una volta l'autunno classico iniziava con l'anticiclone delle Azzorre che dopo aver dato il massimo ad Agosto iniziava la sua ritirata durante il mese di Settembre e culminava in terza decade quando la banda subtropicale si abbassava e lasciava spazio all'Atlantico che dominava per tutto Ottobre (stesso discorso per Maggio) per poi avere le prime ondulazioni a Novembre con arrivo delle saccature nord-atlantiche, in pratica il clima atlantico assumeva una direttrice meridiana (stesso discorso per Aprile) che culminava in Dicembre con le prime saccature artico-marittime.

Oddio pure te Burian co sto Azzorre no ti prego, le scorse estati erano fatte di rimonte ibride /africane durature seguite da break atlantici altrettanto duraturi, i plot parlano chiaro, anomalie di geopotenziale negative sui settori Europei, per questo è uscita come media la +16, perchè il clima era fatto di estremi, alternanza tra periodi più freschi con la +12 magari, e periodi più caldi, con la +20 ad esempio, per questo motivo è uscita una media simile, non perchè c'era l'azzorre puro Laughing


Top
Profilo Invia messaggio privato
Burian2012
Forumista senior


Registrato: 08/03/12 15:44
Messaggi: 6542
Residenza: Melfi

MessaggioInviato: Sun Aug 13, 2017 5:07 pm    Oggetto: Rispondi citando

Blizzard90A ha scritto:
Burian2012 ha scritto:
Non è detto che sia sopra media, avendo maggiori precipitazioni è probabile che gli scarti termici siano molto contenuti, gli autunni di una volta che erano atlantici non erano affatto miti ma abbastanza freschi,umidi, piovosi e cupi.

Una volta l'autunno classico iniziava con l'anticiclone delle Azzorre che dopo aver dato il massimo ad Agosto iniziava la sua ritirata durante il mese di Settembre e culminava in terza decade quando la banda subtropicale si abbassava e lasciava spazio all'Atlantico che dominava per tutto Ottobre (stesso discorso per Maggio) per poi avere le prime ondulazioni a Novembre con arrivo delle saccature nord-atlantiche, in pratica il clima atlantico assumeva una direttrice meridiana (stesso discorso per Aprile) che culminava in Dicembre con le prime saccature artico-marittime.

Oddio pure te Burian co sto Azzorre no ti prego, le scorse estati erano fatte di rimonte ibride /africane durature seguite da break atlantici altrettanto duraturi, i plot parlano chiaro, anomalie di geopotenziale negative sui settori Europei, per questo è uscita come media la +16, perchè il clima era fatto di estremi, alternanza tra periodi più freschi con la +12 magari, e periodi più caldi, con la +20 ad esempio, per questo motivo è uscita una media simile, non perchè c'era l'azzorre puro Laughing


Non ho mai parlato di Azzorre puro, torniamo sui fatti, si parla dell'autunno.


Top
Profilo Invia messaggio privato
Patagonia



Registrato: 01/08/17 10:29
Messaggi: 12
Residenza: Grantorto (PD)

MessaggioInviato: Sun Aug 13, 2017 7:04 pm    Oggetto: Rispondi citando

Burian2012 ha scritto:
Non è detto che sia sopra media, avendo maggiori precipitazioni è probabile che gli scarti termici siano molto contenuti, gli autunni di una volta che erano atlantici non erano affatto miti ma abbastanza freschi,umidi, piovosi e cupi.

Una volta l'autunno classico iniziava con l'anticiclone delle Azzorre che dopo aver dato il massimo ad Agosto iniziava la sua ritirata durante il mese di Settembre e culminava in terza decade quando la banda subtropicale si abbassava e lasciava spazio all'Atlantico che dominava per tutto Ottobre (stesso discorso per Maggio) per poi avere le prime ondulazioni a Novembre con arrivo delle saccature nord-atlantiche, in pratica il clima atlantico assumeva una direttrice meridiana (stesso discorso per Aprile) che culminava in Dicembre con le prime saccature artico-marittime.


Ciao Burian, hai sintetizzato molto bene le caratteristiche degli autunni del passato, anche se le peculiarità che indichi sono più simili a quelle degli anni '60-'70. A partire dagli anni '80 qualcosa ha iniziato a cambiare in maniera affatto trascurabile, almeno per chi prestava un minimo di attenzione. Per quanto riguarda almeno il nord-est dell'Italia, l'estate subiva normalmente una sorta di mazzata in terza decade di Agosto, dalla quale in Settembre si riprendeva in maniera molto debole: non a caso si è ritenuto di dover dare un nome ad un effetto che ora si suole chiamare P.E.S. Spesso Settembre poteva risultare anche più piovoso di Ottobre. Le cosiddette ottobrate della durata di diversi giorni erano quasi una costante. Alla fine di Ottobre era decisamente - e soprattutto - definitivamente finita la festa (se così possiamo chiamarla). A Novembre cominciava a fare decisamente freddo, con piogge abbondanti e giornate cupe. Non mi azzardo però a riformulare queste esperienze in termini di configurazioni metereologiche.


Top
Profilo Invia messaggio privato
IMadeYouReadThis



Registrato: 07/07/16 21:02
Messaggi: 2714
Residenza: Trento

MessaggioInviato: Mon Aug 14, 2017 1:03 am    Oggetto: Rispondi citando

Blizzard90A ha scritto:

Oddio pure te Burian co sto Azzorre no ti prego, le scorse estati erano fatte di rimonte ibride /africane durature seguite da break atlantici altrettanto duraturi, i plot parlano chiaro, anomalie di geopotenziale negative sui settori Europei, per questo è uscita come media la +16, perchè il clima era fatto di estremi, alternanza tra periodi più freschi con la +12 magari, e periodi più caldi, con la +20 ad esempio, per questo motivo è uscita una media simile, non perchè c'era l'azzorre puro Laughing

Le rimonte africane erano molto meno invasive e questo permetteva un comportamento meno meridiano grazie al minor gradiente artico equatore che era presente un tempo


Si può vedere da questi plot







Si nota subito un'ingerenza maggiore sia nel continente che nell'atlantico degli anticicloni tropicali nella stagione estiva seppur l'attività atlantica sembra essere rimasta molto simile nell'oceano questo non porta ad avere condizioni simili alla 61/90 nel continente


Top
Profilo Invia messaggio privato
Blizzard90A
Forumista senior


Registrato: 06/01/13 12:22
Messaggi: 6879
Residenza: Genzano di Roma 450 mt

MessaggioInviato: Mon Aug 14, 2017 9:45 am    Oggetto: Rispondi citando

IMadeYouReadThis ha scritto:
Blizzard90A ha scritto:

Oddio pure te Burian co sto Azzorre no ti prego, le scorse estati erano fatte di rimonte ibride /africane durature seguite da break atlantici altrettanto duraturi, i plot parlano chiaro, anomalie di geopotenziale negative sui settori Europei, per questo è uscita come media la +16, perchè il clima era fatto di estremi, alternanza tra periodi più freschi con la +12 magari, e periodi più caldi, con la +20 ad esempio, per questo motivo è uscita una media simile, non perchè c'era l'azzorre puro Laughing

Le rimonte africane erano molto meno invasive e questo permetteva un comportamento meno meridiano grazie al minor gradiente artico equatore che era presente un tempo


Si può vedere da questi plot







Si nota subito un'ingerenza maggiore sia nel continente che nell'atlantico degli anticicloni tropicali nella stagione estiva seppur l'attività atlantica sembra essere rimasta molto simile nell'oceano questo non porta ad avere condizioni simili alla 61/90 nel continente

IMade non mi trovo per niente d'accordo per la prima volta con quello che hai scritto Laughing, innanzitutto il minor gradiente barico favorisce maggiori ondulazioni del getto, quindi forse volevi dire maggiore gradiente barico, più la differenza di pressione è alta, più le westerlies sono forti. I plot con le anomalie per esempio delle estati anni 70 sono queste, che si parla fossero azzoriane e zonali, tutt'altro da queste carte:



meridiane e da EA-


Top
Profilo Invia messaggio privato
IMadeYouReadThis



Registrato: 07/07/16 21:02
Messaggi: 2714
Residenza: Trento

MessaggioInviato: Mon Aug 14, 2017 10:41 am    Oggetto: Rispondi citando

Blizzard90A ha scritto:


IMade non mi trovo per niente d'accordo per la prima volta con quello che hai scritto Laughing, innanzitutto il minor gradiente barico favorisce maggiori ondulazioni del getto, quindi forse volevi dire maggiore gradiente barico, più la differenza di pressione è alta, più le westerlies sono forti. I plot con le anomalie per esempio delle estati anni 70 sono queste, che si parla fossero azzoriane e zonali, tutt'altro da queste carte:



meridiane e da EA-


Innanzitutto grazie di avermi corretto, erano le 2 e ho detto na mezza c*****a Laughing

Intendevo dire che la meridianizzazione nel nostro periodo storico è definitivamente maggiore grazie ad una minor differenza di temperatura e pressione tra i poli e le zone equatoriali, le prime infatti si sono scaldate maggiormente delle seconde riducendo la differenza di temperatura (che a sua volta riduce la differenza pressoria)




Se si guarda attentamente si vede quanto sia aumentata la temperatura media alle alte latitudini rispetto alle basse latitudini

Questo comportamento a terra lo ritroviamo a tutte le quote della troposfera, anche attorno agli 11km della corrente a getto. Minor differenza di temp= minor differenza pressoria= venti zonali a 11km meno forti= getto + ondulato= comportamento + meridiano

I gpt comunque come ti avevo già fatto vedere sono aumentati in tutto il globo a causa delle temperature + alte. Questo ha portato ad avere anticicloni + forti e strutture basso pressorie meno importanti in generale acuendo le risalite africane in estate grazie alla meridianizzazione di cui si è parlato prima (non significa che non ci fossero meridianizzazioni un tempo, significa solo che adesso sono + accentuate)









Si nota quindi una maggior presenza degli anticicloni e l'aumento dei gpt si nota maggiormente sul continente mostrando quindi che il "problema" non è in atlantico ma sul continente stesso più soggetto a risalite meridiane in estate che porta ad avere gpt di conseguenza più alti





Però mi sa che stiamo un po' uscendo dai binari del thread eh
Laughing


Top
Profilo Invia messaggio privato
Blizzard90A
Forumista senior


Registrato: 06/01/13 12:22
Messaggi: 6879
Residenza: Genzano di Roma 450 mt

MessaggioInviato: Mon Aug 14, 2017 10:56 am    Oggetto: Rispondi citando

IMadeYouReadThis ha scritto:
Blizzard90A ha scritto:


IMade non mi trovo per niente d'accordo per la prima volta con quello che hai scritto Laughing, innanzitutto il minor gradiente barico favorisce maggiori ondulazioni del getto, quindi forse volevi dire maggiore gradiente barico, più la differenza di pressione è alta, più le westerlies sono forti. I plot con le anomalie per esempio delle estati anni 70 sono queste, che si parla fossero azzoriane e zonali, tutt'altro da queste carte:



meridiane e da EA-


Innanzitutto grazie di avermi corretto, erano le 2 e ho detto na mezza c*****a Laughing

Intendevo dire che la meridianizzazione nel nostro periodo storico è definitivamente maggiore grazie ad una minor differenza di temperatura e pressione tra i poli e le zone equatoriali, le prime infatti si sono scaldate maggiormente delle seconde riducendo la differenza di temperatura (che a sua volta riduce la differenza pressoria)




Se si guarda attentamente si vede quanto sia aumentata la temperatura media alle alte latitudini rispetto alle basse latitudini

Questo comportamento a terra lo ritroviamo a tutte le quote della troposfera, anche attorno agli 11km della corrente a getto. Minor differenza di temp= minor differenza pressoria= venti zonali a 11km meno forti= getto + ondulato= comportamento + meridiano

I gpt comunque come ti avevo già fatto vedere sono aumentati in tutto il globo a causa delle temperature + alte. Questo ha portato ad avere anticicloni + forti e strutture basso pressorie meno importanti in generale acuendo le risalite africane in estate grazie alla meridianizzazione di cui si è parlato prima (non significa che non ci fossero meridianizzazioni un tempo, significa solo che adesso sono + accentuate)









Si nota quindi una maggior presenza degli anticicloni e l'aumento dei gpt si nota maggiormente sul continente mostrando quindi che il "problema" non è in atlantico ma sul continente stesso più soggetto a risalite meridiane in estate che porta ad avere gpt di conseguenza più alti





Però mi sa che stiamo un po' uscendo dai binari del thread eh
Laughing

Giuste osservazioni, notavo anch'io un aumento dei geopotenziali lungo tutta la cella di hadley, tuttavia nelle anomalie di geopotenziali, si può notare come le anomalie pre anni 90 e post anni 90, siamo praticamente speculari, dove c'era il rosso e il bianco ora c'è il blu e viceversa, il che mi porta a pensare che si tratti di roba più che mai naturale


Top
Profilo Invia messaggio privato
Burian2012
Forumista senior


Registrato: 08/03/12 15:44
Messaggi: 6542
Residenza: Melfi

MessaggioInviato: Mon Aug 14, 2017 2:26 pm    Oggetto: Rispondi citando

Ritorniamo in tema!


Top
Profilo Invia messaggio privato
Burian2012
Forumista senior


Registrato: 08/03/12 15:44
Messaggi: 6542
Residenza: Melfi

MessaggioInviato: Thu Aug 17, 2017 3:28 pm    Oggetto: Rispondi citando

Alla luce di Reading e Accuweather emerge la possibilità di un autunno zonale con forte raffreddamento del VP senza andare incontro a Cooling a Novembre.

Dopo un periodo zonale potrebbe seguire uno più meridiano in coincidenza di Dicembre.


Top
Profilo Invia messaggio privato
Mostra prima i messaggi di:   

Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum » Previsioni meteo e meteorologia Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Pagina 1 di 1

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Puoi votare nei sondaggi



Powered by phpBB © 2001- 2004 phpBB Group
Theme created by phpBBStyles.com | Themes Database
phpbb.it